Campagne di smart shopping su Google: come aumentare le vendite

settembre 02, 2020
Redazione
SEM
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Campagne di smart shopping su Google:

Se stai cercando di aumentare le tue vendite, devi imparare come creare campagne di smart shopping. È un’ottima strategia per l’e-commerce, quindi se ne hai uno, dovresti provare. Una volta avviata, vedrai come il traffico del tuo sito web inizia ad aumentare.

Questi tipi di campagne includono annunci Shopping di prodotti e annunci display. Si affidano all’offerta automatica e al posizionamento degli annunci per promuovere i prodotti di un feed su diverse reti Google.

Inoltre, ti danno la possibilità di remarketing ai clienti esistenti, oltre a mostrare i tuoi prodotti a nuovi consumatori e connettersi con nuovi utenti attraverso le piattaforme e i formati di annunci offerti dal gigante di Internet.

Vantaggi dello smart shopping

Come ogni strategia di marketing, anche questa ha diversi vantaggi per la tua azienda. Quindi, se ancora non hai il coraggio di creare le tue campagne utilizzando lo smart shopping, allora devi vedere i vantaggi che otterrai applicandolo:

  • Le conversioni del tuo sito web aumenteranno grazie a questi annunci.
  • Otterrai più contatti. Questo grazie al fatto che otterranno le informazioni sul prodotto prima di fare click sull’annuncio.
  • Anche il traffico del tuo sito web aumenterà.
  • Questi annunci semplificheranno la gestione delle tue campagne.

Come funzionano queste campagne

Come funzionano google smart shopping
È importante che prima di iniziare a creare le tue campagne di smart shopping, tu sappia prima come funzionano. Ti aiuterà quando inizierai a lavorare con questo tipo di pubblicità su Google. La prima cosa su cui dovresti essere chiaro è che funzionano attraverso l’apprendimento automatico.

Ciò significa che il sistema stesso è responsabile dell’estrazione delle informazioni dal feed del prodotto. Successivamente, testerà diverse immagini e testi che hai fornito per mostrare gli annunci più pertinenti. Questi appariranno su varie reti Google, come YouTube, Gmail, la rete di ricerca e la Rete Display.

Allo stesso modo, seleziona gli annunci più appropriati per ogni utente, ma lo fa tenendo conto di due fattori. Il primo si basa sulle ricerche effettuate dalla persona, oltre che su una previsione di intenzione per mostrare i tuoi prodotti in base alle parole chiave che hai utilizzato nel tuo feed.

Nel caso del secondo fattore, Google si affida alla Rete Display per personalizzare gli annunci in base alla precedente interazione dell’utente con il tuo sito web. In questo modo, puoi creare gli annunci che interessano davvero il tuo pubblico.

Requisiti per gestire campagne di smart shopping

Requisiti per gestire campagne di smart shopping
Prima di iniziare con la creazione delle tue campagne, è essenziale che tu sappia tutto ciò che Google richiede in questo caso. Tieni presente che se non hai questi i requisiti, non sarai in grado di gestire gli aspetti necessari. Quindi prendi nota di tutto ciò che ti serve per entrare nello smart shopping:

  • Implementa il tag di Google Analytics sul tuo sito web.
  • Imposta il monitoraggio delle conversioni.
  • È inoltre necessario impostare il monitoraggio per valori di transazione specifici.
  • Devi avere una cronologia di almeno 20 conversioni negli ultimi 45 giorni in tutte le tue campagne Shopping standard.
  • Devi disporre di un elenco per il remarketing che abbia almeno 100 utenti.
  • Rispettare e seguire le politiche pubblicitarie stipulate.

Come aumentare le tue vendite con lo smart shopping

È arrivato il momento! Ora imparerai come creare le tue campagne di acquisti intelligenti su Google. Ma se non lo sai, devi solo seguire i seguenti suggerimenti:

1.- Appoggiati a Google Merchant Center

Google merchant center
Stai cercando di avere successo nella tua campagna? Quindi devi avere un account in Google Merchant Center. Sarà il tuo grande alleato in questo processo, perché è lì che caricherai il feed con l’elenco dei tuoi prodotti. Ma la cosa più importante è che lì vedrai se i tuoi prodotti sono approvati o rifiutati e molte più informazioni che ti saranno utili.

È essenziale rivedere regolarmente questo strumento. Ricorda che è lei a dirti il ​​numero di prodotti che sono stati approvati. E nel caso di quelli rifiutati, ti consigliamo di provare a revisionarli. Pensa che più articoli hai a disposizione, maggiori saranno le tue vendite.

2.- Usa immagini di qualità

immagini per google smart shopping
Uno degli aspetti più importanti in Google Shopping è la qualità delle immagini. Tieni presente che è essenziale fornire la migliore esperienza visiva agli utenti. Le persone che vedono gli annunci si affidano alle foto per decidere se effettuare l’acquisto o meno.

Tieni a mente le regole e i consigli offerti da Google prima di scattare foto dei tuoi prodotti. In caso contrario, potrebbe non essere approvate o semplicemente non avere l’impatto desiderato. Qui hai alcuni suggerimenti che possono aiutarti ad ottenere l’immagine perfetta:

  • Usa uno sfondo bianco o grigio chiaro.
  • Assicurati che le immagini siano prive di errori o sfocate. L’idea è che lo scatto sia il più pulito possibile in modo che l’utente possa apprezzare bene il prodotto.
  • Non utilizzare rendering, devi mostrare il prodotto reale. Pertanto, è consigliabile scattare le proprie fotografie o assumere un fotografo professionista per scattarle.
  • Tieni presente che il prodotto deve occupare non meno del 75% e non più del 90% dell’immagine completa.
  • Non usare mai filtri sulle immagini dei prodotti.

3.- Migliora i titoli

parole chiave su google smart shopping
Pensa e analizza i titoli con molta attenzione per identificare i tuoi prodotti. Ricorda che questo dipenderà dal fatto che l’utente lo trovi durante la ricerca. Pertanto, è necessario utilizzare correttamente le parole chiave. Dovrebbero essere facili da trovare e interessanti per il pubblico.

È inoltre essenziale che offra informazioni preziose per l’utente. Ciò significa che devi essere in grado di mostrare le caratteristiche e l’offerta. Per farlo, hai 150 caratteri: metti l’essenziale all’inizio, perché normalmente compaiono solo i primi 70 caratteri.

4.- Ottimizza la descrizione

Ottimizza la descrizione
Le immagini sono senza dubbio un fattore molto rilevante, ma devono essere accompagnate dalla descrizione del prodotto. Qui è importante includere le parole chiave che ti aiuteranno a posizionarti. Puoi usare 5.000 caratteri che ti consentono di menzionare le caratteristiche più importanti di ciò che offri.

Devi essere il più specifico possibile, spiegare ogni dettaglio. Idealmente, l’utente non dovrebbe avere dubbi sul prodotto che desidera acquistare, in modo che la decisione di acquisto non venga ritardata. Una buona opzione è mettere una descrizione simile a quella che hai sulla tua landing.

5.- Lavora sulla qualità del tuo feed

qualità del feed smart shoping
Il feed è la lettera di presentazione della tua attività, quindi deve essere impeccabile. Per ottenere questa qualità, è necessario tenere conto di due fattori. Uno è relativo agli attributi, quindi devi fornire dati come: google_product_category, color, size_type, tra il resto.

Dall’altra c’è la qualità dei dati che si basa sulle informazioni in generale. È qui che spicca l’importanza di avere titoli e descrizioni ottimizzati, in base alla ricerca dell’utente. Per ottenere ciò è necessario tenere conto di alcuni aspetti:

  • Usa sinonimi.
  • Lavora con i termini che si usano per cercare i tuoi prodotti.
  • Specifica il colore e le dimensioni.
  • Menziona il brand.

6.- Crea una buona struttura

Un altro aspetto importante è la struttura delle tue campagne che influenza direttamente i risultati di Google Shopping. Deve essere in linea con gli obiettivi della tua attività, quindi pensa ai prodotti migliori, a quelli che vendi di più, ecc.

Avere una buona struttura ti dà la possibilità di rivedere i termini di ricerca che hanno attivato i tuoi annunci per acquisti intelligenti. Puoi anche escludere quelli che non sono rilevanti per la tua campagna. Questo ti aiuterà ad avere il controllo del rendimento dei tuoi annunci e a reagire ai cambiamenti che potrebbero verificarsi.

7.- Proponi prezzi e offerte interessanti

offerte su Google smart shoppingCome distinguersi dalla concorrenza? La chiave è offrire prezzi competitivi. È essenziale, poiché Google Shopping offre all’utente la possibilità di confrontare il prezzo dello stesso prodotto in diversi negozi. Pertanto, tende a giocare a tuo favore il fatto che i tuoi prodotti siano più economici di quelli della concorrenza (quando si tratta dello stesso articolo), poiché ciò genera più conversioni e vendite.

Lo stesso accade nel caso delle offerte, che devono essere abbastanza interessanti. Non è necessario regalare il prodotto, e solo abbassando di qualche centesimo vedrai i risultati e l’aumento del CTR.

8.- Realizza campagne di remarketing

Un grande vantaggio di Google Shopping è che puoi utilizzare gli elenchi per il remarketing per gli annunci della rete di ricerca (RLSA). Ciò significa che quando un utente fa click sul tuo annuncio o visita il tuo sito e se ne va senza acquistare nulla, la prossima volta che cerca lo stesso prodotto, il tuo annuncio verrà visualizzato in una posizione migliore.

Ora che sai cosa devi fare per creare annunci di smart shopping e iniziare a vendere di più, devi solo iniziare a lavorarci. Per aiutarti in questo processo, in Antevenio possiamo supportarti creando una perfetta strategia di Google SEM e di performance di marketing in modo da attirare più clienti con le tue campagne.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies