Inbound Marketing per PMI: best practices con esempi

luglio 03, 2019
Redazione
Ti è piaciuto il nostro articolo?
Inbound Marketing per PMI: best practices con esempi

Conoscere strumenti di marketing che aiutino la tua attività è indispensabile al giorno d’oggi. E una di quelle che non può essere dimenticata, se non sei tra i mostri del mercato, è l’inbound marketing per PMI.

L’inbound marketing è qualcosa che la maggior parte dei titolari delle piccole e medie imprese conoscono per sentito dire ma pochi l’hanno utilizzato. Ma fra coloro che lo fanno, molti stanno sperimentando un marketing più efficace e redditizio.

L’inbound marketing si basa sull’attrarre clienti attraverso contenuto rilevante e utile che apporta valore in ogni tappa del processo di acquisto del tuo cliente. Questa incredibile strategia mette il tuo messaggio a disposizione delle persone giuste nel momento adeguato, cosa che dà come risultato offerte più mirate.

A differenza del marketing tradizionale in cui si fa pressione sui clienti, l’inbound marketing è più allineato con i clienti di oggi dato che essi cercano soluzioni prima di parlare con un brand. L’uso dell’inbound marketing per PMI ti permette di creare una buona relazione di fiducia con coloro che desiderano comprare i tuoi prodotti o servizi.

Perché l’inbound marketing per PMI?

Le decisioni di acquisto, sia dei consumatori sia delle aziende, si sono evolute quando si parte da una ricerca online. Quando un possibile cliente trova la tua attività attraverso l’inbound marketing, l’informazione utile che offre dà una prospettiva diversa riguardo alla tua azienda. L’inbound marketing per PMI è efficace perché:

  • Aumenta la visibilità del brand sviluppando contenuto informativo che attira l’attenzione di coloro che cercano il prodotto o servizio che offri.
  • Genera lead calde perché trovano il tuo contenuto quando sono interessati.
  • Sviluppa le relazioni con i prospect attraverso contenuto di qualità aggiuntivo e conversazioni online.
  • Crea una lista di contatti basata sull’autorizzazione.
  • Sviluppa una reputazione da esperto nel tuo campo, mettendoti in una posizione di autorevolezza.

Best practices di inbound marketing per PMI

Per la maggior parte delle PMI inserire attività di inbound marketing nel piano marketing è importante. Principalmente perché permette di acquisire clienti leali a lungo termine. Ma quali sono le tecniche migliori da applicare?

1.- Identifica la tua audience

La prima cosa da fare è identificare quando crei la tua strategia di inbound marketing per PMI è l’audience a cui devi dirigerti. Se fossi una piccola azienda che vende foulard non vorresti approcciare uomini pensionati, vero?

È conveniente prendersi il tempo per pensare al tuo prodotto o servizio e su chi stai investendo. Queste sono le persone a cui vuoi dirigerti e vuoi che ricevano i tuoi messaggi. Quindi è importante proporre il tuo contenuto a questo pubblico in particolare.

Una volta che hai identificato il tuo pubblico ideale vorrai dividerlo in profili specifici noti come buyer personas. Questi stereotipi sono rappresentazioni semi fittizie del tuo cliente ideale basate su studi di mercato e dati reali.

Creando il profilo del tuo cliente dovrai trovare un nome e definire dati demografici specifici, inclusa l’età, il genere, lo stato civile, ecc. come puoi vedere nella foto qui sopra. È anche importante identificare gli obiettivi e le sfide di ogni buyer persona per aiutarla a soddisfare le proprie necessità.

2 – Sviluppa una strategia di contenuti

Hai già chiara la tua audience quindi per gestire una metodologia inbound marketing per PMI dovrai sviluppare una strategia di contenuti. La tua strategia di contenuti deve essere costruita con informazioni rilevanti che il tuo pubblico target voglia consumare. Una buona pratica è scrivere articoli in maniera consistente.

Aggiungere un blog al tuo sito è un modo eccellente per fare in modo che si trasformi in uno spazio più dinamico. In questo modo gli utenti troveranno contenuto che risponde al ‘perché’ dei tuoi prodotti o servizi. La pubblicazione costante di articoli inseriti sul tuo sito aiuta a migliorare l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO).

Qual è il contenuto ideale per la mia azienda?

Nell’esempio qui sopra puoi vedere Irlandando.it che è il blog di Vetoquinol, un’azienda che propone prodotti e servizi per la cura degli animali. È per questo che nel suo blog sono pubblicati articoli con consigli per la cura degli animali. In questo modo attraverso il contenuto si attira la buyer persona: i proprietari di animali.

Nell’altro esempio puoi vedere come CCI, un’azienda che si occupa di lingue, nel suo blog parla di temi che gli studenti, la buyer persona, cercheranno prima di iscriversi a un corso.
Quindi il contenuto che devi offrire è quello che aiuta la tua buyer persona a risolvere un problema e che appartenga all’area di expertise della tua azienda.

3 – Costruisci una buona presenza sui social

È assolutamente cruciale per l’inbound marketing per PMI inserire i social nella strategia. L’unico proposito dell’inbound marketing è attirare clienti di valore. E lo puoi fare inviando i tuoi messaggi all’audience corretta nel luogo idoneo e nel momento adeguato. I social sono un modo eccellente per farlo.

Ora che i blogs sono parte della tua strategia di inbound markting puoi usare i social come strumento per promuovere questo contenuto. Condividere il tuo blog attraverso le piattaforme social aiuta ad aumentare considerevolmente la reach. Specialmente se l’utente condivide la pubblicazione e mette il tuo messaggio a disposizione di un’audience completamente nuova.

È anche una buona idea includere links ad alcune delle tue pubblicazioni per aiutare a rendere variegata la tua pagina e i blogs sono un’eccellente maniera per sfruttare tutto ciò.

4 – Lavora all’ottimizzazione del sito

Ottimizzando il tuo sito, è importante fare prima un’analisi delle parole chiave. Quando fai quest’analisi pensa a come se fossi il tuo cliente e elabora una lista di parole chiave rilevanti per la tua PMI.

Evita di usare il gergo di settore e scegli le parole chiave che le persone tendenzialmente cercano. Per esempio se sei un concessionario di automobili al posto di usare parole chiave come “veicoli di seconda mano” usa parole come “macchina usata”. Così aumenterai le tue possibilità di essere trovato sui motori di ricerca.

Dopo aver creato una lista di parole valide dovrai ottimizzare il tuo sito. Lo farai incorporando queste parole nel tuo sito e migliorare la SEO. Questi sono gli elementi dell’ottimizzazione che devi includere nella tua strategia di inbound marketing per PMI:

  • Page title.
  • URL tags.
  • Headings.
  • ALT texts.
  • Domain Info.

5 – Focalizzati sulle lead

Dopo aver ottimizzato correttamente il tuo sito dovresti cominciare a notare un aumento del traffico. Approfittane per trasformare i nuovi utenti in clienti. Come puoi farlo? Dai uno sguardo a questi trucchi:

A.- Lancia offerte

Prima cosa devi scegliere un’offerta specifica che vuoi promuovere. Potrebbe essere qualsiasi cosa, da un ebook a una case study scaricabili. Una volta che hai definito l’offerta, crea una call to action che link alla pagina di destinazione.

Inserisci la call to action alla fine di ogni post pertinente. Ciò permette al visitatore che legge il blog di compiere i passi successivi se interessato.

B – Includi form nelle tue landing page

Una volta che l’utente clicca sulla CTA deve essere indirizzato a una pagina di destinazione. La tua pagina di destinazione deve includere un form che richieda informazioni base all’utente, tra cui nome, cognome, indirizzo mail.

Considera questo aspetto vantaggioso per entrambi. La tua azienda riceve informazioni sull’utente e può ricontattarlo. È un’azione win-win.

C – Cura le pagine di ringraziamento

Dopo che l’utente ha compilato il form e ha cliccato, deve essere inviato a una pagina di ringraziamento. In questa pagina devi includere un breve messaggio di ringraziamento per l’utente che compila il form. Includi anche una breve descrizione dell’offerta che sta ricevendo. Non dimenticarti di includere una CTA aggiuntiva che permetta all’utente di cliccare e ricevere l’offerta.

D – Non dimenticare le mail

Ora che hai le informazioni di contatto dell’utente è una buona idea inviare una mail di ringraziamento aggiuntiva con l’offerta perché l’utente possa visionarla.

Infine dovresti alimentare questi potenziali clienti con alcune mail affinché siano sempre coinvolti, ottenendo fiducia. È una buona idea offrire informazioni e proposte aggiuntive.

Ovviamente fai attenzione a questo processo. Non devi intasare la posta del destinatario e finire in spam. Spazia, sii autentico e divertiti.

Utilizzare un software specializzato in inbound marketing sarà perfetto per aiutarti con la tua strategia di inbound marketing per PMI. Affida la tua strategia di inbound marketing a Antevenio e trasformeremo i tuoi clienti potenziali in entusiasti ambassador dei tuoi prodotti.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies