SEO internazionale: come ottimizzare il tuo sito Web per altri paesi

Giugno 12, 2020
Redazione
SEO
Ti è piaciuto il nostro articolo?

SEO internazionale

A volte, le aziende non notano l’importanza di avere un SEO per altri paesi. Ma dovrebbero essere consapevoli del fatto che il tuo sito può essere visualizzato in altre parti del mondo. Per questo motivo, è necessario pianificare una buona strategia per raggiungere tutti i tipi di pubblico internazionale.

Quando parli di SEO internazionale, ti colleghi immediatamente a Internet. Ma in questo caso particolare, si tratta anche degli aspetti tecnici dell’internazionalizzazione di un sito Web. Ciò ti consente di entrare nel mondo della competitività globale, dove puoi pianificare la tua strategia digitale e analizzare la concorrenza.

L’AFI (Analistas Financieros Internacionales de Madrid) afferma quanto segue: “le aziende che internazionalizzano, indipendentemente dalle loro dimensioni, non sono solo più competitive, ma anche più produttive e più resistenti ai cambiamenti micro e macroeconomici”. Questo, rispetto a quelle aziende che per motivi diversi non lo fanno.

Vantaggi SEO per altri paesi

Vantaggi SEO per altri paesi

Sicuramente ti starai chiedendo quali vantaggi ha applicare la SEO per altri paesi. Ed è una domanda piuttosto logica se vuoi sperimentare in quest’area. Pertanto, di seguito troverai tutti quegli aspetti positivi che questa strategia può generare per la tua azienda:

  • Elevato ritorno sugli investimenti.
  • Aiuta a migliorare la visibilità del tuo sito Web e ad aumentare il volume dei visitatori.
  • Le vendite dei tuoi prodotti o servizi aumentano.
  • Ti consente di ottimizzare il profilo internazionale del tuo sito web.
  • Sarai in grado di connetterti con il tuo pubblico in tutto il mondo.

Obiettivi chiave del SEO internazionale

SEO internazionale

Ci sono tre obiettivi che saranno la chiave del successo nella tua strategia SEO per altri paesi. Saranno i tuoi migliori alleati per sviluppare il tuo piano di internazionalizzazione. Quindi presta attenzione e prendi nota dei seguenti fattori determinanti per la tua azienda:

  1. Lingua: quando desideri offrire un prodotto in un altro paese in cui parlano un’altra lingua, dovresti dedicare del tempo alla traduzione del contenuto. Prestare molta attenzione alle variazioni semantiche al momento della traduzione. Tieni presente che se il prodotto o il servizio è lo stesso, la SEO internazionale non si preoccuperà del paese che desideri raggiungere. Ciò che gli interessa davvero è la lingua che parla la tua azienda.
  2. Paese: quando un’azienda vuole raggiungere un altro paese con un altro tipo di prodotto il tuo obiettivo non è la lingua, ma mirare a una nazione specifica.
  3. Ibrido: unisce il paese e la lingua in un modo abbastanza particolare, ad esempio un’azienda che parla per l’Italia, in inglese. Pertanto, è necessario definire per il processo di espansione se si desidera parlare una lingua specifica, la lingua di un paese o entrambi.

Scopri come ottimizzare il tuo sito Web con SEO per altri paesi

Ora che conosci le basi del SEO internazionale, è giunto il momento di imparare come ottimizzare il tuo sito Web per raggiungere altri paesi. Per raggiungere questo obiettivo devi seguire una serie di passaggi. Se non sai cosa sono, non devi preoccuparti! Basta prestare attenzione in modo da poterli scrivere:

1.- Studia il pubblico target

Studia il pubblico target

La prima cosa da fare è studiare il pubblico degli altri paesi che vuoi raggiungere. Devi analizzare quali motori di ricerca utilizzano, anche se è vero che il più popolare in tutto il mondo è Google. Tuttavia, ci sono nazioni che hanno altri motori di ricerca pesanti e sono utilizzati da gran parte della popolazione.

Quali altri motori di ricerca vengono utilizzati? Baidu (Cina), Yahoo (Giappone), Yandex (Russia), tra gli altri. Tieni presente che ognuno ha il suo algoritmo e le sue regole di posizionamento e devi conoscerle. Una volta che le conosci, puoi ottimizzare il tuo sito Web in un modo più pratico e otterrai nuovi contatti.

Dovresti anche studiare se esiste qualche tipo di limitazione dell’accesso alla rete, nonché la percentuale di accesso a Internet da diversi dispositivi. Inoltre, è essenziale conoscere altri aggregatori, social network e siti 2.0 che sono importanti nel paese di destinazione in cui si desidera pubblicizzare la propria azienda.

2.- Contenuto di qualità tra paesi

Un fattore da tenere in considerazione è la qualità del contenuto che non deve essere solo interessante. In questo caso, ciò che è ancora più rilevante è la traduzione dei testi. Molti optano per l’opzione meno consigliata, i traduttori automatici, che sono più semplici, ma la qualità del contenuto diminuisce.

È qui che si riflette il primo passo, devi studiare il tuo pubblico, conoscere il modo in cui parlano, i termini che usano e il modo in cui usano i motori di ricerca.

Inoltre, devi analizzare le parole chiave, poiché ciò determinerà il successo che avrai nei motori di ricerca utilizzati dal pubblico. In questa situazione, è consigliabile individuare i contenuti. Ciò ti darà la possibilità di adattarli alle caratteristiche del pubblico in ciascun paese.

3.- Architettura del sito Web

Architettura del sito Web

Tra i fattori fondamentali, troverai tutto ciò che riguarda gli aspetti tecnici, l’architettura del tuo sito Web, i domini, tra gli altri. Devi essere molto sicuro che il tuo sito sarà adatto per ogni paese che desideri raggiungere, la quantità di traffico ti dirà quanto è efficace.

È necessario sapere che per sviluppare diverse versioni di un sito Web puoi creare sottodirectory o sottodomini. La prima opzione servirà per dare la priorità alla trasmissione del collegamento link. Mentre il secondo, dà la priorità al numero di pagine da indicizzare.

Ma sapevi che esistono diversi tipi di architetture? Sì, ce ne sono diverse che possono aiutarti in base a ciò che desideri ottenere. Di seguito vedrai cosa sono e come ti aiuteranno:

  • Strategia dominio per lingua: consente di avere diversi domini o sottodomini indipendenti. Ogni dominio è indicizzato in modo autonomo, consentendo così la disponibilità di URL semantici in ogni lingua.
  • Sottodirectory linguistiche a dominio singolo e reindirizzamenti 301 da domini territoriali – funziona con il sito Web principale, consentendo lo scorrimento dei link. Devi solo concentrarti su un dominio per ottenere più autorevolezza.
  • Sottocartelle per lingua: questo è un po’ più complicato perché devi sviluppare micrositi per ogni dominio territoriale. Non è efficace come le altre alternative.
  • Nome di dominio diverso per ogni lingua o Paese: in questo caso, devi creare siti indipendenti e questo ti consente di lavorare con maggiore autonomia, agilità e flessibilità a livello locale.

4.- Attributo hreflang

In una strategia SEO per altri paesi è essenziale implementare il tag hreflang: rel = “alternate” hreflang = “x”. Questo aiuta Google a capire che il tuo sito web ha diversi URL con lo stesso contenuto, ma tradotti o segmentati per utenti di luoghi diversi. In questo modo, puoi identificare la lingua e, facoltativamente, un URL alternativo.

Quando deve essere applicato questo attributo? Ottima domanda, perché non è qualcosa che dovrebbe essere usato senza essere sicuro della sua funzionalità. Puoi usarlo quando:

  • Il contenuto principale è in una sola lingua e ciò che viene tradotto è il modello, il menu di navigazione e il piè di pagina.
  • Nel caso in cui il contenuto abbia variazioni regionali anche se è nella stessa lingua.
  • Quando il testo è completamente tradotto e ci sono diverse versioni di ogni pagina: in italiano, inglese, portoghese.

5.- Geolocalizzazione dei contenuti

Geolocalizzazione dei contenuti

Tieni presente che i motori di ricerca tendono a favorire i contenuti locali nei loro risultati. Per questo motivo, è necessario aggiungere la geolocalizzazione al piano d’azione SEO per altri paesi. Successivamente sarai in grado di conoscere le diverse opzioni che ci sono:

  • Rete di distribuzione del contenuto: sono un insieme di server in diversi punti di una rete. Hanno copie locali di determinati contenuti archiviati su altri server, generalmente geograficamente distanti.
  • Geolocalizzazione fisica dell’hosting: alcuni provider ti consentono di scegliere il luogo in cui desideri individuare ciascun piano di hosting per il tuo sito. Questo grazie al fatto che i data center sono distribuiti in diversi paesi.
  • Imposta l’orientamento geografico in Google Search Console: qui puoi indicare il Paese verso cui stai indirizzando il dominio, il sottodominio o la sottodirectory.
  • Indicatori locali: sono i numeri di telefono del paese di destinazione e altre forme di contatti specifici per quella nazione.

6.- Linkbuilding

Affinché la strategia di ottimizzazione del tuo sito Web sia completa per gli altri Paesi, devi tenere presente l’importanza della creazione di link di qualità nei paesi / nelle lingue in cui desideri posizionarti. Devi adattare il tuo piano all’ambiente in cui ti muovi, poiché il pubblico in ogni paese ha interessi diversi.

Conosci già i passaggi che devi seguire per avere un sito web ottimizzato che applica la SEO per altri paesi. È ora di mettersi al lavoro. Se hai bisogno di aiuto, puoi trovarlo in Antevenio. Ti offriamo supporto per migliorare il tuo posizionamento in modo organico.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?