Newsletter a pagamento: la nuova tendenza per monetizzare il tuo elenco di suggerimenti

settembre 21, 2020
Redazione
Ti è piaciuto il nostro articolo?

newsletter a pagamento

I social media e i blog possono essere redditizi per il tuo brand, ma le newsletter a pagamento sono ancora un canale di comunicazione altamente funzionale ed efficace. Soprattutto se sfrutti un vero database.

Per non confonderti, è bene che tu sappia che i risultati sono diversi tra newsletter, email marketing ed email. I tre termini sono correlati, ma non sono esattamente intercambiabili.

La newsletter è un bollettino informativo, è una delle pubblicazioni digitali con più informazioni rispetto a alle altre, trasmessa tramite posta elettronica. Viene inviata regolarmente, a ritmi giornalieri, settimanali, mensili, bimestrali o trimestrali.

Un formato pubblicitario

In generale, il suo contenuto si basa su articoli di interesse sul brand, nonché sui suoi prodotti, servizi o settore in cui opera.

Le persone che ricevono queste comunicazioni sono quelle che sono iscritte al database del Brand e che hanno dimostrato in anticipo un grande interesse per il brand, quindi richiedono informazioni ulteriori.

L’email marketing è una strategia di comunicazione utilizzata dalla maggior parte dei brand per mantenerti in contatto diretto con i tuoi clienti durante la navigazione. È una tecnica che include sia newsletter altre strategie.

D’altra parte, l’e-mail è un formato che enfatizza maggiormente la pubblicità se utilizzi principalmente il brand per promuovere i tuoi servizi e prodotti.

Vantaggi di avere una newsletter

Vantaggi di avere una newsletter
Nel mondo dei media digitali e dell’email marketing esistono molte tecniche per far crescere il tuo elenco di database e monetizzarlo. Uno di questi è utilizzare newsletter a pagamento. Ma, inoltre, ha anche un’altra serie di vantaggi:

  • Il pubblico che lo riceve sarà davvero importante, dal momento che ha deciso di ricevere le comunicazioni.
  • Sebbene non sia uno strumento di vendita diretta, puoi influenzare indirettamente i suggerimenti.
  • Non richiede un grande investimento monetario.
  • Tutte le informazioni possono avere a che fare con le novità e le promozioni che fai sul tuo brand.
  • Sarà una delle più grandi fonti che ti aiuterà a ottenere traffico, sia per il tuo sito web che per il tuo blog.
  • Se hai una buona strategia, diventa uno dei migliori canali di vendita.

Perché il tuo brand dovrebbe implementare newsletter a pagamento?

Molte persone pensano che i social network siano qui per restare, ma pensano che non sarà una soluzione eterna. Devi fare molti sforzi per ottenere follower per le tue reti, perché ti serviranno anche in futuro.

Non è affatto un segreto che gli abbonati valgono molto di più di qualsiasi follower che hai su un social network. Ciò è dovuto, in parte, al tasso di conversione che puoi ottenere con le newsletter a pagamento.

Ma uno dei motivi principali per l’implementazione di newsletter a pagamento è che garantiscono, nella città di medie dimensioni, la qualità e il rigore delle informazioni.

Questo perché nessuno pagherebbe per ricevere bufale o informazioni obsolete. Se vuoi avere successo con un sistema a pagamento informativo, è fondamentale che le offerte contengano informazioni veritiere e di qualità.

Inoltre, con la comparsa di nuovi formati e strategie online, la pubblicità ha subito negli ultimi anni un lieve calo. Pertanto, le newsletter a pagamento sono un modo ideale per monetizzare i tuoi sforzi e diversificare le tue fonti di reddito.

Le piattaforme più economiche per utilizzare le newsletter a pagamento

piattaforme newsletter a pagamento
Ci sono molte piattaforme disponibili per realizzare le tue strategie di invio di newsletter, ma se vuoi scegliere quelle più efficaci, prova queste opzioni che potrebbero funzionare:

  • MDirector: la piattaforma di email marketing di MDirector è uno dei servizi professionali più completi. Non solo consente l’invio di email di massa, ma offre software inutilizzato per creare newsletter interessanti, landing, ha un sistema di reporting avanzato e molto altro.
  • MailerLite: con questo strumento puoi creare pop-up con un invito all’azione e acquisire più suggerimenti.
  • Sendinblue: Hanno sempre ottimi piani. A loro volta, offrono vantaggi a un prezzo inferiore.
  • Mailjet: ha uno dei piani più convenienti, a partire da € 7,95 al mese, a cui puoi inviare fino a 30.000 email.
    Come dovresti creare una newsletter

Ora che sai perché dovresti considerare invii a pagamento per la tua newsletter e conosci alcune opzioni per farlo, devi sapere quali elementi dovrebbe avere una newsletter a pagamento. Presta attenzione a questi dati:

A.- Devi ottenere utenti iscritti

Prima di iniziare a inviare le tue newsletter a pagamento, devi ottenere utenti interessati a compilare il tuo modulo e a far parte del tuo elenco di contatti. Un consiglio: chiedi le informazioni minime che puoi.

Quando si chiedono molti dati, gli utenti sono pigri nel compilare i moduli o semplicemente non vogliono fornire tutte le informazioni richieste.

Ma ricorda, se vuoi ottenere iscritti, la cosa più importante è che tu abbia una buona strategia per i contenuti, con informazioni utili e comprovate per gli utenti.

B.- Dove posizionare i moduli per attirare gli iscritti

modulo newsletter
Il modo in cui gli utenti si iscrivono alla tua newsletter è attraverso i form dei tuoi annunci o pubblicazioni. Puoi inserire questi moduli di registrazione in molti posti, anche al di fuori del tuo sito web. Scopri quali sono i più efficaci:

  • Menu: il collegamento può essere aggiunto nel menu principale. In questo modo sarà molto più visibile e non disturberà gli utenti.
  • Articoli: alla fine di ogni articolo, aggiungi un promemoria dove si trova la newsletter indicando che possono iscriversi se lo desiderano.
  • Nella barra laterale: molti dei modelli di WordPress sono generalmente configurati per includere una barra laterale in cui vengono visualizzati alcuni annunci. Utilizzando un widget di testo è possibile aggiungere il modulo di registrazione.
  • Finestra pop-up: sarà uno dei modi più efficaci per monetizzare il tuo elenco di iscritti, ma molte volte tendono a infastidire gli utenti. Se vuoi posizionarlo, ti consigliamo di configurarlo in modo che appaia dopo 30 secondi quando il tuo visitatore è già entrato nel tuo sito web.
  • Facebook: un modo per ottenere iscritti gratuitamente è grazie a Facebook, creando un pulsante che si troverà nella pagina aziendale.
  • Instagram: con questo social network potrai solo inserire un link nella tua biografia. Puoi includere quello dal tuo sito web, ma un’idea migliore è mettere quello che va direttamente al form. In questo modo puoi trattenere l’utente.

Come guadagnare con le newsletter a pagamento

Esistono molti modi per monetizzare una newsletter e il tuo elenco di iscritti. Ma dovresti sapere che, nel mondo digitale, non tutti sono completamente validi. Ecco alcuni modi per farlo rendere:

1.- Vendi alcuni corsi

Uno dei modi più diretti per rendere redditizia una newsletter è offrire corsi online. Alcuni esempi sono:

  • Corsi creati da te: puoi inviare ai tuoi iscritti un’offerta speciale che è per un tempo limitato, per un acquisto a un prezzo inferiore.
  • Corsi di altri brand: puoi anche vendere corsi di affiliati, dove ti viene assegnata una commissione ogni volta che viene effettuata una vendita tramite i loro link.

2.- Usa l’affiliation marketing

cos'è l'affiliate marketing
Questo è un altro modo far rendere le tue newsletter a pagamento. Un esempio potrebbe essere il collegamento di voli economici con una compagnia aerea, purché la tua azienda tratti di questo argomento.

Potresti anche promuovere un caricabatterie che hai acquistato in qualsiasi e-commerce. Il trucco sta nell’offrire sconti speciali, offerte e promozioni agli utenti paganti. Se vedono di poter accedere a sconti esclusivi, è più probabile che si abbonino.

3.- Con la pubblicità

Mentre invii newsletter a pagamento per monetizzare il tuo elenco di iscritti, puoi anche creare contenuti sponsorizzati per diversi brand. Puoi negoziare per stabilire una tariffa per parlarne ai tuoi utenti.

Man mano che il tuo elenco di contatti si espande, maggiori sono le possibilità che avrai di ottenere pubblicità, essendo una spetto importante.

4.- Consiglia quale piattaforma di invio di email stai utilizzando

In fondo alle tue newsletter a pagamento, inserisci il nome della piattaforma di invio di email che stai utilizzando poiché, con questo, potresti ottenere qualche euro extra per ogni utente che poi utilizzerà il servizio.

Ci sono molti vantaggi che otterrai quando crei newsletter a pagamento. Tuttavia, devi stare molto attento quando effettui queste comunicazioni. Pensa sempre all’utente e al valore che intendi dare.

La segmentazione sarà la chiave quando comunichi con il tuo pubblico. Non inviare lo stesso contenuto a tutti gli iscritti. Segmenta le tue comunicazioni pin modo da migliorare l’esperienza utente con il tuo brand.

Se hai bisogno di aiuto, in Antevenio siamo qui per aiutarti con un servizio di email marketingche garantisce una capacità di deliverability email unica, oltre a includere un sistema marketing automation, email e SMS.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies