Confronto tra le migliori piattaforme di videoconferenza

Agosto 12, 2020
Redazione
Ti è piaciuto il nostro articolo?

migliori piattaforme di videoconferenza

Le riunioni online stanno diventando sempre più comuni ogni giorno. Pertanto, è importante conoscere le migliori piattaforme di videoconferenza. Sono strumenti che ti aiuteranno a rimanere connesso indipendentemente dalla distanza o dai limiti imposti dalla “nuova normalità” che si sta vivendo.

Sebbene questa forma di comunicazione non sia una novità, va detto che sono diventate estremamente popolari a partire dal 2020. Questo perché la crisi sanitaria causata dalla pandemia di coronavirus ha costretto molti professionisti a lavorare da casa. Qualcosa per cui sono diventati quasi essenziali.

Nessuno immaginava che un medico potesse fornire un consulto tramite videochiamata o che le case sarebbero diventate aule virtuali. Ma è successo: insegnanti, uomini d’affari, commercianti, tutti hanno dovuto unirsi a questa ondata digitale. Un cambiamento che è stato possibile grazie, in parte, alle migliori piattaforme di videoconferenza.

Cosa sono gli strumenti di videoconferenza

piattaforme di videoconferenza

Prima di approfondire le migliori piattaforme di videoconferenza, è importante conoscerle in termini generali. Questi strumenti consentono alle persone di interagire tra loro. I partecipanti possono attivare le webcam e i microfoni incorporati nella loro attrezzatura.

Va notato che ci sono due categorie e sono totalmente diverse:

  1. I primi che troverai sono strumenti di videoconferenza in tempo reale. Sono piattaforme che ti danno la possibilità di stabilire comunicazioni multidirezionali, faccia a faccia, tra i partecipanti. Dando un volto alle voci, fanno sentire le persone come se fossero in un incontro faccia a faccia.
  2. Poi ci sono piattaforme di trasmissione video in diretta, note anche come live streaming. In questo caso, lavorano con una comunicazione unidirezionale, che sono indirizzate a un gran numero di partecipanti. L’utente non ha bisogno di scaricarlo, poiché viene decompresso e visualizzato in tempo reale.

Scopri le migliori piattaforme di videoconferenza

È giunto il momento di scoprire quali sono le migliori piattaforme di videoconferenza. L’idea è che tu possa confrontare le loro funzioni e scegliere quella più adatta alla tua organizzazione. Tieni presente che questi strumenti saranno i tuoi migliori alleati per organizzare le tue riunioni online. Quindi presta attenzione e prendi nota della seguente selezione:

1.- Google Hangouts

Hangouts

Se hai un account Gmail, probabilmente sai cos’è Google Hangouts. E, probabilmente, l’hai usato. Hai la possibilità di accedere da Google Chrome, Firefox e Safari. O dal sito Web o tramite l’applicazione disponibile per iOS o Android.

Questo strumento è molto facile da usare. Quando entri, devi solo cliccare su “Accetta” quando ti viene chiesto di accedere alla videocamera e al microfono. Una volta che sei nella lista dei contatti, devi premere l’icona delle persone che vuoi aggiungere. Quando la videoconferenza inizia, se vuoi che sia una conversazione multi-party, puoi farlo nell’opzione “Aggiungi persone”.

Vantaggi e svantaggi di Hangouts

Non c’è dubbio che sia una piattaforma che offre una buona qualità nelle videochiamate. E dispone dell’opzione “Condividi schermo” che facilita la tua esposizione. Inoltre, essendo integrato in YouTube, permette di condividere le sessioni con chi partecipa.

Tuttavia, non ha un’opzione per salvare la videoconferenza. Un altro aspetto negativo è che se lo usi da un computer desktop, devi entrare tramite il browser, poiché non ha un programma scaricabile.

2.- Skype

Skype

È stato uno dei primi strumenti utilizzati per questo scopo. Dispone di un servizio di videochiamata molto utile per entrare in contatto con i tuoi collaboratori. Ti dà la possibilità di creare una riunione tramite la sua versione online, Skype Meet Now. Le persone che desiderano partecipare possono farlo tramite un collegamento, senza la necessità di un account Microsoft.

Possono farlo anche dall’applicazione Skype per PC, iPad o tablet Android. Tuttavia, in questo caso è necessario effettuare una registrazione in Skype, tramite una email. La cosa migliore è che puoi condividere file e mostrare il tuo schermo ai partecipanti in modo che possano visualizzare le immagini, le diapositive, i video o qualsiasi materiale di supporto che usi.

Perché scegliere Skype

Tieni presente che le videochiamate sono in qualità HD e che consentono fino a 50 partecipanti. Un aspetto molto particolare è che puoi attivare i sottotitoli per leggere quello che dicono durante la conferenza virtuale. E, se ciò non bastasse, puoi anche registrare le chiamate.

Ma siccome non tutto è positivo, se vuoi chiamare i numeri fissi devi considerare un costo aggiuntivo e anche la segreteria telefonica ha anche un costo.
È anche importante notare che è un’app molto pesante, quindi consuma molta RAM sul tuo computer. E la versione mobile di solito ha problemi con l’audio o il video, il che influisce sulla qualità.

3.- Zoom

Zoom

Avrai sicuramente sentito parlare di questa piattaforma, che è diventata molto popolare nel corso del 2020. In effetti, si può dire che sia stata una delle più utilizzate durante la pandemia. Zoom funziona in modo intuitivo, il che la rende molto facile da usare. Ma se hai domande, il loro team di supporto tecnico si occuperà di risolvere i tuoi dubbi il prima possibile.

Ha un piano totalmente gratuito che consente fino a 100 partecipanti e un numero illimitato di riunioni. Puoi fare le tue conferenze con il video spento o acceso. E puoi anche condividere solo il tuo schermo. Nella sua versione a pagamento i prezzi sono ragionevoli con un minimo addebito di 1 mese.

Aspetti positivi e negativi di Zoom

I piani più completi su questa piattaforma ti danno la possibilità di aggiungere fino a 1.000 partecipanti per sessione. Ha il vantaggio di configurare la visibilità, per consentire a chiunque decidi di condividere lo schermo. E per guidare la tua squadra, dispone di video di formazione.

Naturalmente, la qualità dell’audio e del video dipenderà dalla connessione di ciascun membro. Può però verificarsi ciò che è noto come “Zoom bombing”, ovvero quando compaiono persone non invitate alla conferenza. In questo caso, è meglio creare una password o una sala d’attesa per la riunione.

4.- Jitsi

Jitsi

Tra le migliori piattaforme di videoconferenza c’è Jitsi. Questo strumento può essere utilizzato gratuitamente, grazie alla sua open source. Devi solo aprire il loro sito Web e accedere. Se lo desideri, puoi aggiungere il tuo calendario e c’è una finestra per accedere alla tua cronologia.

Quando hai accettato l’uso della videocamera e del microfono, il passaggio successivo è aggiungere le email dei partecipanti. Dovranno solo cliccare sul link indicato per partecipare. E, se preferisci, puoi accedervi anche dal tuo cellulare, perché l’app è disponibile per Android e iOS.

Il bello e il brutto di Jitsi

Ti permette di visualizzare le tue presentazioni grazie alla visualizzazione di schermate simultanee. Inoltre, ha un vantaggio molto utile, una chat laterale in cui è possibile scambiare rapidamente messaggi con i partecipanti.
Nonostante il fatto che questa risorsa abbia lavorato a lungo sull’ottimizzazione della sua interfaccia, è ancora meno attraente degli altri strumenti. Un altro aspetto negativo è che quando si accede alla chat dall’applicazione solitamente presenta degli errori.

5.- ooVoo

ooVoo

Cerchi una piattaforma di videoconferenza facile da utilizzare? Allora quella giusta per te è ooVoo. È disponibile per Android e iOS, ma se vuoi usarlo sul tuo PC, ha la versione desktop su Windows e Mac.
Su ooVoo puoi creare sessioni live con un massimo di 8 persone, il che non è male per uno strumento gratuito.

Devi solo scaricare l’app ed entrare tramite un utente con la tua password. Quando hai accesso puoi iniziare a connetterti con i profili già presenti nel programma. Hai anche la possibilità di inviare inviti a chi non si è ancora registrato.

Fattori da valutare

Uno dei suoi vantaggi è che ha un’interfaccia facile da usare e non è necessario avere alcun tipo di esperienza. Ha una buona stabilità di immagine e audio, oltre ad essere un’ottima alternativa sia per computer portatili che per PC o Mac. Quali problemi puoi trovare usando questo strumento?

Il primo è che se pianifichi un incontro molto denso non si adatta, poiché è incentrato sull’uso personale.
La seconda cosa è che il numero di persone per sessione è molto limitato, il che lo rende non funzionale per i grandi gruppi.

6.- GoToMeeting

Vuoi investire in una piattaforma per realizzare le tue videoconferenze? Se è così, potresti essere interessato a GoToMeeting. Il suo piano professionale consente la connessione di 150 utenti, mentre il pacchetto business è disponibile per un massimo di 250 persone. Inoltre, offre un periodo di prova in modo che tu ne possa scoprire le funzioni.

La prima cosa da fare è registrarsi e quindi cliccare sull’opzione “Trova ora”. Sarai indirizzato alla sessione in cui devi solo aggiungere gli indirizzi email dei tuoi partecipanti. Questo strumento ti consente di scegliere se altri possono condividere il tuo audio o se vuoi che siano solo spettatori.

Vantaggi e svantaggi di GoToMeeting

Questa piattaforma ti offre un plug-in di Google Calendar, così puoi organizzare tutte le tue riunioni. Ti consente anche di registrare le conferenze e ti mostra quale utente sta parlando, il che ti aiuterà a ricordare i loro nomi senza alcun problema.

Lo svantaggio è che utilizza più banda rispetto ad altri strumenti, ma questo è esattamente ciò che conferisce qualità all’audio e al video.

Ora che conosci le migliori piattaforme di videoconferenza, è tempo di pensare a come integrarle nelle tue azioni di marketing. Non sai come? In Antevenio ti aiutiamo a definire le tue strategie di marketing digitale tenendo conto di tutti gli strumenti disponibili. Ne parliamo?

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?