Nuovi consumatori e salute mentale. Costruire contenuti empatici

Luglio 01, 2020
Redazione
Ti è piaciuto il nostro articolo?

contenuti empatici

Se capisse davvero il valore del contenuto empatico, ogni brand lo userebbe quotidianamente nelle proprie strategie di marketing. Avere la capacità di capire come pensa l’altro, potrebbe fargli venire il mal di testa sia nel mondo offline che nelle sue azioni di marketing digitale.

Bene, se c’è qualcosa su cui lavorano tutti i content creators empatici, è la possibilità di costruire messaggi. Ma sviluppare un discorso coerente non è un compito così facile. I messaggi che vengono lanciati devono sempre penetrare nella mente dei clienti per ottenere una risposta positiva.

Qual è il vero contenuto empatico?

Il contenuto empatico è un contenuto che va oltre la semplice copertura delle esigenze del nostro pubblico. Oltre a offrire una serie di informazioni utili, è in grado di comprendere le motivazioni personali specifiche che guidano il consumo.

Il vero contenuto empatico è un contenuto che ha la capacità di creare un viaggio condiviso tra il brand e il suo pubblico. Pertanto, implica una connessione più profonda e una reale comprensione dei tuoi follower a un livello molto più emotivo. A partire dalla definizione di empatia della dott.ssa Brene Brown, è la capacità di “sentire le persone”.

I contenuti empatici nel contesto del marketing riguardano la capacità di mettere le esigenze del pubblico davanti alle tue. Mettiti nei loro panni per capire le sfide che devono affrontare. In breve, il marketing dei contenuti empatico considera il suo pubblico prima del suo messaggio.

Ascolta per capire, la base del contenuto empatico

empatici marketing
Il principio descritto dal content creator Verónica Ruíz del Vizo si basa sul fatto che “nel comportamento del tuo pubblico troverai grandi risposte”. Si tratta è mettersi nella situazione dell’altro per capire un po’ di più quali sono le sue motivazioni e come sviluppare messaggi che risveglino risposte emotive.

Anche senza parlare direttamente con te, il tuo pubblico sta generando dati su Internet. Informazioni essenziali su quali sono i loro interessi, cosa li preoccupa, come è il mondo esterno per loro e come viene disegnato il panorama nella loro vita più intima.

Questo tipo di dati, che possono essere ottenuti grazie alle strategie di ascolto sociale, sono le risposte di cui le aziende e le organizzazioni hanno bisogno per sviluppare contenuti empatici che incidano sulla vita del pubblico.
Situazioni globali come la pandemia, hanno permesso di catturare un nuovo numero di insigths.

Bene, la quarantena sociale obbligatoria ha messo quasi tutto il pubblico davanti a esperienze relativamente comuni. Ciò ha dato ai brand l’opportunità di lavorare a livelli all’interno di ciò che sarebbe considerato contenuto empatico.

A marzo, i contenuti relativi al coronavirus hanno rappresentato il 21% di tutte le storie in tutti i settori. Una presenza che ha subito un aumento significativo a febbraio. Il tasso è rimasto stabile fino ad aprile, dopo di che è leggermente diminuito fino alla fine di maggio.

Parole come ansia, depressione, disturbi del sonno, demotivazione, ecc. Sono alcuni dei più comuni sui motori di ricerca. Come risultato dei giorni di chiusura, quali sono contenuti empatici adatti per accompagnare il tuo pubblico in questi tempi difficili?

Il confinamento ha amplificato i problemi di salute mentale

Studi recenti indicano un aumento abbastanza significativo dei problemi di salute mentale della popolazione, in particolare il 79% degli utenti dei social network è preoccupato per la propria salute mentale o indica di essere peggiorato.

Diverse restrizioni di chiusura, azioni del governo e indisponibilità dei servizi sanitari influenzeranno sicuramente in modo diverso l’atteggiamento dei gruppi generazionali. Ma è chiaro che la crescente preoccupazione per la salute mentale è di vasta portata in questo momento di crisi.

Anche concentrandosi su tutte le generazioni, indipendentemente dal fatto che abbiano espresso preoccupazione o meno, si può vedere un peggioramento importante della salute mentale. Secondo i dati forniti da organizzazioni come il Global Web Index, quasi la metà delle generazioni Z, X e baby boomer afferma che la loro salute mentale è peggiorata durante la crisi. Mentre questo dato scende a poco meno di 4 su 10 per i millennial.

Nonostante il maggiore uso dei media digitali dall’inizio del confinamento a causa del coronavirus, per coloro che stanno vivendo un momento difficile, il contenuto non è necessariamente una soluzione positiva a un problema difficile.

Cioè, c’è un forte desiderio per i brand e i governi di iniziare a creare contenuti empatici. L’obiettivo è aprire la conversazione considerando la salute mentale, durante e dopo la crisi pandemica.

In che modo ciò influisce sulla salute mentale?

future of content marketing
Comunicare non è mai stato così importante prima. Le aziende dedicate al settore sanitario lo sanno. La pandemia e la recessione economica hanno messo a dura prova la salute mentale dei consumatori di tutto il mondo.

Numerosi studi associano l’isolamento fisico a disturbi di salute come insonnia, depressione, anoressia nervosa, ansia e obesità. E il problema è particolarmente pronunciato nelle case in cui vivono adulti e adolescenti più grandi.

Pertanto, lo sviluppo di strategie di comunicazione basate sul contenuto empatico è di vitale importanza. Se creati con voce amichevole, possono accompagnare il cliente fino in fondo. Per questo, alcune piccole azioni potrebbero servire, ma servono a costruire una relazione stabile con i tuoi clienti e potenziali acquirenti o pazienti.

1.- Chiedi ai tuoi follower come si sentono

Ottenere risposte immediate non è probabilmente facile. Ma in questo passaggio, la coerenza è la chiave. Scopri dagli esperimenti, qual è il momento più appropriato per iniziare una conversazione con il tuo pubblico. È utile creare contenuti di intrattenimento e informativi. Ma l’ascesa dei social media ha aperto una strada per costruire relazioni meno distanti.

È proprio questo, che ha reso i brand e gli artisti personali così popolari nel pubblico. La capacità di capire che dall’altra parte non c’è una figura fredda ma un essere umano, che è disposto ad ascoltare è importante.

Inoltre, per qualche misteriosa ragione, in tempi come questi le persone cercano i leader. E come professionisti in un’area specifica, è il momento di diventare un leader nel tuo settore.

2.- Smetti di fare rumore e aggiungi valore

Tra così tante informazioni, truffe e promozioni, molti ormai sono stufi dell’uso dei loro telefoni cellulari e informazioni vuote. Quindi è il momento di creare contenuti empatici al ritmo del cuore.

Ad esempio, puoi offrire ai tuoi follower un percorso di cose da fare con il telefono spento. Anche esercizi di respirazione o una guida di emergenza per superare qualsiasi crisi legata alla salute mentale sono buone idee. Sicuramente piaceranno al tuo pubblico.

Se sei un professionista della salute mentale, puoi fare uno sconto per gli anziani o i pazienti speciali; è un’altra opzione con cui puoi iniziare una conversazione che contribuisce a generare contenuto empatico nel tuo account. È tempo di condividere contenuti utili e pertinenti per il tuo pubblico. È tempo di essere pertinenti e coerenti con i tuoi messaggi.

3.- Passa dal parlare con i clienti al parlare con le persone

Se c’è qualcosa che genera empatia, è smettere di essere una soluzione momentanea e diventare un brand riconosciuto, cosa che porterà ottimi risultati. Costruire solide basi di partecipazione tra te e le persone che consumano il tuo prodotto ti aiuterà a resistere alla recessione post-pandemia e ti manterrà nella mente del tuo pubblico.

Racconta la tua esperienza, soprattutto se lo fai con una narrazione amichevole e ben gestita. Un aspetto che attiverà senza dubbio l’empatia dall’altra parte dello schermo. Cerca, per quanto possibile, di fare in modo che la tua calma sia pubblica e il tuo panico privato. Se aggiungi anche lo storydoing a questo aspetto, sarai in grado di trasformare l’empatia in azioni concrete a favore del tuo brand.

4.- Devi essere accessibile

Se vuoi essere in grado di generare contenuti empatici nella tua strategia come brand, devi essere accessibile ai tuoi clienti. Come farlo? Devi facilitare il modo di contattarti per condividere un problema, risolvere dubbi o aprire un canale di comunicazione diretta tra te e il tuo pubblico.

Ma questi canali dovrebbero anche essere un luogo in cui possono sentire la tua voce. Si tratta di grande aiuto per calmare i tuoi utenti e guadagnare la loro fiducia.

5.- Cerca di essere gentile

Per quanto numeri, debiti e calcoli ti preoccupino, non smettere mai di essere gentile. Questa è una delle qualità che più si immedesima nelle tue azioni e conforta il tuo pubblico, l’eroe di questa storia. Aggiungi e costruisci sempre solide basi che resistano a giorni difficili. Vedrai che, in breve tempo, otterrai risultati incredibili nelle tue azioni in marketing.

In Antevenio crediamo nel tuo brand. Vogliamo contribuire alla costruzione del tuo contenuto empatico in modo che tu possa restare nel cuore dei tuoi clienti. Per farlo, ti aiutiamo a creare le migliori strategie possibili di content marketing.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies