Strategie di marketing automation che convertono

novembre 14, 2018
Redazione
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Se vuoi attirare nuovi clienti potenziali, raggiungere meglio i tuoi contatti, aumentare la produttività e le vendite, la soluzione è utilizzare strategie di marketing automation nelle tue campagne di marketing.

La maggior parte dei professionisti di marketing riconoscono i principali benefici dell’automatizzazione. Di fatto, la prima analisi di settore di Forrester segnala che la spesa in tecnologia dell’automazione crescerà da $ 11.4 mila milioni a $ 25.1 mila milioni fino al 2023.

Sviluppare strategie di marketing automation non è facile. Ma ne vale la pena. Le strategie di marketing automation sono realmente efficaci quando si usano per:

  • Consegnare messaggi ai visitatori del sito, clienti potenziali o clienti in situazioni critiche prima, durante e dopo il processo di acquisto.
  • Fornire informazioni cruciali a queste persone.
  • Automatizzare le registrazioni, i tracciamenti e i remind che, altrimenti, dovresti far gestire dal servizio al cliente o dal team vendite.

In definitiva si utilizzano mer migliorare l’orientamento dei messaggi. L’esperienza dell’utente e attirare clienti potenziali qualificati. Si utilizza come un modo per consegnare i messaggi corretti alle persone adeguate. Prima, durante e dopo essersi trasformati in clienti. E questo è ciò che devi considerare cosa automatizzare.

Come sviluppare strategie di marketing automation che convertano

1 – Usa contenuto dinamico per attirare i tuoi clienti

Per ottenere un miglior risultato con qualsiasi strumento di marketing automatizzato, devi utilizzare contenuto dinamico. Il contenuto dinamico è ciò che spinge all’interazione con i clienti potenziali. Non avere contenuto dinamico o inviare il contenuto errato potrebbe farti perdere clienti potenziali. Ma cos’è il contenuto dinamico? HubSpot lo ha definito così:

“Anche conosciuto come contenuto ‘adattato’ è il contenuto intelligente. È un annuncio o il corpo di una mail che cambia a seconda degli interessi o del comportamento dell’utente. Così si crea un’esperienza che è personalizzata specificatamente per il visitatore o il lettore”.

Quindi devi focalizzarti sul content marketing per cominciare a generare fiducia tra i tuoi clienti. Perché è il modo di comprendere il comportamento e gli interessi dei tuoi utenti.

Secondo DemandGen Report, il 47% dei clienti hanno interagito con 3-5 contenuti prima di avere a che fare con un venditore. E questo è il motivo per cui non solo devi creare contenuto di valore. Deve anche essere contenuto eccellente e credibile. Devi creare il contenuto adeguato che si allinei con i comportamenti passati del cliente e soddisfi i suoi interessi.

La cosa più importante è utilizzare tecniche di content marketing per riunire dati sufficienti sui clienti potenziali. Perché con questo contenuto sarà molto facile raggiungerli e fare in modo che convertano.

Alcuni esempi

Cincom, un’azienda di soluzioni software aziendali, raccogliendo e analizzando dati sul suo software di automatizzazone marketing, ha inserito una campagna di contenuti basata sul comportamento. Ciò suppone un aumento del tasso di click del 1,941%. L’azienda ha generato in media 18 nuove opportunità di vendita alla settimana.

Non tutti i tipi di contenuto si creano per gli stessi motivi. Le pubblicazioni e articoli del blog, per esempio, sono adatti per la parte superiore dell’imbuto. Ma quando i clienti stanno considerando di acquistare i tuoi prodotti, hanno bisogno di contenuto visuale. Per esempio, video, presentazioni in diapositive, dimostrazioni prodotto, ecc.

Nel caso in cui tu abbia un eCommerce potresti utilizzare anche contenuto visuale come immagini dei prodotti e video di altri clienti che li usano. Ciò potrebbe essere di grande utilità per convincere i tuoi clienti potenziali.

2 – Configura una campagna Drip

Con il termine di drip marketing si fa riferimento a una serie di mail, manuali o automatizzate, basate sui ‘triggers’ che sono condizioni o azioni specifiche create per l’utente.

Una campagna drip è un’automatizzazione che si basa sul comportamento online del cliente. Per esempio quando un cliente potenziale si registra per ricevere le tue mail, riceve un messaggio di benvenuto. Ma cosa succede se gli utenti visitano la pagina dei prodotti? Dovresti inviare più contenuto con informazioni dei prodotti insieme a offerte promozionali.

Al posto di inviare un solo messaggio a tutti gli utenti, cosa che può essere inefficace, devi adattare il tuo contenuto ad ogni potenziale cliente. E sempre in funzione del suo comportamento. Le campagne drip si focalizzano su ciò che i clienti vogliono.

I messaggi inviati attraverso le campagne drip hanno tassi di apertura dell’80% più alti rispetto a un messaggio di massa. Il 79% dei leads qualificati non convertono perché non sono nutriti man mano. Inoltre, le aziende che utilizzano le campagne drip generano l’80% in più di vendite ad un costo ridotto del 33%.

Una campagna drip è efficace perché può nutrire le relazioni dei tuoi clienti potenziali senza la partecipazione umana diretta. E con il tempo può generare credibilità e fiducia.

Esempio

Il software di KANA ha aumentato il suo CTR medio di tre volte, in confronto all’invio delle mail normali. Il taso di invio nelle sue pagine di destinazione di CPC è aumentato da 2.63% a 34.19%. i visitatori del sito delle campagne drip sono passate a una media di 3:02 minuti rispetto a 1:56 minuti, il tempo medio che i visitatori spendono guardando mail al di fuori dalle campagne drip.

3 – Automatizza le collaborazioni del tuo team in tempo reale

Uno dei principali problemi legati al posto di lavoro è la mancanza di comunicazione. E il problema risiede nel fatto che, anche prima di ottenere clienti, molti uffici non possono trasferire informazioni a altri reparti senza problemi. Questo problema potrebbe peggiorare quando hai molti clienti. E una strategia di marketing automation risolve il problema.

In un sondaggio di Salesforce effettuato su oltre 1400 corporate executives, impiegati e educatori, l’86% dei partecipanti ha segnalato che la mancanza di collaborazione era responsabile degli errori sul posto di lavoro.

Oggi, con l’uso del software di marketing automation, puoi mettere a disposizione di tutti gli uffici tutte le informazioni su un cliente perché possa essere gestito al meglio.

4 – Configura le campagne di consolidamento nel tuo imbuto

Non tutti i visitatori del tuo sito sono pronti per comprare il tuo prodotto. Ma possono essere clienti potenziali. Qualsiasi strategia che implementi determinerà se il cliente potenziale convertirà.

Devi nutrire i clienti potenziali anche se non sono pronti per comprare i tuoi prodotti. Come? Attraverso il contenuto dinamico. Un contenuto che si adatti alle necessità specifiche di ogni cliente potenziale.

È logico che quando un cliente potenziale si iscrive, riceva una mail di benvenuto. A partire da qui la maggior parte dei tuoi clienti potenziali prenderanno strade diverse in funzione dei comportamenti online. Qualunque sia la strada che prendono, puoi usare il tuo contenuto per nutrirli fino a quando non acquisteranno.

Per esempio, se un cliente potenziale visita la tua sezione di abbigliamento invernale nel tuo ecommerce, questa è un’indicazione per inviargli contenuto legato al questo tipo di capi. Ad esempio relativi al tema degli effetti negativi del freddo o perché dovrebbe acquistare capi adeguati in inverno, ecc.

Tutto ciò si può ottenere facilmente perché un software di marketing automation dispone dei dati necessari con uno strumento di email marketing automation potrai creare questo tipo di invio. Approfittare al massimo della tua strategia di email marketing e ampliarla a più canali.

5 – Utilizza la sequenza delle mail per fare un tracciamento degli utenti che compilano un form di contatto

Quado un cliente potenziale compila un form, qual è il tuo piano per tracciare questo cliente potenziale? Con strategie di marketing automation, puoi preparare una lista di mail da programmare e inviare.

Le strategie di marketing automation ti permettono di preparare una sequenza di invii che si applicherà a diversi clienti potenziali attraverso un cambio del comportamento. Questa sequenza di mail è la serie che si invia a clienti potenziali per trasformarli in clienti che rendono. Sapevi che per ogni dollaro investito in mail, si può generare un ROI di 38 dollari?

6 – Approfitta delle strategie di marketing automation con la segmentazione delle liste

Ci sono molte informazioni che puoi ottenere dai tuoi clienti potenziali. Quando disponi delle informazioni, puoi raggruppare i tuoi clienti potenziali in diversi segmenti. Una segmentazione della lista si può fare manualmente. Ma ciò richiede tempo ed è possibile sbagliare.

Grazie alle strategie di marketing automation, ovviamente, puoi segmentare la tua lista dalla configurazione. I clienti o i clienti potenziali possono essere segmentati secondo diversi criteri come le informazioni demografiche, geografiche, di comportamento di acquisto, livello di partecipazione, ecc. tutto dipenderà dalle metriche che ritieni più importanti.

Con uno strumento di automatizzazione di email marketing puoi usare la segmentazione delle liste in maniera semplice e determinare il contenuto che verrà inviato a ogni lista.

Sviluppando un’automatizzazione efficace del marketing via mail, QIS Packaging, un’azienda che vende borse e contenitori di carta ha migliorato il suo ROI dell’830% e il tasso di conversione è cresciuto del 13%.

La segmentazione delle liste ha aiutato anche PaperStyle.com, un’azienda specializzata in prodotti cartacei, aumentando il tasso di apertura delle mail del 244% e un aumento del 330% delle entrate.

Anche tu puoi convertire i tuoi utenti con comunicazioni automatizzate. Con la piattaforma SaaS di Antevenio potrai combinare l’automatizzazione dell’email marketing e SMS affinché i tuoi clienti potenziali convertano. Informati.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies