Video marketing sui social network: principali tendenze

Ottobre 19, 2020
Redazione
Ti è piaciuto il nostro articolo?
5/5 - (1 vote)
5/5 - (1 vote)

 

Video marketing sui social network

Al giorno d’oggi, gli utenti preferiscono i contenuti audiovisivi, quindi non sorprende che il video marketing sui social network sia diventato molto popolare. Le persone preferiscono vedere e ascoltare che leggere a causa del ritmo frenetico della vita.

Molti brand hanno notato questa tendenza e hanno modificato i loro formati tenendo conto, inoltre, che la presenza sulle piattaforme digitali è diventata una necessità per qualsiasi azienda degna di questo nome. In questo modo possono pubblicizzare l’azienda e ciò che offrono. E se stai iniziando il tuo e-business, sono essenziali.

Tuttavia, affinché diventino eccellenti canali pubblicitari, è necessario avere una buona strategia in cui il video marketing sui social network, il contenuto più richiesto dagli utenti, è fondamentale. Ricorda che tutto deve essere orientato alla soddisfazione dei consumatori.

Suggerimenti per fare video marketing sui social network

Video marketing sui social network
Prima di definire alcune delle principali tendenze del video marketing sui social network, non fa male prendere in considerazione alcuni suggerimenti che ti aiuteranno a crearli. Non si tratta di registrare un video e basta. È importante avere una strategia di contenuti in cui curare i seguenti aspetti:

  • Usa lo storytelling. Alla gente piace conoscere la storia che c’è dietro un brand. È un modo per entrare in contatto con il pubblico e puoi arrivare a risvegliare emozioni diverse nei tuoi clienti.
  • L’introduzione dei tuoi video è fondamentale, poiché hai solo 8 secondi per catturare l’attenzione degli utenti. Se ci riesci, è probabile che vedano tutto il contenuto.
  • Presenta contenuti di qualità, non solo a livello visivo ma anche sul tema che affronti. Ricorda che deve essere interessante e pertinente per attirare l’utente.
  • Il video dovrebbe avere un messaggio breve ma conciso, non inserire riempitivi non necessari. Pensa che c’è molta concorrenza e che gli utenti attuali vogliono contenuti brevi.
  • È importante che i tuoi video siano accessibili a un pubblico il più ampio possibile. Se parli italiano puoi mettere sottotitoli leggibili in inglese.
  • Scegli la piattaforma giusta tenendo conto del tuo pubblico tipico. Definisci in quale social network hai le migliori possibilità di raggiungere il tuo pubblico target.
  • Anche la SEO è importante e ancor di più se lavori con YouTube, dato che in questo canale hai la possibilità di posizionare il tuo video come su Google.

Decalogo delle tendenze del video marketing sui social network

Ora conoscerai 10 delle principali tendenze del video marketing sui social network. Analizzarle ti darà una visione più chiara durante la strutturazione della tua strategia di contenuti:

1.- Streaming live

Live streaming sui social network
Non c’è dubbio che il formato video sia diventato popolare negli ultimi anni. Ma c’è una tendenza che è una delle più utilizzate, soprattutto in questo 2020: è il Live Streaming. Puoi realizzare video in diretta tramite Facebook, Instagram, YouTube o Twitch, tra il resto.

È un modo più naturale per entrare in contatto con il tuo pubblico target. È un video che esce senza alcun tipo di editing ma ciò non significa che non dovresti prepararti. Se hai intenzione di sviluppare un argomento specifico, è importante padroneggiarlo.

2.- Video verticali

I video verticali danno una svolta alla registrazione tradizionale, poiché di solito vengono girati in orizzontale. Questa tendenza è presente su Instagram dal 2018 ed è diventata ancora più popolare con l’arrivo di IGTV. Ma non è l’unico social network con questo formato: anche la piattaforma TikTok lo utilizza come formato preferito.

Pertanto, se il tuo pubblico principale consulta le storie di Instagram o Tik Tok, dovresti utilizzare l’orientamento verticale in modo che sia gradito agli occhi dell’utente. A proposito, questo vale anche per le storie di Facebook.

3.- Video modificati professionalmente

Video modificati professionalmente
I video in diretta sono molto utilizzati per la naturalezza del loro contenuto. Ma è necessario creare materiali video in ​​cui ogni dettaglio sia curato. Come azienda o brand devi occuparti dei video che carichi sui social network, non importa se non sei un editor professionista perché ci sono tanti strumenti che possono aiutarti.

L’idea è che tu possa presentare un materiale video pulito, cioè che tu ti prenda cura della luce, dei piani, degli approcci e del suono. Inoltre, se vuoi dare un tocco più originale, puoi usare effetti speciali o altri effetti della fotocamera. Ricorda che c’è molta concorrenza e il tuo obiettivo è distinguerti.

4.- Video brevi

Senza dubbio, i video brevi sono un’altra caratteristica dei social network. Ad esempio, su Instagram puoi caricare video di soli 60 secondi nel feed. Ma quando hanno lanciato IGTV, il limite è stato esteso a 1 ora nella versione web e fino a 15 minuti nell’applicazione mobile.

Anche se devi parlare di video brevi su piattaforme digitali, devi menzionare TikTok. È la loro caratteristica principale, poiché non superano i 15 secondi. Forse ciò rappresenta una sfida per i brand ma anche un grande vantaggio.

Ricorda che stai affrontando un mondo in cui gli utenti conducono un ritmo di vita veloce. Per questo motivo preferiscono i contenuti video brevi. Come brand, devi pensare chiaramente al messaggio che vuoi trasmettere in quei 15 secondi. Il tuo successo su quel social network dipenderà da questo.

5.- Video creativi


Certo, oggi c’è molta concorrenza e richiesta sui social media. Ciò rende più difficile attirare potenziali clienti. Per questo motivo, è essenziale creare video creativi in ​​grado di catturare l’attenzione degli utenti.

Come si può fare? Un esempio di creatività nei contenuti è, ancora una volta, TikTok. Una piattaforma che combina l’animazione con suoni, effetti e sfide. Se rimani al passo con le tendenze, non ti sarà difficile posizionarti e ottenere visibilità su questa piattaforma, poiché il suo algoritmo è abbastanza intuitivo.

6.- Vlogging

Hai sentito parlare di Vlog? Sono video aziendali meno strutturati. L’idea è quella di essere in grado di presentare agli utenti i valori del brand, la sua mission e vision al fine di avvicinare le persone in modo che possano relazionarsi meglio con la tua attività.

In precedenza, questi materiali videoi erano più fittizi ma attualmente si cerca di dare risalto ai lavoratori. Dare una voce e un volto a coloro che quotidianamente contribuiscono al successo dell’azienda.

Puoi sfruttare e mostrare gli spazi fisici e le strutture, la cultura aziendale e le attività che svolgono. Questo è il modo migliore per umanizzare il tuo brand e, appunto, questo è ciò che i consumatori di questo tempo vogliono vedere.

7.- Snack ads

Video marketing sui social network: snack ads

Sono brevi contenuti video ma in questo caso si tratta di annunci che compaiono su Instagram, Facebook o YouTube. Sono annunci “snack”. Questo perché durano 10 secondi o meno. L’idea è la stessa: mantenere l’attenzione degli utenti in un breve lasso di tempo.

Secondo un’analisi pubblicata su Medium da Curtis Tredway, l’89,61% del pubblico di un video presta tutta la sua attenzione durante i primi 10 secondi. Questa cifra inizia a scendere all’80,41% a 20 secondi, al 66,16% a 30 secondi, al 46,44% a un minuto e al 9,42% a 5 minuti. Ciò mostra che i primi 10 secondi sono fondamentali.

8.- Iper personalizzazione

Dare agli utenti esattamente quello che vogliono fa parte del successo di molti brand. Quindi, se vuoi unirti a loro, devi lavorare con l’iper personalizzazione del video marketing sui social network. È una delle tendenze che è diventata popolare nel 2020.

Certo ti chiedi come puoi farlo. È semplice, devi solo adattare i video agli utenti. Puoi creare diverse versioni per lo stesso video e lasciare che l’utente scelga quello che preferisce. Questa è la chiave per generare contenuti di valore e aumentare il tasso di conversione.

9.- Video tutorial

In questo decalogo di tendenze non possono mancare i video tutorial per mostrare al pubblico come utilizzare i propri prodotti o servizi. È un modo per rispondere alle domande che gli utenti potrebbero avere sull’utilizzo. Inoltre, puoi anche cogliere l’occasione per parlare dei vantaggi.

Valuta bene cosa sta facendo la concorrenza per non copiarla, ma piuttosto per distinguerti. Scatena tutta la tua creatività e rendi i contenuti dinamici e interattivi. Lo scopo è che il pubblico si senta integrato nel tuo video.

10.- Podcast video

Quando ti parlano di podcast, sicuramente pensi direttamente all’audio, puoi paragonarlo all’ascolto della radio. Questo tipo di contenuto ti consente di fare altre cose mentre lo ascolti. Ma alcuni brand sono riusciti a dare una svolta a questi contenuti, dal momento che l’utente attuale cerca di più i video.

Per questo sono nati i podcast video, in cui gli utenti non solo ascoltano ma guardano. Possono essere immagini fisse o in movimento. È inoltre possibile registrare l’intero programma. Un modo per l’ascoltatore di dare un volto alle voci.

Hai molte opzioni per lavorare sulla tua strategia di marketing video sui social media. Sta a te selezionare la tendenza che meglio si adatta al tuo brand. Tuttavia, se il tuo obiettivo è generare una brand community, in Antevenio siamo specialisti nell’aiutarti a stabilire una comunicazione diretta, meno invadente e più personalizzata con i tuoi clienti attraverso una community personalizzata.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?