Millennials vs Generation Z: come acquistano online

gennaio 09, 2020
Redazione
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Le differenze tra Millennials e Generation Z quando si acquista online sono molte e varie. A volte questi due mercati di nicchia sono confusi tra loro. Ma la realtà è che entrambi hanno le loro caratteristiche e una visione del mondo.

Quando si parla di acquisti online, le differenze diventano molto evidenti in termini di comportamento di acquisto. Sebbene all’inizio possa sembrare che la Generazione Z abbia maggiori probabilità di utilizzare lo smartphone per acquisti e pagamenti, la realtà è che i Millennial sono i principali utenti di questi dispositivi.

In effetti, secondo un sondaggio Epsilon, i giovani nati tra il 1995 e il 2015 preferiscono recarsi nei negozi fisici. Ed è il Millennial che utilizza maggiormente lo shopping online tramite cellulare.

Per quest’ultimo è molto importante non doversi spostare e ricevere gli acquisti a casa. Tuttavia, la generazione Z preferisce il negozio a causa dell’immediatezza e della componente sociale di poterci andare con gli amici.

Millenials vs Generation Z: cosa li caratterizza

Quali sono le caratteristiche che determinano le preferenze di ogni generazione e ciò che le motiva aiuterà a comprendere meglio le differenze nell’acquisto online tra Millennials vs. Generation Z.

1.- Generazione Z: nativi digitali

La generazione Z comprende tutte quelle persone che sono nate dal 1994. Sebbene i millennial costituiscano una delle fasce di età con il maggiore potenziale di consumo, il futuro dei brand è sicuramente legato alla generazione Z.

La caratteristica principale di questa generazione è che sono utenti nativi digitali. Cioè, sono nati “connessi” e sono cresciuti di pari passo con le tecnologie. Inoltre, sono autodidatti e imparano continuamente. Pertanto, sono in grado di gestire più schermi contemporaneamente senza difficoltà.

Sono inoltre una generazione molto creativa e orientata agli obiettivi. Grazie all’influenza dei videogiochi, questa generazione ha un grande spirito di auto-miglioramento. A loro piace sentirsi parte di un gruppo e contribuire con idee e originalità.

Se si confrontano Millennials vs. Generation Z, questi ultimi, cresciuti durante una crisi economica, sono più consapevoli dei problemi sociali e sono più interessati all’ambiente. Nel loro modo di vedere il mondo, non esiste un sogno che non può essere realizzato. Pertanto, molti trasformano il loro hobby in una fonte di reddito.

Sono molto esigenti con i brand che seguono e si informano a fondo prima di acquistare; non solo il prodotto o i servizi ma studiano anche il brand.

Dato che sono molto consapevoli e molto reattivi nei confronti del mondo, si tratta di un pubblico difficile da influenzare in termini pubblicitari. Anche così, i brand sanno che il futuro è nella Generazione Z. Pertanto si sforzano di trovare canali e linguaggi adeguati per raggiungerli.

Alcuni aspetti della Generazione Z

Il modo migliore per comprendere la generazione Z sono i dati. Come si comportano su Internet, quali tipi di dispositivi usano e come lo fanno; i dati danno qualche indizio su come consumano:

  • L’81% dei giovani della generazione Z utilizza lo smartphone per navigare in Internet.
  • Usano i social network molto frequentemente, sono una parte importante del modo in cui comunicano con gli altri. La loro forma di comunicazione è fondamentalmente visiva. Grazie alla loro grande capacità di concettualizzazione, si adattano meglio a immagini e simboli perché trovano più facile catturare i messaggi. Pertanto, le principali reti che utilizzano sono Instagram, YouTube, Vine e Periscope.
  • Sono multi-dispositivo, poiché imparano a gestirli sin da piccoli e sono in grado di gestire fino a cinque schermi alla volta.
  • Vivono con un occhio al futuro. Amano la tecnologia e tendono ad essere consapevoli dei nuovi sviluppi.
  • Sebbene preferiscano fare shopping nei negozi fisici, si sentono a proprio agio con lo shopping online.
  • Sono dinamici e hanno grande iniziativa.

2.- Millennials: amanti della tecnologia

I millennial sono quelli nati tra il 1980 e il 1995 e si caratterizzano per aver subito il cambiamento del millennio. Hanno visto la trasformazione digitale in tutte le sfere della vita in prima linea. Pertanto è una generazione che ha caratteristiche chiave uniche.

Una delle caratteristiche principali è che sono amanti della tecnologia e sono al 100% digitali. Dispositivi mobili, tablet e computer sono completamente integrati in tutte le loro attività. Pertanto, sono il gruppo più numeroso sui social network. Rispetto a Millennials vs Generation Z, quest’ultimo gruppo apprezza molto di più la privacy, mentre i millennial vogliono mostrarsi al mondo.

Inoltre, sono diventati adulti durante un’era di boom economico, quindi sono meno consapevoli dei risparmi e sono più consumisti. Cercano anche successo professionale e alti salari. Ma non come sinonimo di successo; i soldi che guadagnano li investono in viaggi per incontrare nuove culture e persone e questo è ciò a cui danno più importanza.

Sono anticonformisti e idealisti piuttosto che pragmatici. E per quanto riguarda i brand ai quali sono fedeli, cercano soprattutto di essere vicini. Quello che vogliono è sentirsi “amici” dei brand.

Un altro problema che distingue Millennials vs Generation Z è il tipo di comunicazione con cui si esprimono meglio. Anche se a loro piace il contenuto visivo, la loro comunicazione è prevalentemente testuale. Inoltre, hanno una maggiore capacità di concentrarsi e dominare meglio le informazioni poiché tendono a leggere ogni dettaglio.

Alcuni aspetti dei Millennials

Come la generazione Z, anche i Millennial sono utenti avanzati riguardo alla tecnologia e social network.

  • Il 76% dei Millennial possiede uno smartphone e il 90% utilizza i social network, in particolare Facebook.
  • Il 58% è un consumatore molto attivo e spende il 20% in più in viaggi rispetto a qualsiasi altra generazione.
  • È importante che il 74% dei Millennial disponga di un salario elevato. Inoltre, il 50% di loro afferma di valutare il tempo libero e l’orario di lavoro flessibile.
  • Sono anche multi-dispositivo. Tuttavia, il limite è di solito su tre schermi contemporaneamente.
  • In termini di brand, il 63% afferma di seguirli attraverso i social network. E il 43% di loro ammette di seguirne più di 20 su Facebook.
  • Il 58% degli acquirenti online appartiene al gruppo Millennials. Inoltre, il 50% di loro inizia la ricerca per gli acquisti con il dispositivo mobile.

Comportamento di acquisto dei millennial rispetto alla generazione Z

Una volta stabilite le principali differenze tra Millennials e Generation Z, è tempo di fare un confronto su come questi tratti determinano il comportamento di acquisto di entrambi i gruppi.

Per ora è chiaro che i Millennial guidano la generazione che si sente più a suo agio nello shopping online. E quando si tratta di pagare per gli acquisti con il cellulare? Secondo il sondaggio Epsilon, la generazione Z è di nuovo molto più cauta quando si utilizza lo smartphone.

E se qualcosa spicca tra Millennials vs. Generation Z, è che quest’ultimo gruppo ha un maggior grado di preoccupazione quando si tratta di fornire informazioni personali e sensibili su Internet. In realtà, la cifra è del 57%, molto simile a quella della generazione “baby boom” (61%).

Tuttavia, i Millennial tendono ad essere più predisposti a sfruttare il potenziale di tutte le tecnologie per rendere la vita più confortevole. Tuttavia, se si prendono in considerazione entrambe le generazioni, 7 consumatori su 10 acquistano online tramite il telefono cellulare. Anche se questa cifra è leggermente più alta nei Millennials.

Per cosa spendono i soldi?

Un altro problema che distingue Millenials vs Generation Z è quello relativo al tipo di prodotti che consumano abitualmente. In questo senso, il gruppo più giovane di solito spende i suoi soldi principalmente in vestiti (55%), libri (55%), applicazioni (52%) e giochi (50%).

I millennial sono il gruppo generazionale che spende più denaro in viaggi e tempo libero. Danno inoltre priorità ai prodotti tecnologici. In realtà, sono totalmente dipendenti dal dispositivo mobile.

Inoltre, la Generazione Z non ha ancora iniziato la sua vita lavorativa, quindi ha un potere d’acquisto inferiore. Tuttavia, ha un consumo notevole, quindi i brand si sforzano di raggiungere questi destinatari.

Pubblicità e decisione d’acquisto di Millennials vs Generation Z

Per quanto riguarda la pubblicità, quando si confrontano Millennials vs Generation Z, la prima cosa che spicca è che il primo gruppo è molto più difficile da attirare. La ricerca che fanno gli utenti prima di acquistare un prodotto o servizio è molto più approfondita. Inoltre controllano sempre alle opinioni degli altri utenti prima di prendere una decisione.

Sebbene ad entrambi i gruppi piaccia la pubblicità video la Generazione Z non è una grande fan della pubblicità tradizionale. Se un brand vuole raggiungere il gruppo in modo efficace, deve essere più umano e vicino. Pertanto, il marketing emotivo diventa molto importante per questo gruppo.

Ad ogni modo, entrambe le generazioni sono molto esigenti con i brand. Stanno cercando un tipo di pubblicità che non si limiti alla vendita di un prodotto o servizio o spieghi perché è la migliore azienda al mondo. Vogliono essere sicuri che i brand abbiano responsabilità sociali e si preoccupino per loro.

Hai visto quali sono le abitudini di acquisto dei Millennials vsGenerazione Z su Internet. Ora sai qual è la tua nicchia e come arrivarci? Se non sei ancora sicuro o hai bisogno di aiuto con qualsiasi aspetto del marketing, è tempo di contattare i migliori professionisti. In Antevenio trovi la soluzione adatta a te.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies