Guida dettagliata per misurare le tue campagne con Google Analytics

giugno 25, 2020
Redazione
Ti è piaciuto il nostro articolo?

campagne misurare

Per avere successo nella tua strategia di marketing, devi imparare a misurare le tue campagne con Google Analytics. Ciò ti consentirà di conoscere i risultati che stanno ottenendo e di migliorare ciò che non funziona. Conoscendo queste informazioni, avrai la possibilità di ottimizzare le prestazioni della tua attività.

In questa era digitale, è essenziale valutare e analizzare le metriche dei progetti che si stanno gestendo. Per questo motivo, è molto importante che tu sappia padroneggiare questi tipi di strumenti. Inoltre, l’analisi è un ottimo alleato per raggiungere un buon posizionamento sul web.

Come se ciò non bastasse, ti consente di tracciare varie aree del tuo dominio. Ad esempio, il volume delle visite, il tempo in cui l’utente rimane sulle pagine, i canali di origine e persino le conversioni.

Importanza di Google Analytics per le tue strategie

campagne misurare
Misurare le tue campagne con Google Analytics ti consente di controllare cosa succede nella tua strategia. Ti dà anche l’opportunità di comprendere il comportamento dei visitatori che navigano nel tuo sito Web, il che è essenziale. Infatti, attualmente fattori come il processo decisionale e la definizione dei budget sono condizionati all’analisi di questi dati.

Oltre ad essere uno strumento gratuito, ha un’interfaccia amichevole. Si integra facilmente con altri prodotti Google e ha una grande capacità di elaborazione dei dati. Inoltre, consente di estrarre report personalizzati per esigenze diverse. Puoi eseguire qualsiasi operazione, dall’analisi di base a report complessi.

Non c’è dubbio che sia una buona alternativa per effettuare valutazioni delle tue campagne. Con tutte le informazioni fornite, puoi migliorare il modo in cui pubblicizzi la tua azienda. Ma per raggiungere questo obiettivo, devi sapere molto di più a riguardo.

Vantaggi di Google Analytics

misurare campagne google analytics
È importante conoscere i vantaggi di questo strumento, in modo da poter sapere tutto ciò che ti offre. Questi aspetti positivi ti spingeranno a usarlo per misurare le tue campagne. Quindi se non sai cosa sono, presta attenzione perché li troverai di seguito:

  • Servizio gratuito, che lo rende facilmente accessibile per le piccole e medie imprese.
  • Fornisce un’analisi sofisticata delle visite al tuo sito.
  • Offre segmentazione avanzata, report personalizzati, grafica dinamica, tra il resto
  • È compatibile con Google Ads o il posizionamento web tramite pay per click (PPC). Pertanto, è possibile ottenere gli indicatori sul ritorno sull’investimento degli annunci.
  • Pratico e facile da usare, non richiede un esperto.
  • Compatibile con siti Web di qualsiasi dimensione.
  • Tiene traccia di tutte le campagne, da Google Ads, email, posizionamento web, parole chiave.
    Fornisce un servizio sicuro.

I passaggi per misurare le tue campagne con Google Analytics

È giunto il momento per te di imparare a misurare le tue campagne con Google Analytics. Se non hai idea di come dovresti farlo, allora dovresti prestare molta attenzione alle seguenti informazioni. Prendi nota dei passaggi che osserverai di seguito, ti saranno di grande aiuto:

1.- Visite alla tua campagna

Visite campagna Google Analytics
Questa è la misura fondamentale che ti fornirà. Le visite vengono generate ogni volta che un utente fa click sulla tua campagna e la naviga. Questa sarà senza dubbio la base della tua analisi e, attraverso di essa, sarai in grado di estrarre tutte le informazioni essenziali sull’esecuzione della tua strategia.

2.- Numero di visite uniche organiche

Il numero di visite organiche uniche ti dà la possibilità di sapere quanto movimento hanno le tue campagne. Quando si parla di questo aspetto, si fa riferimento al numero di utenti che visitano il tuo sito Web, tenendo conto solo della prima visita di ciascun visitatore.

Perché è essenziale basarsi su questi aspetti? Perché, per ora, le visite a pagamento non ti consentono di determinare se il contenuto che hai caricato sulla tua pagina sta dando risultati e attira più utenti. Per avere successo con le tue campagne, devono essere in grado di attirare l’attenzione dei visitatori che accedono a Internet. Devi generare abbastanza interesse in modo che siano incoraggiati ad accedere al tuo sito.

3.- Controllare le visite ricorrenti

Come puoi vedere, le visite hanno una grande rilevanza nella misurazione delle campagne con Google Analytics. In questo caso, sono quelli ricorrenti, con i quali puoi sapere quanto sono interessanti i tuoi annunci per il tuo pubblico. Se lo trovano davvero attraente, torneranno al canale in cui l’hanno trovato.

È possibile eseguire un’analisi sulla qualità dei tuoi contenuti. Se l’utente ritorna o no, è importante sapere perché ciò accade, per valutare cosa fa: torna o non torna. In questo modo, se la strategia è positiva, ciò che dovresti fare è replicarla su altre campagne.

4.- Visualizzazioni di pagina

Visualizzazioni di pagina Google Analytics
Questo aspetto va di pari passo con visite organiche e ricorrenti uniche. Questo perché la metrica delle visualizzazioni di pagina è responsabile della misurazione delle pagine visitate. In breve, si riferisce al numero di volte in cui la tua campagna riceve un visitatore attraverso i diversi canali.

A seconda delle visualizzazioni di pagina, sarai in grado di determinare la sezione che ottiene i risultati migliori. Questo a sua volta ti consente di stabilire dove la tua campagna sta avendo più successo.

5.- Frequenza di rimbalzo

La frequenza di rimbalzo delle tue campagne è un altro elemento importante che devi misurare con Google Analytics. Ciò ti dà la possibilità di sapere se le persone sono interessate ai tuoi annunci una volta che vengono mostrati accedendo al tuo sito web. Se rimangono sul sito, ciò non influirà sulle tue metriche, ma se escono, significa che l’utente non ha trovato ciò che voleva e lo cercherà altrove.

Ti consente di misurare l’interesse che gli utenti mostrano una volta entrati nella tua landing page, blog, social network, tra gli altri. È imperativo che le tue campagne colpiscano abbastanza da poter convincere la persona. L’idea è che abbiano il desiderio di visitarti di nuovo perché offri loro ciò di cui hanno bisogno.

Per questo motivo, devi prestare particolare attenzione alla frequenza di rimbalzo. Se la percentuale è molto alta, è perché qualcosa non va. Ma la buona notizia è che, con l’analisi, puoi determinare cosa sta causando questo. In questo modo, puoi correggerlo immediatamente per migliorare quelle cifre.

6.- Origine delle visite in relazione con le tue campagne

Origine delle visite Google Analytics
Comunemente, le aziende online tendono a segmentare le campagne in base al pubblico che ricevono. Ciò è ancora più delicato quando il pubblico proviene da varie fonti di traffico. D’altra parte, se conosci queste informazioni, puoi adattare i tuoi annunci a quel pubblico.

Puoi saperlo tramite Analytics, devi solo inserire “Acquisizione> Tutto il traffico> Canali”. Una volta visualizzati i dati, sarai in grado di osservare tutti gli elementi necessari per determinare l’origine delle visite. Inoltre, avrai la possibilità di segmentarli in base alla fonte da cui provengono. Inoltre, questo ti dà un’idea chiara su quali canali puoi investire per ottenere il massimo dalle tue campagne.

7.- Confronta le tue metriche

Un altro fattore importante durante l’analisi delle tue campagne con Google Analytics è il confronto delle metriche. È probabilmente la tecnica più diretta e forse quella che funziona meglio. Puoi applicarlo a qualsiasi obiettivo che ti sei prefissato, purché sia ​​attraverso questo strumento.

Si tratta di fare un confronto tra le metriche attuali offerte da Analytics e quelle che sono state lanciate quando si è iniziato a lavorare con una nuova strategia. Devi controllare attentamente punto per punto per vedere se c’è stato un cambiamento positivo o negativo nei risultati. Per farlo, devi solo andare sul pannello temporaneo che troverai nell’angolo in alto a destra.

Google Analytics eseguirà questa analisi sulla base di 4 punti fondamentali quali visite alla pagina uniche, frequenza di rimbalzo, visite ricorrenti e numero di visualizzazioni di pagina. Così, puoi sapere se la tua campagna è riuscita a raggiungere gli obiettivi prefissati.

8.- Crea i tuoi rapporti personalizzati

rapporti personalizzati
Google Analytics ti fornisce infiniti dati utili per analizzare le tue pagine, è meglio concentrarsi solo sulle informazioni rilevanti per le tue campagne. E puoi farlo grazie all’opzione fornita da questo strumento con il quale puoi creare i tuoi report personalizzati.

Lì puoi includere le metriche e gli aspetti che più ti interessano. Inoltre, puoi progettare diversi tipi di report per segnalare dati specifici alle diverse attività. Inoltre, ti dà la possibilità di unire diversi grafici e metriche nella stessa vista.

Ora che sai come misurare le tue campagne con Google Analytics, è ora di mettersi al lavoro per migliorare la tua strategia. Ricorda che i dati che ottieni sono ciò che ti aiuterà a determinare cosa sta andando bene e cosa devi migliorare. Qualcosa per cui devi avere specialisti nel marketing digitale come Antevenio. Anticipiamo le tue esigenze!

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies