Marketing di affiliazione vs Influencer marketing

Marzo 02, 2018
Ana Moreno
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Marketing di affiliazione vs Influencer marketing

Marketing di affiliazione vs Influencer marketing. Quale tipo di marketing è il più adeguato per gli obiettivi attuali della tua azienda? Il marketing di affiliazione e l’influencer marketing sono due discipline che utilizzano personaggi per suggerire o promuovere prodotti.

In entrambi i casi si ottiene un risultato sorprendente riguardo al ritorno dell’investimento. Ma quale devi scegliere per la tua strategia? Marketing di affiliazione vs influencer marketing. Una decisione che avrà a che fare con le tue strategie di marketing online.

Differenze tra il marketing di affiliazione e influencer marketing

L’influencer marketing si riferisce al processo di identificazione di persone chiave che hanno una forte presenza in rete e approfittano della loro influenza sui followers o iscritti per promuovere un prodotto o servizio.

Gli influencers possono essere bloggers, giornalisti, autori, consulenti, analisti ecc. Gli influencers più prestigiosi solitamente hanno:

  • Una forte influenza sui clienti potenziali.
  • Un importante reach sul proprio sito e un’importante presenza sui social.
  • La capacità di trasmettere una forte affinità con il brand.
  • La capacità di trasmettere credibilità e fiducia con il proprio pubblico in qualità di esperti di un tema specifico.

Gli influencers possono aiutare i brand a fortificare e aumentare la coscienza e affinità con il brand perché i loro followers si fidano dei loro consigli.

Nel Marketing di affiliazione invece un’azienda si associa ad affiliati (bloggers, editori, aziende, organizzazioni, ecc.) per promuovere il proprio brand.

In entrambi i casi il fine è il medesimo ma quali sono le differenze? Quando utilizzare un sistema e quando un altro? Questi sono i 5 fattori che devi considerare per prendere una decisione:

1.- Studia il tuo pubblico obiettivo

Marketing di affiliazione vs Influencer marketing

È uno degli aspetti più importanti per decidere tra marketing di affiliazione e influencer marketing. Gli affiliati possono aiutare a far conoscere i tuoi prodotti al tuo pubblico ideale, con link diretti ai prodotti o ai servizi della tua azienda.

Ovviamente se il tuo obiettivo è far conoscere un prodotto attraverso i consigli, dovrai pensare di personalizzare la tua vendita tramite influencers.

2.- Nuove forme di fare marketing

Anni fa le attività con gli affiliati erano appena cominciate. Ora il software permette alle aziende di andare molto oltre. Anche il marketing con influencers è fiorito grazie ai social.

Sapere qual è il momento adeguato per utilizzare i due sistemi è scegliere un’opzione a lungo termine. Il marketing di affiliazione può risultare una strategia adeguata per una campagna concreta mentre scommettere sugli influencers sarà ideale in altri momenti.

3.- Costi differenti

Gli affiliati vengono pagati con una parte delle entrate derivanti dalle vendite, con una commissione. Questa struttura di compenso rende il marketing di affiliazione una delle strategie più convenienti.

Al contrario, gli influencers vengono pagati a tariffa fissa, a seconda del numero di followers solitamente. Inoltre l’influencer può ottenere prodotti gratuiti in cambio della promozione.

I programmi degli affiliati sono creati per ottenere nuovi clienti e aumentare le entrate. L’influencer marketing è focalizzato sulla brand perception.

4.- Misurazione e tracciamento

Marketing di affiliazione vs Influencer marketing

L’influencer marketing utilizza il sito dell’influencer e l’analisi social per misurare la pubblicità focalizzata sul brand. Ciò include metriche tra le quali:

  • Audience: iscritti, followers, traffico del blog, visite al sito.
  • Social Engagement: visite, mi piace, clicks sui links, commenti, sentiment.
  • Social Sharing: partecipazione.
  • Iscrizioni: alle newsletter.
  • Nuovi followers: nei differenti spazi social del brand.

Il marketing di affiliazione utilizza cookies e un pixel collocato nel sito del brand per misurare i risultati della pubblicità. Queste metriche sono, solitamente, più tangibili e permettere il calcolo del ROI in maniera affidabile. Ciò include:

  • Registrazioni.
  • Vendite, ordini.
  • Tasso di conversione.
  • Clienti nuovi vs clienti di ritorno
  • Valore medio dell’ordine.
  • Costo per acquisizione (CPA).
  • Vita utile del cliente (CLV).

5.- Problemi di entrambe le discipline

Ovviamente, sia il marketing di affiliazione sia l’influencer marketing devono far fronte a una serie di svantaggi:

A.- Incentivi

La Commisione Federale del Commercio (FTC), l’agenzia che applica le leggi sulla trasparenza nella pubblicità degli USA ha cominciato a prendere provvedimenti importanti contro i brand che incentivano i bloggers, gli editori o coloro che pubblicano riguardo ai loro prodotti senza segnalare che si tratta di una sponsorizzazione.

Nel modello di influencer marketing in molti casi non si rivela il compenso elargito per la promozione dei prodotti.

Un altro problema per i brand che lavorano con gli influencers è assicurarsi che lavorino adeguatamente rispetto al compenso. Un fattore importante quando si sceglie tra marketing di affiliazione e influencer marketing.

B.- Regole

La maggior parte delle persone influenti e non affiliate non conoscono le regole basiche per la divulgazione e non le capiscono o, semplicemente, non si sentono coinvolti.

Nel marketing di affiliazione esiste un processo di supervisione strutturato per verificare che gli affiliati svolgano bene il loro lavoro. In un programma ben amministrato ci sono gestori di programmi di affiliazione che si occupano del controllo.

Per esempio se un affiliato non segnala costantemente che riceverà una commissione se i suoi lettori acquisteranno attraverso il suo sito, l’amministratore del programma può eliminarlo.

Detto ciò, Google ha cominciato a prendere misure contro gli editori, influencers e affiliati esigendo che ogni link a un fornitore sia etichettato come “nofollow” nel codice HTML e che ogni relazione con i brand sia trasparente. Un aspetto importante nella scelta tra marketing di affiliazione e influencer marketing.

Quale strategia di marketing scegliere?

Marketing di affiliazione vs Influencer marketing

I seguenti 8 fattori ti aiuteranno a prendere la decisione corretta sulla scelta tra marketing di affiliazione e influencer marketing:

1.- Costi di produzione

Per i media che utilizzano come strategia il marketing di affiliazione, devi sapere che i tuoi costi di produzione tendono a zero. Non programmano e non creano il prodotto. Tutto è legato al brand produttore. L’unica cosa da fare è affiliarsi sulla piattaforma di affiliazione e inserire il codice del link al sito di vendita.

Quindi il media riceverà un codice da inserire nella url specifica e le vendite ottenute appariranno nella piattaforma. Ogni media potrà vedere le proprie commissioni.

Nel caso degli influencers, le promozioni vengono gestite congiuntamente. Ed è il brand con l’influencer a pattuire le differenti azioni da realizzare. I costi di produzione dipenderanno dal tipo di influencer scelto per la tua campagna.

2.- Varietà di prodotti

In entrambi i casi ci sono diversi prodotti da promuovere, anche se normalmente gli influencers si muovono in una nicchia specifica legata al cibo, alla moda o allo sport. Soprattutto quando si tratta di influencer ad ampio spettro e non di microinfluencers.

3.- Non c’è servizio di postvendita

L’azienda, in entrambi i casi si occuperà del servizio di post vendita. In alcuni casi può comparire un acquisto nel carrello degli affiliati ma alla fine compare sempre la url del venditore. Questa è una delle similitudini tra il marketing di affiliazione e l’influencer marketing

Entrambe le discipline si appoggiano a persone o mezzi esterni per far conoscere i prodotti ma non c’è acquisto dei prodotto previo. E del servizio post vendita si incarica, ovviamente, il brand.

4.- Tutti ci guadagnano: l’azienda, il cliente e l’affiliato o influencer

È una relazione che, se ben gestita, permette a tutti gli attori di guadagnare:

  • Il brand ottiene nuovi clienti e vendite.
  • Il cliente trova più facilmente ciò che cerca.
  • L’intermediario riceve un compenso adeguato approfittando del suo potenziale commerciale.

5.- Contratto

Questo è un aspetto che evidenzia differenze sostanziali. Nel caso degli affiliati non c’è contratto specifico anche se l’uso di una piattaforma è legato a determinate azioni. Invece la maggior parte degli influencer lavora con un contratto.

6.- Entrate passive

Un’altra delle grandi differenze nella scelta del marketing di affiliazione vs influencer marketing. Per l’affiliato si tratta di un’entrata passiva. Per l’influencer è un lavoro remunerato.

7.- Ideale per pubblicizzare prodotti digitali

Se si lavora con prodotti digitali queste due discipline del marketing digitale sono potenzialmente efficaci. Si potrebbe dire che è la versione aggiornata del commerciale che vendeva tramite catalogo o telefono. La tecnologia ha creato un nuovo metodo di vendita.

8.- Differenze nei tassi di conversione

Considerato che gli influencers hanno followers fedeli, il tasso di conversione sarà migliore e più efficace. Ovviamente deve trattarsi di una comunità reale e fedele. Qualcosa che in alcuni casi può permettere di raggiungere ottimi tassi di conversione. Ma mai tanto alti.

Nella relazione tra marketing di affiliazione e influencer marketing è necessario utilizzare media e influencers adeguati affinché la strategia sia efficace.

Un traguardo che puoi raggiungere con networks come quello di Rich&Reach che commercializza in esclusiva oltre 200 siti web premium e una rete di spazi digitali verticali leaders nei propri segmenti, composta da oltre 3.000 siti web. Raggiungi audiences di massa con la rete Rich&Reach di Antevenio.

 

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?