Scopri la crescita dell’e-commerce durante il coronavirus

giugno 04, 2020
Redazione
Ti è piaciuto il nostro articolo?

commerce durante il coronavirus

Gli studi sulla crescita dell’e-commerce durante il coronavirus hanno dimostrato che la pandemia ha profondamente influenzato il comportamento del consumatore.

Oggi le aziende si preoccupano di capire come i cambiamenti dopo la pandemia continueranno a influenzare le risposte dei loro clienti. Pertanto, oggi un compito importante è analizzare la crescita del commercio elettronico durante il coronavirus. Alcune delle più grandi catene di vendita al dettaglio hanno già annunciato che stanno espandendo le loro vendite di e-commerce per adattarsi a queste nuove abitudini di consumo.

Senza dubbio, il COVID-19 ha accelerato questo processo. E mentre queste aziende possono sembrare meglio attrezzate per soddisfare le nuove esigenze dei clienti, questo cambiamento è fuori controllo per molti altri.

I consumatori iniziano ad acquistare online determinati tipi di prodotti che non erano previsti. E sebbene le esigenze dei clienti siano cambiate, la crescita dell’e-commerce durante il coronavirus è un fatto innegabile.

Gestione degli ordini

Gestione degli ordini

Dopo oltre otto settimane di reclusione e lavoro da casa, i consumatori continuano a cambiare le loro abitudini di acquisto. Ad esempio, i dispositivi mobile hanno dimostrato di essere la forma più popolare per gli acquisti online con un ampio margine. In effetti, il 72% dei consumatori utilizza i propri telefoni, computer e tablet per fare acquisti nei negozi.

Secondo Mckinsey, i consumatori negli Stati Uniti, in Brasile, India, Giappone, Corea e Cina mostrano un’intenzione positiva di aumentare la frequenza degli acquisti online in varie categorie.

Questi includono generi alimentari, cibo, forniture per la casa, cura della persona e altri prodotti per il tempo libero e lo sport. Allo stesso modo, anche i prodotti per bambini e libri / riviste / giornali hanno beneficiato del confinamento. Ciò si è senza dubbio tradotto in una forte crescita del commercio elettronico durante il coronavirus.

Inoltre, il 47% degli utenti di Internet nel mondo passa più tempo a fare acquisti online. La percentuale di utenti Internet di ogni fascia d’età che trascorre più tempo a fare acquisti su eCommerce in tutto il mondo nelle ultime settimane è suddivisa in:

  • Il 46% degli utenti di Internet tra i 16 e i 24 anni
  • 53% di utenti tra 25 e 34 anni
  • Il 50% degli utenti di Internet di età compresa tra 35 e 44 anni
  • 42% di utenti tra 45 e 54 anni
  • Il 32% degli utenti di Internet tra i 55 e i 64 anni.

Anche i nuovi acquirenti si uniscono alla crescita dell’e-commerce durante il coronavirus

Anche con gli annunci di declassamento nella quarantena di alcuni paesi del mondo, è stata notata la crescita del commercio elettronico durante il coronavirus. Infatti, nella settimana dell’11 maggio, è stato raggiunto il maggior numero di acquirenti online della pandemia: il 67,1%.

Secondo gli studi, la crescita dell’e-commerce durante il coronavirus è riuscita a espandere la portata delle vendite di aziende che non avevano mai osato vendere su Internet.

Questi sondaggi rivelano che poco più della metà dei consumatori ha acquistato per la prima volta in questo periodo. In parte, grazie alle sue politiche di assistenza clienti online. Un fattore che è stato decisivo nella crescita del commercio elettronico durante il coronavirus.

Le vendite al dettaglio sono aumentate del 209%

Le vendite al dettaglio sono aumentate

Ciò è indicato dagli studi più recenti che mettono a confronto le transazioni effettuate durante la crisi del coronavirus in aprile e maggio, con quelle effettuate contemporaneamente nel 2019.

Le tendenze nei comportamenti di acquisto dimostrano una crescita dell’e-commerce durante il coronavirus. Una crescita, inoltre, che è diventata più evidente a marzo, seguita solo dall’acquisto di giochi online.

Il grande diventa più grande

Il grande diventa più grande

Giganti online come Amazon e Alibaba hanno controllato un terzo del mercato globale dell’e-commerce nel 2019, secondo Euromonitor International.

Le chiusure dei negozi durante la pandemia hanno esteso il loro dominio. Amazon, ad esempio, ha assunto 175.000 nuovi dipendenti, poiché la spesa dei consumatori su Amazon è aumentata del 35%, secondo Facteus.

Questi titani emergeranno dalla pandemia ancora più forti, rimodellando permanentemente il panorama del retail e conducendo una gara vincente che era già in corso.

Con l’aumento dello shopping online, arrivano anche le frodi

Allo stesso modo, e mentre l’e-commerce e i rivenditori online rispondono alla rapida crescita degli ordini, è stata rilevata una forte crescita delle frodi online.

Di seguito sono riportati alcuni dei molti approcci adottati per frodare i siti di e-commerce, rivenditori online e consumatori che acquistano online:

A.- Il tipo più comune di frode nel commercio elettronicoi: gli storni di addebito,

Si tratta di uno dei tipi di frode più costosi che subirà il commercio elettronico al dettaglio. Si tratta di una tecnica che spesso comporta costi aggiuntivi, perdita di inventario, servizi e potrebbe persino non essere in grado di accettare un tipo specifico di carta di credito.

Gli storni di addebito possono essere il risultato di frodi criminali o amichevoli. In ogni caso, i chargeback sono costosi e richiedono un tempo eccessivo per essere risolti.

B.- Frodi amichevoli

Questo tipo di frode elettronica aumenta all’aumentare del reddito online di un sito di e-commerce. Qualcosa che può rappresentare tra il 40% e l’80% di tutte le perdite per frode.

Conosciuta anche come frode di prima parte, questo tipo di frode si verifica quando i clienti richiedono rimborsi alle loro banche emittenti, sostenendo che le transazioni negli estratti conto delle carte di credito sono fraudolente.

Invece di contattare la società tramite la quale è stato effettuato un acquisto, un consumatore chiama semplicemente la propria banca, che, in mancanza di informazioni di verifica, rimborsa il consumatore ed emette un riaddebito alla società. Le frodi amichevoli possono essere accidentali o intenzionali.

C.- Giochi e frodi wireless

Sono una delle aree in più rapida crescita oggi, vista la crescita annuale del 126% delle vendite online in quest’area ad aprile 2020.

Gli schemi per il riempimento delle credenziali, l’acquisizione dell’account e lo streaming di Potluck sono oggi utilizzati per truffare siti e rivenditori di e-commerce.

Si verifica quando gli utenti eseguono il processo di registrazione su un sito Web. Verificando la validità delle coppie nome utente / password rubate, queste informazioni vengono utilizzate per rilevare gli account.

D.- Streaming Potluck

È una tecnica in cui ogni membro di un gruppo ha il proprio account per un servizio di streaming e lo condivide. In questo caso, ciascun membro del gruppo ha accesso a tutti i servizi. Il grande difetto qui è che, a seconda del modello di business del fornitore di servizi, lo scambio di account non autorizzato può causare la perdita di entrate.

Oggi l’acquisizione di account è diffusa nei giochi e in tutte le aree dell’e-commerce. Il settore dei giochi online si basa sull’approvazione in tempo reale di piccole quantità di transazioni per mantenere i giocatori interessati. Queste transazioni devono essere approvate quasi istantaneamente e progressivamente affinché un gioco abbia successo finanziario.

Suggerimenti per i consumatori per proteggere l’identità e le informazioni personali durante la crisi COVID-19

  • Presta attenzione alle richieste online di informazioni personali. Le e-mail a tema coronavirus in cerca di informazioni personali sono probabilmente truffe di phishing. Le agenzie governative legittime non richiedono tali informazioni. Elimina questo tipo di email.
  • Controlla l’indirizzo e-mail o il link. Ispeziona i collegamenti passando con il mouse sull’URL per vedere dove conduce. A volte è ovvio che l’indirizzo web non è legittimo. Ma considera che i phisher possono creare collegamenti che assomigliano a indirizzi legittimi. Se ricevi un messaggio con un link dubbioso elimina immediatamente quell’email.
  • Fai attenzione agli errori ortografici e grammaticali. Se un’e-mail include errori di ortografia, punteggiatura e grammatica, è probabilmente un’e-mail di phishing.
  • Presta attenzione ai saluti generici. È improbabile che le e-mail di phishing utilizzino il nome di una persona. Saluti come “Gentile Signore o signora” spesso indicano che un’email non è legittima.
  • Evita le email che insistono per farti agire ora. Le e-mail di phishing spesso provano a creare un senso di urgenza o richiedono un’azione immediata. Elimina l’e-mail.

2 fattori che influenzano l’e-commerce

fattori che influenzano l'e-commerce

Anche dopo così tante settimane di conferma della crescita del commercio elettronico durante il coronavirus, l’ombra di una minaccia continua a crescere.

C’è una sorta di preoccupazione commerciale su ciò che accadrà in futuro. Tenendo conto anche di una nuova crisi economica. E soprattutto della cosiddetta “nuova normalità“. Esistono due problemi importanti che possono influire sulla crescita dell’ecommerce nel tempo:

1.- La fiducia è permanente

Durante la pandemia, la crescita dell’e-commerce durante il coronavirus risponde a una reale necessità per i consumatori di accedere a questi mezzi per ottenere beni e servizi. Tuttavia, il rilassamento della quarantena può portare alcuni contrattempi nei sistemi di acquisto.

Uno dei principali problemi delle vendite online è che ci sono molti utenti sospettosi. Con il rilassamento del confinamento e l’apertura dei negozi, molti possono scegliere di nuovo di andare nei negozi fisici. Non solo per proteggere le proprie transazioni ma per evitare la scomparsa delle imprese locali.

2.- Sicurezza del negozio

Aumentare gli investimenti nel marketing digitale per mantenere una buona presenza del brand online. Tutto indica che nel prossimo futuro ci sarà più interesse da parte dei clienti nel trascorrere più tempo sui siti Web dei brand prima di andare al negozio.

Se crei campagne adatte alla customer journey e crei fiducia, avrai maggiori probabilità che decidano di effettuare acquisti online. Per questo, è essenziale che l’esperienza dei tuoi utenti sia coerente come offline.

Pertanto, sembra sempre più probabile che la pandemia continuerà ad accelerare la diversificazione del pubblico digitale. Qualcosa che influenzerà senza dubbio la crescita del commercio elettronico durante il coronavirus.

Ciò crea numerose opportunità per qualsiasi brand che decida di essere presente su queste piattaforme. Pertanto, è assolutamente necessario sviluppare un’efficace strategia di performance marketing con il supporto di specialisti come Antevenio in cui abbiamo tecnologia ed esperienza per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi di business.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies