Google presenta Discovery Ads: tutto ciò che devi sapere

luglio 02, 2019
Redazione
Ti è piaciuto il nostro articolo?
Google presenta Discovery Ads: tutto ciò che devi sapere

Sono sempre di più gli utenti che confrontano prodotti e prezzi attraverso i diversi dispositivi tecnologici e applicazioni. Per questo gli inserzionisti devono considerare dove e come si promuovono. Google presenta lo strumento Google Discovery Ads che utilizza tecniche di apprendimento automatico per offrire all’audience i suggerimenti dei prodotti sulle diverse piattaforme.

Google Discovery Ads non solo risulta essere un’opportunità per gli inserzionisti ma anche per Google, che utilizza un formato particolare con Google Discover.

Mensilmente, oltre 2 miliardi di persone entrano su Youtube per divertirsi, farsi ispirare e orientarsi, secondo ciò che rivela Google. Inoltre oltre il 90% degli utenti di questo social segnala di aver scoperto nuovi brand o prodotti sulla piattaforma. Quindi Google vuole approfittare di questa opportunità per lanciare Discovery Ads.

Origini del nuovo strumento

Nell’evento Google Marketing Live 2019, celebrato a San Francisco, Google ha presentato lo strumento Discovery Ads per aiutare gli inserzionisti. Ha anche lanciato Bumper Machine che permette di creare video di sei secondi a partire da formati più lunghi.

Brad Bender, direttore degli annunci display e video di Google ha segnalato che ‘un tema chiave quest’anno è la scoperta’. Quindi mediante Google Discovery Ads gli utenti potranno scoprire nuovi brand e i loro prodotti e servizi presentati su diverse piattaforme.

Allo stesso modo Bender ha segnalato che gli annunci arriveranno alle persone corrette ‘non solo quando cercano qualcosa di specifico ma anche quando saranno aperti a scoprire qualcosa di nuovo’.

Mediante Google Discovery Ads gli inserzionisti si dirigeranno alle audience, al contrario degli annunci che si basano sulle keyword.

5 chiavi di Google Discovery Ads

Discovery Ads è la nuova proposta di Google per inserzionisti. Permette di raggiungere più utenti mediante la presenza su diverse pagine di Google. Con l’obiettivo che gli annunci siano più visibili e convertano, dovresti considerare 5 chiavi di Google Discovery Ads:

1 – Discovery Ads è un modo interattivo e semplice di promuoversi

Google ha presentato Discovery Ads, uno strumento che facilita gli inserzionisti nel mostrare i prodotti in una sola immagine. Potrai anche caricare diverse immagini nel formato carrousel affinché gli utenti possano scorrere e vedere i tuoi prodotti o servizi.

Fino ad oggi per farti pubblicità su Youtube era imprescindibile disporre di un annuncio video. Ovviamente Google Discovery Ads offre un’altra alternativa. Gli inserzionisti potranno raggiungere le audience in maniera semplice e efficace attraverso le immagini. Senza la necessità di avere un video, i brand potranno promuoversi caricando le migliori immagini della loro campagna pubblicitaria.

Quindi Google ottimizzerà questi contenuti e creerà l’annuncio perfetto da pubblicare nel feed di Youtube. L’annuncio sarà accompagnato da una call to action, grandi immagini, un titolo e una descrizione.

2 – Utilizza il machine learning come elemento fondamentale delle tue campagne Discovery

Quando crei annunci su Google Discovery Ads dovrai considerare quanto segue:

  • Titolo: i titoli si trovano sulla prima riga dell’annuncio. Affinché l’annuncio abbia l’impatto desiderato è importante redigere un titolo adeguato. Quindi conviene redigere titoli che entrino in contatto con le immagini, le descrizioni o la tua landing page. Google Discovery Ads permette di includere fino a 5 titoli per lo stesso annuncio.
  • Descrizione: le descrizioni aggiungono informazioni al titolo quindi è importante che la spiegazione sia interessante. È anche utile combinare gli altri elementi e gestire le descrizioni.
  • Immagini: sono essenziali nelle campagne di Google Discovery Ads. Con l’obiettivo di avere una migliore reach dovrai caricare immagini in orizzontale anche se puoi caricarle anche quadrate. Per lo stesso annuncio puoi caricare fino a 15 immagini.
  • Nome azienda: per creare l’annuncio dovrai inserire il nome dell’azienda così gli utenti ti riconosceranno.
  • Logo: la scelta migliore è caricare i loghi quadrati con dimensione 1200×1200
  • URL finale: dovrai definire una pagina di destinazione a cui accederanno gli utenti interessati al tuo annuncio.

Una volta introdotti questi elementi, Google Discovery Ads utilizzerà il machine learning per offrire le migliori combinazioni di titoli, descrizioni e immagini creative. Il tutto nel momento e nel luogo conveniente.

In questo modo Google cerca di automatizzare il processo di ottimizzazione annunci. Così gli inserzionisti potranno basarsi sugli utenti più rilevanti e offrire loro informazioni pertinenti.

3 – Puoi creare campagne automatizzate multicanale

Le campagne di Google Discovery Ads sono mostrate in maniera automatica nella home di Youtube. Ma anche con i pulsanti social e le promo su Gmail, come Su Google Discover. Ossia l’annuncio sarà inserito nel feed personalizzato della home dell’app di Google dato che ha 800 milioni di utenti al mese.

I Discovery Ads sono mostrati come links, formati da un’immagine, titolo e una descrizione. La principale differenza è che hanno un contenuto sponsorizzato segnalato, quindi le campagne di Google Discovery Ads si trasformano in un potenziale per inserzionisti, approfittando dell’automatizzazione e del formato multicanale.

4 – Campagne Discovery per accedere a Discovery Ads

Per creare Discovery Ads è necessario creare una campagna Discovery. Quindi Google ottimizzerà le migliori combinazioni mediante il machine learning. I Discovery Ads compariranno nel feed di Google Discover, nel feed di Youtube e tramite i pulsanti social e le promozioni di Gmail.

Da un lato Google Discovery Ads è vantaggioso per gli inserzionisti che presentano i loro prodotti e servizi con annunci semplici e interattivi. Dall’altro lato i Discovery Ads sono un formato di annuncio importante per Google, fornendo un modo unico di monetizzare Google Discover, ossia Google ha il suo tipo di campagna.

5 – Segmentazione su Google Discovery Ads

La segmentazione su Google Discovery Ads si basa sulle audience di Google: interessi e affinità. In questo modo gli inserzionisti potranno utilizzare le audience con propositi personalizzati. Il pubblico è generato a partire dall’informazione che Google raccoglie, incluse le attività di ricerca degli utenti, il comportamento con i video di Youtube, le visite ai siti della rete display di Google e le applicazioni scaricate da Play Store.

Quindi i Google Discovery Ads non si trovano effettuando ricerche ma nei feed e la segmentazione diventa fondamentale. Come per un annuncio che deve generare impatto sul pubblico.

Quindi i Google Discovery Ads si trasformano in una risorsa potenziale per le audience affinché possano riconoscere il brand con un’occhiata.

Bumper Machine, un’altra delle novità di google

Bumper Machine è un altro strumento nuovo introdotto da Google per gli inserzionisti. Si tratta di una risorsa che utilizza il machine learning per abbreviare un annuncio video di 6 secondi e offrire solo gli aspetti rilevanti.

Attualmente gli annunci convenzionali di Youtube durano almeno 30 secondi o più oltre ad avere la possibilità di essere chiusi dopo pochi secondi. Quindi si tratta di una sfida per gli inserzionisti che vogliono attirare l’attenzione del consumatore.

Con l’obiettivo che l’utente sia interessato a cosa offre l’annuncio e riconosca il brand, Google presenta Bumper Machine. Questa alternativa permette di produrre un video di 6 secondi in maniera semplice senza grandi risorse. Quindi gli inserzionisti devono caricare il loro video su Bumper Machine che crea un annuncio di 6 secondi mediante l’analisi dell’intelligenza artificiale.

Ciò che ottiene Bumper Machine è raccogliere momenti chiave nei video, come la narrazione, i loghi o espressioni facciali. In questo modo potrai disporre di annunci che generino impatto e interesse del consumatore, come risparmio di tempo e risorse. La creazione automatica ti permetterà di disporre di un annuncio rapidamente con la possibilità di fare modifiche.

L’importanza dei contenuti visuali

Google Discovery Ads e Bumper Machine non sono una casualità. Google presenta questi strumenti per inserzionisti, conoscendo il comportamento dei consumatori. I contenuti visuali creano migliori ricordi e aiutano a capire più facilmente cosa si mostra, a differenza dei testi scritti.

Attraverso i Discovery Ads e il loro utilizzo di immagini, gli inserzionisti avranno la possibilità di presentare i loro prodotti in maniera semplice e interessante. In concreto le immagini sono una buona opzione per gestire i dati e le idee complesse, oltre a creare contenuti persuasivi e attirare l’attenzione.

Tra i tipi di contenuto per presentare un annuncio, il video è il re indiscusso. Il cervello processa i video 60.000 volte più rapidamente dei testi quindi è interessante avere video che creino legami emozionali on il consumatore.

L’importanza delle immagini e dei video negli annunci è evidente. Google Discovery Ads è lo strumento da includere nelle tue campagne di annunci. Se hai bisogno di un partner che ti aiuti a gestire le tue campagne e che le ottimizzi per ottenere conversioni, contattaci.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies