Tecniche SEO per comparire primi negli Smart Speakers

settembre 05, 2019
Redazione
Ti è piaciuto il nostro articolo?
Tecniche SEO per comparire primi negli Smart Speakers

Tecniche SEO per comparire primi negli Smart SpeakersI risultati della ricerca vocale, in particolare quelli ottenuti tramite smart speakers, sono estremamente competitivi. A differenza dei risultati mobile o desktop, le ricerche vocali attraverso altoparlanti intelligenti producono solo un risultato, quindi è essenziale avere una buona SEO per essere primi negli Smart Speakers.

Secondo uno studio di Backlinko sui fattori di classificazione della ricerca di Google Home, tre quarti dei risultati della ricerca vocale sono stati classificati nelle prime tre posizioni delle ricerche desktop.

Questa correlazione suggerisce che l’ottimizzazione del tuo sito per la ricerca vocale non richiede una strategia SEO completamente nuova. Significa solo portare il tuo sito esistente verso un nuovo livello.

8 chiavi SEO per comparire primi negli Smart Speakers

Nel prossimo futuro, gli Smart Speakers costringeranno i siti Web ad adattarsi. Come, ad esempio, quando si risponde a domande tipiche per un’azienda: orari di apertura, possibili prenotazioni, ecc.

Ecco perché devi adattare il tuo sito a una buona esperienza mobile riducendo i tempi di caricamento. Oltre a utilizzare funzionalità adattate per questa funzione. Ecco 8 chiavi che ti aiuteranno a migliorare la SEO per comparire primo negli Smart Speakers:

1.- Migliora i backlink del tuo sito

Questo è uno dei principali fattori di posizionamento per Google sia per i telefoni cellulari sia per i pc. Lo strumento Ahrefs ha sviluppato un modo per misurare questi backlink: l’autorevolezza del dominio. Un fattore che determina la classificazione di un sito nei risultati di ricerca.

Ad esempio, l’autorevolezza del dominio media per un risultato di ricerca vocale è 76,8 nei risultati di Google Home. Come puoi vedere, è considerevolmente alta.

Come puoi migliorare i tuoi backlink? Uno dei modi è quello di creare contenuti per altri siti che hanno collegamenti al tuo sito. Cerca, ad esempio, domini con buona autorevolezza che ti consentano di collaborare. Ricorda che devono essere collegamenti naturali poiché quelli di bassa qualità o spam ottengono esattamente il contrario. Inoltre l’anchor text di questi collegamenti deve essere ottimizzato.

Un’altra opzione è quella di assumere un professionista. Può sembrare ovvio, ma l’outsourcing della generazione di backlink ti farà risparmiare molto tempo. E sicuramente saranno ottimizzati molto meglio.

2.- Aumenta la velocità di caricamento della tua pagina web

Tecniche SEO per comparire primi negli Smart Speakers

Google ha annunciato che la velocità di caricamento della pagina sarebbe stato un fattore determinante per il posizionamento della ricerca mobile. La pagina dei risultati di ricerca si carica molto più velocemente quando la ricerca viene eseguita vocalmente.

Il tempo medio al primo byte di un risultato della ricerca vocale è stato di 0,54 secondi, un fatto che contrasta con la media mondiale di 2,1 secondi.
Il tempo impiegato per il caricamento completo di una pagina dei risultati di ricerca (4,6 secondi) è stato significativamente più veloce della maggior parte delle pagine (8,8 secondi).

Pertanto, il miglioramento della velocità è un elemento base. Tramite Google PageSpeed Insights puoi verificare la velocità di caricamento del tuo sito Web, sia nella sua versione per computer che nella sua versione mobile. Oltre a fornire i dati sulla velocità di caricamento, ti fornirà anche suggerimenti per migliorare i diversi elementi di cui è composto il tuo sito web. Come, ad esempio, ridurre il peso delle immagini che compongono il tuo sito.

3.- Proteggi sempre il tuo sito con HTTPS

È il cosiddetto protocollo di trasferimento ipertestuale sicuro. Questo protocollo protegge i dati tra il computer di un utente e il sito Web che visita. Google ha iniziato a usarlo come elemento importante nella classificazione nel 2014 e segnala che smetterà di mostrare pagine che non hanno un protocollo simile nei suoi risultati di ricerca: da qui la sua importanza.

HTTPS offre tre livelli di protezione:

  1. Crittografia: significa che durante la navigazione su un sito Web nessuno può tracciare le tue azioni o rubare informazioni.
  2. Integrità dei dati: i dati non possono essere danneggiati o alterati durante il trasferimento.
  3. Autenticazione: genera fiducia nell’utente poiché il sito è protetto da possibili attacchi.

Migra la tua pagina su HTTPS

Il 70% dei siti cercati vocalmente è protetto da HTTPS. Ecco perché è un fattore molto importante considerare la SEO per comparire primi negli Smart Speakers.

Sai come migrare il tuo sito su HTTPS? Innanzitutto, e anche se sembra ovvio, controlla l’URL per verificare se hai già installato quel protocollo. In caso contrario, è necessario ottenere un certificato di sicurezza. Se il tuo sito è costruito in WordPress è possibile ottenere un plug-in specifico per questo scopo.

Se hai più di un dominio puoi ottenere un certificato multi-dominio. Nel caso di sottodomini è possibile utilizzare il certificato Wildcard. Utilizza i reindirizzamenti 301 per inviare motori di ricerca e utenti alla pagina con HTTPS.

4.- Aggiungi dati strutturati al tuo sito web

Tecniche SEO per comparire primi negli Smart Speakers

I dati strutturati aiutano i motori di ricerca a comprendere il tuo sito web. Tramite Schema.org puoi identificare i dati del tuo sito Web come ricette, prodotti, articoli, …Puoi trovare il codice che ti serve e quindi aggiungerlo al tuo sito web.

Ad esempio, se hai un indirizzo, numero di telefono ed e-mail sul tuo sito Web con Schema è possibile ordinare queste informazioni tramite codice in modo che i motori di ricerca distinguano tali informazioni e, quindi, ottimizzino il posizionamento di quel sito. Questa è la chiave per avere un buon SEO per risultare primo sugli Smart Speakers.

In che modo i dati strutturati influiscono sul tuo sito?

Per un sito Web di ricette, ad esempio, Google ha linee guida che aiutano i webmaster riguardo alle ricerche vocali. Attraverso dati strutturati puoi specificare gli attributi del tuo sito web come valutazioni degli utenti o informazioni nutrizionali di una ricetta.

Google indica che questi attributi vengono visualizzati in base ai criteri di ricerca dell’utente e ai dati strutturati aggiunti alla pagina.

Inoltre, puoi aggiungere elementi come guida in modo che l’assistente Google possa leggere le ricette sulla home page. Oppure, una sequenza di immagini nel risultato della ricerca che evidenzia le caratteristiche di una particolare ricetta. Evidenzia anche l’importanza delle AMP (Accelerated Mobile Pages) che rendono istantaneo il caricamento delle ricette su dispositivi mobili.

5.- Rich snippet, contenuti arricchiti della pagina

È un tipo di markup HTML integrato nel codice sorgente della pagina in modo che Google comprenda le informazioni contenute nella pagina in questione.

Un buon rich snippet migliora notevolmente il posizionamento della tua pagina, sia a livello di ricerca tradizionale sia per quanto riguarda la ricerca vocale. È un tipo di informazione che fornisce dati aggiuntivi nelle SERP.

6.- SEO semantico e riconoscimento dei pattern

Tecniche SEO per comparire primi negli Smart Speakers

Ciò che si intende tramite ricerche vocali è che l’utente abbia una conversazione con la macchina, che ne riconosce le caratteristiche dai dati di ricerca. Quello che si chiama apprendimento automatico.

Il cosiddetto SEO semantico è quello che si riferisce all’analisi delle parole in base al loro contesto e alla loro posizione. Pertanto, Google interpreta l’intento di una ricerca e offre ciò che considera migliore per quella ricerca.

Pertanto, non solo le parole chiave e le parole correlate diventano rilevanti, ma anche sinonimi e campi semantici. Quindi figure come esperti di comunicazione o linguistica acquisiscono un’importanza speciale nel supporto a una strategia SEO per comparire primi negli Smart Speakers.

7.- Le code lunghe e l’importanza del 6 W.

Tecniche SEO per comparire primi negli Smart Speakers

Le ricerche vocali vengono generalmente espresse in modo più preciso e concreto. Generando domande con frasi complete e non con parole chiave isolate.

Ciò genera un tipo di consultazione conversazionale che richiede una risposta specifica all’utente. Queste query sono fatte in modo interrogativo, applicando la formula nota come 6 W:

  • Cosa.
  • Chi.
  • Quando.
  • Dove.
  • Perché.
  • Come.

Non è un concetto completamente nuovo, dal momento che è una formula molto ricorrente nelle FAQ ed ha sempre funzionato molto bene per il SEO tradizionale. E lo fa anche nel SEO per comparire primi negli Smart Speakers.

8.- L’importanza della geolocalizzazione e il tempo di ricerca

Tecniche SEO per comparire primi negli Smart Speakers

Anche la geolocalizzazione svolge un ruolo fondamentale nel posizionamento. Le aziende locali dovrebbero considerare questa funzione perché questo tipo di ricerca di solito genera acquisti.

Qui è molto importante avere una scheda Google My Business ottimizzata per rispondere alle esigenze dell’utente per una ricerca tradizionale e vocale.

Questi tipi di ricerche sono strettamente correlati agli smartphone. Ecco perché i siti Web e i contenuti ottimizzati per una query di prossimità diventano più importanti. Il tempo è strettamente legato a questo aspetto poiché un evento, ad esempio, può svolgere un ruolo molto importante nel posizionamento.

Questi sono solo 8 dei fattori SEO utili per comparire primi negli Smart Speakers. Hai bisogno di aiuto per migliorare il posizionamento organico? In Antevenio possiamo aiutarti con strategie SEO efficaci.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies