Nuovi emoticons: impara a sfruttarli al meglio

aprile 30, 2019
Redazione
Ti è piaciuto il nostro articolo?

La lista definitiva degli emojis del 2019 è stata approvata dal Consorzio Unicode e include 230 emojis nuovi che arriveranno sulle principali piattaforme entro quest’anno.

Un fenicottero, una nutria, un cane guida…un tempio hindu, un sari e tante altre novità sono nella lista dei nuovi emoticons. I cerchi e i quadrati avranno nuovi colori in questa versione e ora è anche disponibile il richiestissimo cuore bianco.

Questo nuovo aggiornamento amplia la reach delle persone che possono essere rappresentate, incluse le persone con disabilità (proposte da Apple l’anno scorso), una coppia omosessuale e gli emojis che permettono una combinazione di diversi colori della pelle.

230 nuovi emoticons per il 2019

Se eri curioso di scoprire i nuovi emoticons creati per quest’anno, Emojipedia ha aggiornato le immagini per mostrare questi 230 nuovi emojis. Tra le principali novità ci sono:

Si tenías curiosidad sobre los nuevos emoticonos que se han creado para este año, Emojipedia ha actualizado sus imágenes como parte de una demostración de cómo estos 230 nuevos emojis podrían verse al llegar a varias plataformas a lo largo de 2019. Entre las principales novedades se encuentran:

1.- Coppia omosessuale

Per la prima volta Unicode inserisce un emoji per una coppia dello stesso genere che si dà la mano, con diversi colori della pelle.

Un aggiornamento davvero interessante per le persone rappresentate o che stanno cercando opzioni che riguardano le donne o gli uomini.

Le coppie che si danno la mano completano gli emojis delle coppie già esistenti:

  • Donne che si danno la mano
  • Donna e uomo che si danno la mano
  • Uomini che si danno la mano

Tecnicamente queste icone non sono legate per forza a una relazione romantica dato che la designazione ufficiale è “People Holding Hands”. Ma come capita con qualsiasi emoji, il significato dipende dal contesto.

2 – Toni di pelle misti

Una delle richieste più frequenti inviate a Emojipedia era la necessità di includere emojis che rappresentassero famiglie di colore. EMoji 12.0 non offre nessuna modifica agli emojis delle famiglie ma per la prima volta mostra opzioni di diversi colori della pelle.

Unicode non impedisce ai fornitori di utilizzare toni della pelle differenti ma la lista di emojis RGI (Recommended for General Interchange) su Emoji 12.0 si è focalizzata sulle 70 combinazioni necessarie per permettere alle coppie di avere un ventaglio di possibilità.

Gli utenti di Facebook hanno già accesso alle famiglie con diversi toni della pelle (125 combinazioni) e gli utenti di Windows hanno una selezione che permette di mescolare i diversi toni (52.000 combinazioni).

3 – Nuovi colori

Fino ad oggi la mescolanza di colori disponibile per quadrati, cerchi e cuori è variata. La maggior parte delle forme originali si sono conformate allo Standard Unicode per motivi di compatibilità. Da allora si sono inseriti diversi cuori, 🖤 il cuore nero nel 2016 e il cuore arancio nel 2017, colori che hanno permesso di completare l’arcobaleno dei cuori.

Con l’aggiornamento dei nuovi emoticons ogni forma (quadrati, cerchi e cuori) avrà le seguenti opzioni di colore:

  • 🔴 rosso.
  • 🧡 arancio.
  • 💛 giallo.
  • 💚 verde.
  • 🔵 azzurro.
  • 💜 porpora.
  • ⬜️ bianco.
  • ⬛️ nero.
  • 📦 marrone.

I cuori sono già disponibili in questi colori e si inseriscono il cuore bianco e il cuore marrone. Il cuore binaco è uno degli emoji più richiesti. Molte persone usavano il ♡White Heart Suit al posto.

4 – Nuove azioni tra gli emojis

Tra le novità ci sono anche nuovi emoticons che rappresentano azioni generali e persone con diverse disabilità. Queste ultime sono state proposte da Apple l’anno scorso. Apple ha proposto 13 nuovi emojis, se sin considerano opzioni per uomini e donne o 45 varianti quando si includono le opzioni del tono della pelle.

I nuovi emojis proposti includono un cane guida, apparecchi acustici, protesi e persone con stampelle o in sedia a rotelle.

5 – Altri cambiamenti

Come in tutti gli aggiornamenti si aggiungono anche nuovi emoticons con tematiche varie come si vede nell’immagine superiore. Un sari, nuovi animali, oggetti vari, un pianeta, ecc.

Ma sicuramente ti starai chiedendo quando arriveranno i nuovi emoticons. La maggior parte degli utenti potrà vedere i nuovi emojis sui propri dispositivi negli aggiornamenti durante il 2019. Il consorzio Unicode ha annunciato il lancio lo scorso 5 marzo.

Ci si aspetta di vederli nei principali sistemi operativi per la seconda metà del 2019. In termini generali compariranno nella versione beta di Android a agosto e in IOS a ottobre o novembre secondo il blog di Emojipedia.

Perché usare gli emojis nella tua strategia di marketing?

A.- Engagement

Gli emojis sono sinonimo di engagement. È dimostrato che gli emojis aumentano il livello di engagement, i clicks e i tassi di apertura. Dai uno sguardo a queste statistiche:

B.- Esprimere più enfasi

Hai mai ricevuto un messaggio di testo che termina con un punto? Ora pensa a cosa genera invece un punto esclamativo o un emoji. I sentimenti che sperimenti nei messaggi sono diversi a seconda dei caratteri utilizzati. A seconda del finale che scegli, ciò che trasmetti varia.

Anche se gli emojis non possono rimpiazzare in toto le parole possono eccitare, persuadere o intrigare. Ti permettono di far capire meglio il significato del tuo messaggio. Sono la ciliegina sulla torta.

C.- Ti danno un tocco di personalità

I brand sono più dei prodotti che vendono o del logo. I brand hanno un’identità, una personalità e un carattere, cosa che aiuta i consumatori a entrare in contatto e a diventare utenti fedeli. L’uso degli emojis nelle strategie di marketing e comunicazione dà personalità e identità al brand.

Se sei divertente e giovanile o ingegnoso, gli emojis possono aiutarti a umanizzare l’identità del brand. Definire e usare questa personalità nel tuo marketing può aiutarti a aumentare la coscienza del brand.

Esempi di campagne realizzate con emojis

1.- Domino’s Pizza

Al posto di usarli per raccontare storie, Domino’s ha deciso di usare gli emojis per offrire ai clienti più comodità nell’ordinare le pizze. Ha presentato una funzione via chatbot per permettere ai clienti di ordinare con gli emojis delle pizze.

Per ordinare una pizza attraverso gli emojis, i clienti dovevano creare un account di Domino’s, scegliere la pizza preferita e legarla all’account di Twitter. Solo allora potenvano twittare con l’emoji della pizza e ordinare.

Durante il primo giorno (prima che diventasse virale) oltre 500 persone negli Stati Uniti hanno utilizzato il sistema per ordinare. Inoltre questo metodo per ordinare via emojis ha ricevuto un premio al Festival Internazionale della Creativà Cannes Lions.

2.- McDonald’s

Gli emojis si possono anche usare per raccontare brevi storie e suscitare sentimenti positivi. Ed è ciò che ha fatto McDonald’s con la sua campagna. “Sei in una giornata no? Non preoccuparti, vieni da McDonald’s, mangia qualcosa e divertiti”.

Il bello di questa campagna di marketing è che raccontano storie usando emojis. Si ingegnano per creare empatia con le persone e lo fanno in maniera divertente giocando con gli stereotipi. Dimostra che un’idea non deve essere complicata per essere efficace.

3.- Deadpool

La campagna di marketing di Deadpool è probabilmente una di quelle con maggior successo. Secondo l’attore protagonista, Ryan Reynolds, tutto è cominciato come un gioco di parole nel gruppo di WhatsApp dei membri della produzione. “Solo uno scherzo stupido tra colleghi che sono impazziti e hanno deciso di farlo vedere a tutti”.

L’icona dello scheletro sarebbe la parte di Dead (morte) e Poo è il termine colloquiale inglese che si usa per indicare le feci. Un fantastico gioco di parole. L’annuncio è diventato virale e ha aiutato Deadpool a battere tutti i record al botteghino.

Utilizza nella tua strategia di marketing gli emojis per migliorare le relazioni con gli utenti. Che tu voglia creare una strategia con influencers o semplicemente migliorare l’interazione con il tuo pubblico target, Antevenio ti aiuterà a raggiungere i risultati desiderati con contenuto autentico.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies