Marketing virale o la chiave per trasformarsi nel leader di Internet

gennaio 03, 2018
admin
Ti è piaciuto il nostro articolo?

marketing virale
Fare marketing virale è qualcosa che tutti i brand conoscono. Passare da 0 a 100 è questione di secondi, guadagnare visibilità o fare in modo che tutti parlino della tua campagna e che lo facciano in qualsiasi canale esistente è qualcosa piacerebbe a tutti.

Si tratta di restare nel top of mind di tutto il mondo per un periodo determinato di tempo. Indipendentemente dal fatto che questa audience sia parte del tuo pubblico target o no.

Il marketing virale ha la capacità di generare interesse e spingere gli utenti agli acquisti relativi a un brand specifico grazie a contenuti che vengono condivisi alla velocità della luce. Generalmente sui social. Ed è per questo che il marketing virale è assolutamente in mano agli utenti che sono coloro che decidono se far conoscere il contenuto o no.

Chi crea le campagne di marketing virale?

Se pensi che la risposta sia ‘chi se lo può permettere’ o ‘i grandi brand’, sei in errore. Qualsiasi brand con una community consistente che lanci un contenuto sui social ha la possibilità di renderlo virale. L’unica cosa è che le campagne di marketing virale richiedono molto lavoro.

Vedrai, questo tipo di marketing può essere utile come strumento aggiuntivo. O può essere utilizzato per una campagna specifica.

Per esempio, una nuova campagna di bevande energetiche potrebbe contemplare un video con una persona che consuma questa bevanda e automaticamente faccia qualcosa di apparentemente impossibile. Sempre che risulti plausibile, questo video potrebbe richiamare l’attenzione del tuo target e fare in modo che si informi sul tuo brand

Puoi applicare questa tecnica come vuoi.

Ricordi il caso di The Blair Witch Project? La viralità di questa pre-campagna è stata quella che ha generato grandi aspettative verso il film molto prima del lancio. E ciò ha fatto sì che la gente parlasse del film molto prima che fosse lanciato.

Questo è un chiaro esempio del fatto che il contenuto non deve essere segreto per diventare virale. Anche se puoi pensare che se lo lanci potrebbero copiarti o creare qualcosa di simile con più successo, se il contenuto e la audience lo apprezza.

Vantaggi del marketing virale

1.- Meno investimenti in pubblicità

Anche se la tua campagna, inizialmente, può avere bisogno di un piccolo impulso economico per raggiungere il pubblico, grazie al marketing virale non ne avrà bisogno.

Di fatto, è probabile che i tuoi contenuti arrivino naturalmente alla audience target. E in maniera naturale, con l’unico appoggio degli utenti che condividono e parlano della tua campagna.

2.- Crescita rapida

Il successo repentino è raro. Anche nei casi in cui dalla notte alla mattina un brand si trasforma in un marchio di successo, ci sono anni di lavoro dietro.

Detto ciò, il marketing virale è una delle poche tecniche ad avere il potenziale di creare una crescita esplosiva per un’attività in poco tempo. E ovviamente questo è il vantaggio più importante anche se non è così semplice da sfruttare.

3.- Esposizione sui media convenzionali

Come responsabile di digital marketing, la cosa migliore è scommettere interamente su Internet e il mondo digitale. Ovviamente, non si può negare che i media convenzionali generano comunque una grande audience anche se sono molto lontani dalla personalizzazione che si può ottenere online.

Quando le campagne di marketing virale hanno successo, i media parlano della notizia e non è necessaria alcuna promozione a pagamento. E senza chiederlo. Questo aspetto alimenta la conversazione sul tuo brand.

4.- Aumento della credibilità

Nell’email marketing questo fattore è essenziale: quando un utente vede chi è il mittente, decide se vuole aprire la mail o no. Soprattutto perché se non ti conosce le probabilità che il tuo messaggio vada direttamente nella cartella antispam aumentano.

Nel momento in cui il tuo brand diventa virale, genera attenzione. E ciò significa che più persone sono aperte a darti una opportunità.

5.- Favorisce il processo di lead generation, di fatto lo accelera.

Anche se, in generale, la viralità si traduce sempre in vendite, non puoi ignorare il fatto che fare marketing virale ha un impatto importante nella generazione dei leads.

Di fatto tieni conto che non tutti coloro che riceveranno la tua comunicazione saranno disposti ad acquistare i tuoi prodotti. Ma quando attirerai la loro attenzione potrai prepararli per la conversione.

Esempi di marketing virale

1.- Samsung Galaxy S6 unboxing

Si tratta esattamente di ciò che promette il titolo. Un video di un minuto di un unboxing ufficiale del Samsung Galaxy S6 edge Iron Man Limited Edition.

E in questo caso il brand non ha scelto di promuoversi sin dall’inizio. Ossia, il segreto del successo di questa campagna di marketing virale è che si è giocato con un prodotto molto potente messo in relazione con un altro brand che ha la sua community. In questo modo i fanatici di Iron Man non hanno potuto resistere.

2.- Apple Music: Drake Vs. Bench Press

Poco tempo fa, Apple ha lanciato un video con un personaggio conosciuto da molti: Drake, il famoso rapper.

Drake è protagonista di una pubblicità relativa ai servizi di Apple in cui il rapper si trova in una palestra per fare esercizi con un amico. Ovviamente, ad un certo momento, il cantante prende il suo iPhone, accede a Apple Music e cambia la canzone per motivarsi. In questo caso si tratta di Bad Blood di Taylor Swift, una canzone che non ha a che fare con lo stile di Drake.

Come fattore sorpresa dell’annuncio, Drake comincia a ballare e ad allenarsi con entusiasmo, tanto che gli cadono i pesi.

Questa campagna di marketing virale ha approfittato della figura di un personaggio pubblico e di un tocco di humor che ha unito i fans di Taylor Swift e di Drake. Tanto che attualmente ha quasi 4 milioni di visualizzazioni su YouTube.

3.- Lay’s

Il brand di patatine Lay’s è riuscito a lanciare una campagna di marketing virale sui social con ‘Crea un sapore’ invitando i consumatori a creare nuovi gusti. In questo modo, ogni utente che ha partecipato poteva avere l’opportunità di guadagnare un milione di dollari o l’1% delle vendite del gusto vincitore.

Questo tipo di concorsi è tentatore per gli utenti.

La campagna è stata lanciata nel 2012 con un target definito: gli amanti del cibo spazzatura degli stati uniti. E come previsto, la campagna ha generato quasi 4 milioni di idee attraverso un’app di Facebook e via SMS.

Hanno partecipato chefs e esperti. E sono lor ad aver selezionato i tre finalisti. Hanno vinto lle patatine all’aglio con formaggio, pollo e waffle e Sriracha. E anche se sono stati lanciati tutti e tre, il gusto vincitore è stato il Cheesy Garlyc Bread con oltre un milione di voti sui social.

Ovviamente, cos’è successo a tutti gli altri partecipanti? Il brand ha deciso di creare una campagna che attualmente ha 12 milioni di visualizzazioni su YouTube.

4.- GoldieBlox

La startup di giochi ha ottenuto una vittoria sui social e in televisione, trasformandosi nella prima piccola impresa che ha trasmesso un annuncio durante il Super Bowl.

GoldieBlox che vende libri e giochi per promuovere la scienza e l’ingegneria tra le bambine, ha dimostrato la sua creatività sui social nel 2012 con questa campagna.

5.- HelloFlo

Madison Avenue ha sempre lottato per commercializzare prodotti per l’igiene femminile. Soprattutto con l’intenzione di favorire i concetti di protezione e freschezza con immagini che accompagnino l’idea.

Ovviamente, questa campagna di marketing virale ha ottenuto un grande successo perché ha ribaltato l’ida di 360 gradi. E, in questo caso, ha scommesso sul tema dell’onestà e dello humor.

Il video presenta una bambina che ha le mestruazioni per la prima volta mentre si trova in un campeggio estivo. Senza trasformare la situazione in un dramma, la bambina si trasforma nella ginecologa del campo, regalando tampax alle sue amiche.

Come vedi, per trasformare una campagna di marketing in una campagna virale ti servono solo idee e la possibilità di individuare il tuo pubblico target. Una volta pianificata, dovrai solo lottare per essere diverso.

Sei interessato a lanciare e creare campagne di marketing virale? E se provi con gli influencers? Fidati di Antevenio Rich&Reach: ti aiuteremo a trovare i migliori influencers perché si trasformino negli ambassadors del tuo brand.

Rich&Reach Ad Network commercializza in esclusiva diversi database. Inoltre lavora con una rete di siti verticali, leaders nel segmento di riferimento. La rete di Rich&Reach è formata da oltre 3000 siti sia desktop sia mobile. Se hai bisogno di audience segmentata, Rich&reach è la soluzione.

 

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies