Retargeting su Facebook e Instagram: best practices

giugno 20, 2019
Redazione
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Retargeting su Facebook e Instagram

Fare retargeting su Facebook e Instagram è necessario. Una delle esperienze più frustranti del marketing è sapere che stai perdendo clienti pontenziali nel tuo imbuto. E che inoltre non dipende da motivi naturali.
Internet è un luogo che distrae e i clienti possono visitare la tua pagina e lasciare articoli nel carrello del ecommerce ma sicuramente si dimenticano di completare la transazione.

E se ci fosse un modo per seguirli e spingerli a completare le azioni? È qui che entra in gioco il retargeting.

Il retargeting ha cambiato radicalmente il modo in cui gli inserzionisti approcciano i clienti potenziali. Ora hanno la possibilità di inviare annunci iper segmentati mediante il tracciamento dei comportamenti degli utenti. E in ogni sezione dell’imbuto.

Perché retargeting?

Il retargeting è sicuramente una pratica controversa dato che dipende dal tracciamento dei visitatori. Ciò può generare problemi reali di privacy. Sicuramente hai sperimentato la sensazione da brivido di vedere annunci di un prodotto che hai cercato su Amazon mesi prima.

Il retargeting su Facebook e Instagram non è così inquietante. Se hai un tono genuino e strategico puoi prestare un servizio alla tua audience dato che ricorderai la presenza del tuo brand. Alla fine il retargeting è semplicemente il modo migliore di offrire agli spettatori annunci rilevanti basati sugli interessi e il comportamento passato.

Non solo puoi aiutare le persone a finalizzare le transazioni, puoi anche dirigerti ai visitatori che vedono la tua pagina. Ciò ti permette di inviare annunci adattati alle loro necessità.

Inoltre, l’espansione dei social come Facebook e Instagram ha permesso che gli utenti famigliarizzassero con gli annunci orientati agli interessi. Ciò fa sì che il retargeting sia una presenza meno visibile.

I cookies e i meccanismi di tracciamento sono quasi vecchi come internet. Ma il pixel di Facebook ha reso questo processo più accessibile alle organizzazioni che altrimenti avrebbero difficoltà a implementare la strategia. Integrando Facebook pixel al tuo sito puoi partecipare al tracciamento delle conversioni. Anche creare audiences basate su visite di pagine specifiche.

Perché il retargeting su Facebook e Instagram è necessario?

La ricerca di retargeting su una piattaforma come Instagram offre molte opportunità. Una è la possibilità di raggiungere nuove audiences e provare i messaggi in una piattaforma altamente visuale. Sembra poco funzionale ma l’integrazione di Instagram con gli annunci di Facebook fa sì che sia davvero facile creare annunci di retargeting ad alta conversione.

Il retargeting mal gestito può essere un problema dal punto di vista del consumatore. Qui potresti vare un impatto tramite annunci web che non conosci e potresti risultare intrusivo.

Il retargeting su Facebook e Instagram cerca di basarsi su contenuto organico

Ovviamente il formato di Instagram rappresenta un’opportunità affinché il tuo brand possa entrare in contatto con il pubblico target in maniera visuale. Può essere un metodo meno intrusivo. Le campagne di retargeting come quelle di Airbnb sono ben orientate e gli spettatori non le considerano nemmeno annunci. Queste campagne sono viste come remind utili per fare le prenotazioni.

Come sempre la migliore strategia per il marketing sui social, che sia Facebook o Instagram, è adattare la sperimentazione e l’interazione. Anche se il tuo brand non vuole gestire una campagna Instagram al completo può approfittare dell’implementazione di Facebook Pixel in una nuova piattaforma come Instagram.

Questo ti permette di trovare informazioni di valore sull’efficacia della tua strategia globale di segmentazione annunci e ti spingerà a orientare meglio i tuoi messaggi.

Se decidi di dare priorità a Facebook o Instagram nella tua strategia di retargeting dipende da te. Ma con la capacità di Facebook Pixel di unire entrambe le piattaforme, è più facile decidere.

Best practices di retargeting su Facebook e Instagram

Ti consigliamo, per approcciare i tuoi clienti potenziali, di seguire alcuni consigli e tecniche di ottimizzazione delle tue campagne.

1 – Fai un tracciamento dei visitatori con il pixel di Facebook

Retargeting su Facebook e Instagram

Se vuoi fare retargeting su Facebook e Instagram devi dirigerti a un pubblico specifico come la Facebook Custom Audience.

Per implementare questo aspetto devi definire la tua audience ed è qui che entra in gioco il tracciamento dei visitatori con il pixel di Facebook. Su Facebook hai una guida per installare il pixel.

2 – Segmenta la tua audience

Dato che è probabile che i tuoi visitatori abbiano diversi interessi, si deduce che devono essere mostrati diversi annunci. Al posto di mostrare a tutti i visitatori del sito lo stesso annuncio su Instagram devi considerare di creare audiences specifiche per ogni pubblicità creata. Alcuni esempi di audiences utili sono:

  • Clienti consolidati
  • Persone che ti hanno cercato
  • Utenti che non hanno portato a termine una transazione
  • Visite ripetute

Una volta che hai stabilito questo aspetti devi continuare a creare offerte pubblicitarie ben allineate con le aspettative dei diversi segmenti.

3 – Escludi le conversioni

Considerando che gli annunci sono orientati specificatamente a persone che non hanno effettuato una conversione (per esempio se un utente ha effettuato un acquisto è già passato alla tappa successiva dell’imbuto) devi avere cura di escludere coloro che hanno già convertito. Se non lo fai corri il rischio di dare fastidio ai clienti leali.

Se vuoi essere ancora più specifico dovresti pensare di escludere le persone che hanno cliccato sul tuo annuncio di retargeting per non vederlo ulteriormente.

4 – Aggiungi il tuo pubblico

Facebook ti permette anche di caricare i tuoi dati da una lista di iscritti per creare audiences personalizzate. Questa caratteristica ti permette di implementare campagne orientate che possono essere dirette a persone che, per esempio, si sono iscritte alla tua newsletter o a una determinata offerta. Così puoi creare annunci diretti ad essi.

Questo tipo di annunci di Facebook per utenti che hanno già segnalato un interesse verso il tuo brand o prodotto ti aiuteranno a mantenerti nel suo top of mind. In questo modo migliorerai le tue conversioni e il ROI della tua strategia di marketing.

Così non spenderai troppo per gli utenti che non conosci. Destinerai il tuo budget marketing a utenti che hanno mostrato interesse per il tuo prodotto.

5 – Identifica in che fase dell’imbuto di conversione sei

L’imbuto di conversione è una rappresentazione grafica di tutto il processo di acquisizione cliente. Ha la forma di un imbuto dato che non tutti i contatti che manifestano interesse generano poi una conversione. Quindi il volume si riduce man mano che si avanza. Queste sono le sue fasi:

Awareness (fase che precede l’entrata nell’imbuto): l’utente si rende conto di avere una necessità.

  • TOFU (top of the funnel): l’utente comincia a cercare informazioni
  • MOFU (middle of the funnel): l’utente sta valutando diverse opzioni
  • BOFU (bottom of the funnel): l’utente ha considerato le opzioni disponibili ed è ancora interessato al nostro brand.
  • Conversione: la chiusura dell’imbuto, quando l’utente si converte in cliente.

Ad ognuna di queste fasi si abbina un tipo di pubblicità diverso. E la pubblicità di Instagram o Facebook non sono un’eccezione.

6 – Gioca con i tempi

Ti piacerebbe che tornassero gli utenti che sonno stati sul tuo sito o nel tuo negozio tempo fa? Vuoi essere ancora nel top of mind delle persone che hanno visitato il tuo sito negli ultimi 30 giorni?

Devi personalizzare la tua campagna di retargeting perché si adatti agli obiettivi temporali che desideri. Pensa strategicamente a come si può adattare e utilizza la variabile tempo a tuo favore.

7 – Aumenta le vendite con azioni incrociate

La campagna di retargeting può dirigersi a quelle persone che hanno lasciato la loro mail. Anche i clienti raccolti attraverso il pixel della pagina di ringraziamento.

Le campagne di retargeting di Facebook possono essere semplici e dirette o possono essere molto complesse e noiose. Per ottenere il rendimento che cerchi devi concentrarti sul migliorare il servizio ai tuoi clienti. Crea annunci della campagna di retargeting come opportunità per ricordare alla gente come puoi aiutarla a ottenere ciò che vuole.

8 – Crea gli annunci

Per continuare con il retargeting su Facebook e instagram il passo successivo è creare annunci efficaci allineati con i segmenti dell’imbuto. Non solo devi inserire i tuoi annunci di Facebook e Instagram e aspettare che funzionino. Instagram è una piattaforma diversa che è altamente visuale.per questo devi usare contenuto con un testo minimo e un’estetica altamente visuale.

Inoltre l’ideale è che tu sia strategico nel modo in cui assegni le risorse. Le persone che hanno visitato il tuo sito una volta non devono avere la stessa priorità di chi ha visitato le pagine ad alta conversione. Come per esempio la pagina con i prezzi. Perché la grafica e il budget di ogni segmento di annunci si deve adattare di conseguenza.

Fai A/B test continui per i diversi segmenti di annunci. Così verificherai quale messaggio risulta più interessante. Se segui queste best practices di retargeting su Facebook e Instagram farai in modo che l’imbuto non sia troppo stretto.

Ti piacerebbe aumentare la tua visibilità sui social? Stai cercando un modo per raggiungere il tuo pubblico target per migliorare le tue conversioni e attirare nuovi clienti?
In Antevenio ti aiutiamo a generare leads sui social per trasformarli in clienti.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies