Facebook lancia LOL, un’app per attirare pubblico giovane

maggio 21, 2019
Redazione
Ti è piaciuto il nostro articolo?

LOL

I social non smettono di evolvere, adattarsi alle necessità attuali degli utenti e l’ultima notizia è che Facebook ha lanciato LOL. Poco tempo fa anche Facebook Watch, Lasso e IGTV avevano già cercato di attirare il pubblico adolescente.

In questo caso la notizia che Facebook lanciasse LOL girava da mesi sui portali digitali. La piattaforma ha voluto sviluppare un altro prodotto video per attirare il pubblico più giovane e dinamico. Ossia la ricerca apparentemente interminabile di Facebook di trasformarsi in un’app interessante ha portato alla nascita di LOL.

Secondo TehCrunch, LOL è un elemento semplice che include una grande fonte di meme e GIFs categorizzati per temi. Ovviamente la piattaforma è ancora in test su 100 utenti delle superiori, quindi è stato necessario il consenso dei genitori.

La grafica di LOL ricorda i pulsanti ‘Scopri’ di Snapchat. Anche se prevede più opzioni. Andiamo per passi.

Facebook lancia LOL, un’app di meme

Facebook lol

Il fatto che Facebook lanciasse LOL era una notizia attesa. Ovviamente la piattaforma ha voluto fare le sue prove in silenzio prima del lancio ufficiale. Quindi LOL è stato proposto a un centinaio di studenti americani perché potessero interagire con la piattaforma.

L’obiettivo di questo primo movimento è che il pubblico più giovane e adolescente interagisca e confermi se ha realmente un potenziale sufficiente affinché tutti possano usarla. Ossia che diano la loro opinioni riguardo al fatto che l’app generi davvero engagement. Se piace.

Per il momento sono filtrati solo alcuni screenshot delle videate di LOL. Una di queste è quella che hai potuto vedere prima, in cui potrai osservare come il contenuto è ordinato in funzione di diversi filtri.

Tutto indica che si tratta di un mondo monopolizzato dai meme, GIFs e diversi file che generano engagement. Ossia, formati di contenuti che incitano alla condivisione e ai commenti. Anche se ciò che emerge in questo caso è che il contenuto si può utilizzare in maniera generale o diviso per categorie.

Ciò che fa LOL, quindi, è raccogliere contenuto dalla principali pagine di meme e lo divide in categorie come:

  • Per te.
  • Animali.
  • Fails.
  • Scherzi.
  • Classici.
  • Gaming.
  • Celebrities.
  • Etc.

In questo modo ogni utente potrà trovare l’elemento che preferisce. Anche se in ogni caso il social segnala che l’obiettivo è personalizzare sempre di più il contenuto. Così tutti gli utenti troveranno elementi interessanti continuamente.

Perché Facebook ha bisogno di questa app?

LOL

Facebook lancia LOL perché vuole attirare un maggior numero di utenti giovani. Soprattutto adolescenti. Ma mentre gli utenti crescono e i contenuti si adattano agli interessi attuali, le generazioni osservano la piattaforma come una struttura lontana dalle loro preferenze e dal loro stile.

Altre piattaforme social come Snapchat e Instagram sono diventate le preferite di questo pubblico potenziale. Principalmente perché offrono maggiore varietà di contenuti e funzioni interattive. Ed è ciò che gli utenti stanno cercando. Quindi sono nate funzioni come Facebook stories.

In questo caso Facebook lancia LOL per contrastare questa perdita di utenti corrispondente al target più giovane. E siccome i meme sono un tipo di contenuto che genera engagement tra il pubblico, la piattaforma scommette su di loro per attirarli.

Cosa ci si aspetta dal lancio di LOL?

Chi ha provato la nuova app assicura che potrebbe rimpiazzare Wathc. Prima di ciò, Facebook assicura che non pensa di implementare LOL in Watch. Di fatto si dibatte ancora riguardo al fatto che potrebbe essere una caratteristica indipendente all’interno della piattaforma o un’app indipendente.

Al momento LOL è una versione beta privata negli Stati Uniti. Si stima che il suo lancio verrà effettuato tra qualche mese. Ma il lancio a livello globale è previsto durante l’anno.

Anche se Facebook lancia LOL con l’intenzione di generare engagement in un pubblico complesso, nessuno sa come verrà integrato. Tanto che uno dei principali timori è che l’offerta di contenuto ludico non generi l’interesse previsto a lungo termine, riducendo la presenza degli utenti poco a poco. Per svelare l’incognita bisognerà aspettare di vedere come interagiscono gli utenti con LOL.

Facebook ha già fallito con altri aggiornamenti

Facebook lancia LOL per far innamorare gli adolescenti. Ma non è la prima volta che cerca di raggiungere un pubblico con app cloni di Snapchat come Poke e Slingshot o app indipendenti come Lifestage e TBH.

Ovviamente i timori riguardo alla perdita di utenti o il cambiamento dai feeds alle stories sta portando questo target verso altre applicazioni, generando nuove idee e progetti. Anche se ciò non toglie che la piattaforma abbia vissuto una caduta massiva del prezzo delle sue azioni durante gli anni.

Se Facebook non può coprire questa fascia di età, la prossima generazione di utenti più giovani potrebbe non utilizzare il social e ciò potrebbe generare enormi problemi di flusso in caduta per le entrate.

Lasso è stato l’ultimo fallimento

Nell’intento di attirare il pubblico adolescente, Facebook ha commesso un altro errore. La sua app Lasso è stata scaricata solo 10.000 volte nei primi 12 giorni, mentre si aspettava che questa app avesse un impatto sul target potenziale.

Questa app che permette agli utenti di creare e condividere video con filtri e effetti speciali, include strumenti di editing video. Anche se forse il suo punto forte è che permette di inserire musica e testo. Gli utenti, dal canto loro, possono seguire altri content creators e trovare video interessanti utilizzando gli hashtags più popolari.

Gli specialisti dicono che se Facebook vuole davvero sfidare Tik Tok con Lasso, l’ideale sarebbe stabilire legami più stretti tra Lasso e Instagram. Ovviamente considerando che l’audience adolescente di Lasso è già su Instagram, si prevede che siano inseriti alcuni links.

LOL è l’ultima alternativa di Facebook

Gli adolescenti scoprono meme in Reddit, Twitter o Instagram. E le scambiano attraverso messaggi diretti. Oltre a Imgur, che comprende molti stili di narrazione visuale, non ci sono app che si basano sulla scoperta di meme e che siano super popolari. Per questo Facebook lancia Lasso e cerca di posizionare l’app come la principale in questo ambito.

È probabile che Instagram sia già leader in questo campo. Raccoglie migliaia di utenti che seguono diversi profili dedicati ai meme. Il tutto con l’obiettivo di visualizzare nuovi contenuti divertenti. Quindi, questa app funzionerà?

Gli specialisti affermano che Facebook potrebbe avere più fortuna se creasse strumenti per creare meme e un centro di visualizzazione dedicato alle ‘Scoperte. O per esempio una seconda visualizzazione di ‘Stories su Instagram’.

Il possibile successo di questa app risiede nel contenuto di intrattenimento. A volte i nostri cervelli devono riposare. Di fatto l’ideale è che il cervello respiri, si diverta e si disconnetta senza la necessità di riflettere o prestare attenzione.

Facebook Gaming è un’altra delle novità di Facebook

gaming

Il fatto che Facebook lanciasse LOL non è l’unica novità. La piattaforma più famosa del momento ha scommesso su altri obiettivi. Da qui è nato Facebook Gaming.

Il servizio di Facebook Gaming incorpora trasmissioni video in diretta e pre registrate. E forma parte della strategia del social per trasformarsi nella piattaforma leader nei contenuti video.

Tra gli obiettivi di Facebook Gaming c’è quello di aiutare gli utenti a creare communities su Facebook e creare nuovi strumenti specifici per giochi trasmessi in diretta. Come segnala il direttore globale dei gamers di Facebook Leo Olebe, la piattaforma sta trovando nuovi modi per soddisfare i fanatici dei giochi, attraverso sistemi di pagamento durante le trasmissioni in diretta.

Per questo la scommessa di Facebook Gaming nasce affinché i content creators possano avere successo sulla piattaforma e guadagnarsi da vivere. Ossia, l’idea principale è trasformare Facebook Gaming in uno spazio dove giocatori e entusiasti possano convivere. Il tutto con contenuti che abbiano a che fare con tematiche legate al mondo dei videogiochi.

È chiaro quindi che Facebook si sta sforzando per raggiungere un’audience più giovane e segmentata. E per questo sta provando nuovi focus e applicazioni che le permettano di raggiungere il pubblico potenziale. Qualcosa che si può anche ottenere attraverso gli annunci.

Ti piacerebbe che la tua azienda fosse presente sui social mediante pubblicità segmentata? In Antevenio mettiamo tutta la nostra esperienza in performance marketing affinché le tue campagne social ads ti permettano di raggiungere i tuoi obiettivi.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies