10 motivi per utilizzare Google Search Console

luglio 03, 2020
Redazione
Ti è piaciuto il nostro articolo?
Immagine anteprima YouTube

Sapere dove compare la tua pagina web o quali ricerche indirizzato il traffico verso il tuo sito sono alcuni dei motivi per utilizzare Google Search Console.

Potresti non conoscere lo strumento. Ma sicuramente se ti diciamo che è la versione migliorata di Google Webmaster Tools ti suona un po’ di più. Tuttavia, ci sono momenti in cui hai bisogno di determinati stimoli per affrontare nuove avventure.

Abbiamo identificato 10 motivi per utilizzare Google Search Console per aiutarti a ottenere il massimo. Questo strumento di Google è uno dei più interessanti per conoscere esattamente lo stato della tua pagina web. Qualcosa di essenziale per avere successo nell’ambiente digitale.

Che cos’è Google Search Console?

Google Search Console ti farà cambiare il modo in cui percepisci il tuo sito web. Più che altro perché sicuramente tendi ad essere soggettivo e ad essere guidato dalle tue stesse percezioni. Se ti piace qualcosa o pensi che potrebbe funzionare, lo aggiungi al tuo sito web. E se non ti piace lo togli.

In questo caso, il servizio Google ti consentirà di essere un osservatore completamente obiettivo. Avrai la visione che Google ha del tuo sito Web, quindi la tua percezione cambierà. E, come molti servizi di Google, questo strumento è completamente gratuito.

Considerando che Google utilizza centinaia di fattori per determinare il posizionamento del tuo sito Web nel suo motore di ricerca, è importante capire come interpreta il tuo sito. E scoprire come funziona lo strumento per risolvere problemi specifici e proporre soluzioni.

In altre parole, uno dei motivi principali per utilizzare Google Search Console è che ti aiuterà a ottimizzare il posizionamento organico (SEO) del tuo sito web.

Come registrarsi Google Search Console

Immagine anteprima YouTube

Se non hai ancora attivato questo servizio Google, non ti preoccupare. Il suo utilizzo e, soprattutto, la registrazione sono molto semplici.

La prima cosa che ti chiede è verificare che nessun’altra persona che abbia anche il potere di modificare il tuo sito web lo abbia attivato. In tal caso dovresti procedere come segue:

  1. Crea un account.
  2. Inserisci l’URL del tuo sito.
  3. Compila tutti i campi richiesti.

Motivi per utilizzare Google Search Console

Alcuni dei motivi più interessanti per utilizzare Google Search Console sono:

1.- Miglioramenti HTMLsearch console miglioramenti HTML
Nella scheda “Aspetto sul motore di ricerca” del menu sul lato sinistro dello schermo, raggiungerai la sezione “Miglioramenti HTML”. Uno dei motivi per utilizzare Google Search Console è che lo strumento indicherà quali pagine del tuo sito Web richiedono miglioramenti nei metadati.

Ciò significa che esaminerà il codice HTML per rilevare cosa potrebbe essere migliorato per comparire nella parte superiore di qualsiasi motore di ricerca. Pertanto include aspetti quali:

  • Meta description
  • Title
  • Casi in cui nessuno dei link sul tuo sito Web può essere indicizzato. E quindi Google li ignora.

Per migliorare il tuo posizionamento SEO è fondamentale che affronti qualsiasi dettaglio che possa essere trovato riguardo all’HTML in questa sezione. E uno dei vantaggi di Google Search Console è che non solo identifica gli errori, ma propone anche soluzioni.

2.- Ottieni più link al tuo sitoOttieni più link al tuo sito
Se all’interno dello strumento stesso accedi all’area “Cerca traffico”, avrai una panoramica dei link al tuo sito, collegamenti utilizzati per aiutare gli utenti a navigare in un sito Web. In altre parole, potrebbero servire come una sorta di scorciatoia molto utile per l’esperienza dell’utente.

Guarda l’esempio che abbiamo inserito nell’immagine. Quando cerchi Amazon, ti vengono presentati direttamente i sitelink di carte regalo, App Store o libri.

Da Google Search Console puoi vedere quali siti web ti collegano il tuo, quali pagine del tuo sito web collegano e in quale contesto vengono utilizzate le parole chiave che collegano. Questo aspetto può aiutarti a capire quali link sono di grande valore per il tuo lavoro di posizionamento e se è necessario migliorare le tue attività di link building.

Sebbene esistano diverse piattaforme che analizzano il profilo del tuo sito Web, Google Search Console è una delle migliori alternative. E non solo perché è gratuito, ma perché ti mostrerà i domini, gli anchor text e i collegamenti alle pagine più visitate.

3.- Ricerche di Google Analytics

Ricerche di Google Analytics

Nella stessa scheda troverai informazioni molto complete sulle prestazioni del tuo sito web. Verrà visualizzata una nuova scheda in cui è possibile godere di un’analisi completa delle pagine che compongono il tuo sito Web. E, naturalmente, l’impatto in termini di posizionamento.

Ti consigliamo di prestare particolare attenzione ai seguenti aspetti:

  • Identifica quali pagine del tuo sito web hanno un buon posizionamento ma, al contrario, non hanno una percentuale di click elevata. Indicatori come questo possono mostrare la necessità di migliorare le meta description di tutte quelle pagine. Quindi gli utenti sapranno in anticipo cosa li sta aspettando e avranno maggiori probabilità di fare click sui collegamenti.
  • Rileva quali pagine hanno una percentuale di click elevata ma non sono ben classificate. In questo caso il tuo compito sarà concentrarti sul tentativo di ottenere collegamenti a pagine di qualità. Quindi puoi anche migliorare il posizionamento e la classificazione.
  • Identifica quali pagine del tuo sito web sono le più vicine alle prime dieci del motore di ricerca. In questo modo saprai quali sono le pagine che, con un po’ più di lavoro, possono generare molto più traffico. Il consiglio è di determinare quali sono e lavorare per ottimizzarli.
  • Google Analytics ti farà sapere quali tipi di contenuti o argomenti sono i più richiesti. Infatti, se pubblichi regolarmente su un blog, puoi adattare il tuo lavoro per lanciare contenuti su pagine ad alte prestazioni.
  • Un altro motivo per utilizzare Google Search Console è che puoi fare click sui termini di ricerca che ritieni più importanti per il tuo sito web. In questo modo puoi calcolare quali ricevono il maggior numero di click.
  • E, naturalmente, le parole chiave. Cercare una parola chiave adatta e inserirla nelle pagine più visitate ti aiuterà notevolmente.

4.- Usabilità mobile

Usabilità mobile search console

Seguendo la scheda “Cerca traffico” puoi verificare l’usabilità mobile. A cosa si riferisce?

Google ha preso sul serio questo problema un paio di anni fa. E è riuscito a classificare i siti Web e posizionarli in base ai loro design responsive. Un requisito fondamentale quando si ottimizza l’impatto di un sito Web è che sia adattato a tutti i dispositivi e a tutte le dimensioni.

Uno dei motivi per utilizzare Google Search Console è che indicherà cosa non funziona a riguardo.

5.- Azioni manuali

Probabilmente l’area delle “Azioni manuali” è una delle meno ambite tra i responsabili del marketing che si occupano di SEO.

Questo perché troverai dati sulle penalizzazioni di Google. Il miglior segno che la tua strategia SEO è corretta è accedere a questa scheda e non trovare nulla. Come mostrato nell’immagine sopra. Poiché nel caso in cui tu abbia un messaggio, ciò significa che il browser avrà trovato alcuni collegamenti innaturali e Google ti penalizzerà.

Queste sono alcune delle pratiche negative che possono farti penalizzare da Google:

  • Collegamenti artificiali al tuo sito Web.
  • Pagine non funzionanti.
  • Contenuto semplice, con poco valore aggiunto.
  • Reindirizzamenti fuorvianti.

Una delle migliori alternative per affrontare questi problemi e ottenere un migliore posizionamento è usare tecniche di link building naturali senza che Google ti penalizzi.

6.- Sitemap

Uno degli aspetti più importanti delle strategie SEO è questo. Dovresti assicurarti che la maggior parte delle pagine relative al tuo sito Web siano indicizzate da Google.

Uno dei modi migliori per farlo è creare una sitemap XML per ciascun sito web. Si tratta di un file che si trova nella directory superiore del tuo sito Web e numererà tutti gli URL che vuoi che Google prenda in considerazione. Naturalmente, devono essere scritti in formato XML.

Premi il pulsante in alto a destra per aggiungere o modificare una Sitemap (inserisci l’URL). Quindi puoi vedere la differenza tra il numero di pagine inviate e indicizzate.

7.- Tracciamento degli errori

copertura errori search console
Come puoi vedere, tutto è legato all’ottimizzazione del tuo sito Web per i motori di ricerca. Pertanto, uno dei motivi per utilizzare Google Search Console è che terrà traccia di tutti i possibili errori che danneggiano il processo per raggiungere gli obiettivi.

Ad esempio, i collegamenti rotti non solo forniranno un’esperienza utente negativa, ma suggeriranno anche che un sito Web non ha contenuti di valore o non viene costantemente manutentato. E questi sono alcuni dei motivi per cui Google non terrà conto delle tue pagine durante il posizionamento:

  • Tracciamento degli errori. Le statistiche degli errori di scansione indicheranno periodicamente gli errori del tuo sito web. Tra questi ci sono gli errori 404.
  • Tracciamento delle statistiche. Avrai una registrazione del numero di pagine che sono state monitorate per trovare gli errori.

8.- Index status

In questa sezione puoi vedere quante pagine del tuo sito web sono stati aggiunti all’indice di Google e rimuovere gli URL indesiderati.

Se ritieni che il numero di pagine indicizzate da Google rifletta male il numero totale di pagine del tuo sito web, ti consigliamo di visionare il file “robots.txt” e vedrai quante di esse sono bloccate.

9.- Navigare come Google, uno dei motivi per utilizzare Google Search Console

L’opzione “Naviga come Google” funziona come un’applicazione diagnostica che ti permetterà di essere un osservatore dal lato dello strumento.

In altre parole, puoi simulare il modo in cui Google esegue il rendering di una determinata pagina. Come? Attraverso due funzioni:

  • Verifica. È un’operazione che ti permetterà di analizzare il codice di risposta.
  • Verifica e processa. Qui Google sarà incaricato di fare un’analisi e mostrarti il ​​tuo sito web proprio come farebbero diversi browser. Il risultato è molto completo. Includerà un’analisi di immagini, CSS, Javascript, ecc.

Idealmente, dovresti usare questa funzione per vari aspetti. Tra questi, per rilevare le differenze tra il rendering del browser e il modo in cui Google visualizza determinate pagine.

10.- Problemi di sicurezza

Facendo click sulla sezione “Problemi di sicurezza”, sarai in grado di vedere se Google ha identificato possibili minacce alla sicurezza del tuo sito web.

Tutto per aiutarti a mantenere pulito il tuo sito, senza contenuti che potrebbero danneggiarti. Lo strumento ti dirà quali bug ti stanno danneggiando o se il tuo sito Web è stato violato. Il vantaggio di Google è che avvertirà gli utenti che il tuo sito web ha un difetto attraverso il motore di ricerca stesso. Tuttavia, ciò che dovresti fare è cercare di risolverlo il prima possibile.

In breve, gli strumenti forniti da Google Search Console sono molto importanti per configurare il tuo sito web. Inoltre, ti aiuteranno a sfruttarlo al meglio. E non pensare che ti servirà solo quando ti avventurerai nel lancio di un nuovo sito Web ma ottimizzerà anche i risultati dei tuoi siti più vecchi.

Esistono numerose tecniche che assicurano che Google non ti penalizzi per migliorare le tue strategie di posizionamento. Tuttavia, per ottenere link in entrata e in uscita è essenziale conoscere gli spazi Web che trattano gli argomenti che interessano al tuo brand.

Google Search Console è uno degli strumenti che supporta il lavoro degli specialisti di Antevenio per ottenere più contatti a un costo inferiore. Per raggiungere questo obiettivo, analizziamo il tuo investimento in Social Ads e implementiamo miglioramenti continui alle landing page in tempo reale. Tutto questo con la metodologia e tecnologia di proprietà.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies