La chiave è nel permission marketing

agosto 24, 2018
Redazione
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Nel mondo attuale del marketing, il permission marketing offre un nuovo cambiamento nel modo di arrivare ai clienti. Le tattiche di interruption marketing popolari in passato ora sono sostituite da altre tecniche di marketing focalizzate sull’utente.

L’interruption marketing è quasi diventato obsoleto perché è meno efficace per attirare l’attenzione degli utenti. Non sarebbe meraviglioso che fossero i clienti a scegliere di vedere la tua campagna di marketing? Lo faranno perché saranno realmente interessati riguardo a ciò che offri.

Quindi otterrai migliori risultati nelle conversioni di vendita. È ciò di cui tratta il permission marketing. Il permission marketing migliora la reputazione del brand e l’interesse dell’utente verso ciò che hai da dire.

Come si differenzia il permission marketing dall’interruption marketing?

Il principale argomento dell’interruption marketing è il fatto che spesso crea risultati rapidi su un ampio database. Ovviamente questa tecnica può trasformarsi rapidamente in qualcosa di fastidioso per i clienti potenziali. Delle migliaia di annunci che si vedono nelle finestre emergenti di internet, quanti ti interessano realmente?

L’interruption marketing non sempre apporta valore in termini monetari. Il ROI è abbastanza basso. Secondo Accenture l’82% degli annunci televisivi genera un ROI negativo. Perché? La maggior parte degli annunci sui media come televisione e radio ha prezzi elevati.

Ovviamente il permission marketing che poi ha adottato il nome di Inbound Marketing, i risultati sono generalmente più lenti ad arrivare ma otterrai un buon database di clienti potenziali.

Inoltre gli strumenti utilizzati nel permission marketing non sono cari. I medi a di marketing più utilizzati sono i social e le strategie di content marketing. Il ROI è più alto rispetto alle tattiche di interruption marketing.

L’obiettivo del permission marketing è dirigersi alla audience che realmente ama il prodotto o segue i tuoi canali sui social e legge i tuoi contenuti. Così ti stai dirigendo solo a un gruppo specifico che è interessato al tuo brand. E potrai costruire una relazione a lungo termine con i tuoi clienti attraverso la fiducia e la personalizzazione. La personalizzazione attraverso il marketing online ti permette di adattare le tue campagne secondo l’ubicazione geografica, il sesso, l’età e altri dati demografici. E anche secondo il comportamento dell’utente.

Benefici del permission marketing nell’email marketing

Il permesso è una parte importante, ma spesso incompresa, del marketing via mail. Le aziende che lo fanno bene e creano liste basate sui permessi, ottengono alti tassi di clicks e conversioni nelle campagne. Inoltre possono generare importanti livelli di entrate a seconda delle campagne di email marketing.

Ovviamente i brand che non lo fanno bene ottengono bassi tassi di apertura e clicks nelle loro campagne di posta elettronica e perdono possibili vendite e entrate.

Quando si tratta di marketing via mail il permission marketing fa riferimento all’atto dell’ottenere il consenso dell’utente per inviargli messaggi commerciali di marketing via mail.

È possibile che tu ti chieda perché è importante e perché non puoi semplicemente inviare campagne via mail a qualsiasi persona che tu come brand vuoi contattare. Ci sono una serie di motivi per cui è importante inviare solo campagne alle persone che ti hanno dato il permesso:

1.- Otterrai migliri tassi di apertura e clicks

I tassi di apertura medi delle campagne mail verso i destinatari che hanno dato il loro permesso sono del 30-4%. E il tasso dei click medio è intorno al 20%.

Dall’altro lato le campagne via mail inviate a liste di utenti di cui non hai il permesso hanno tassi di apertura del 2 e percentuali di click intorno allo 0,2%.

Ciò significa che inviare solo alle persone che ti hanno dato il loro permesso ti permetterà di ottenere tassi di apertura e di click molto più alti rispetto a un invio a una lista di utenti generale. Vale la pena nonostante tu abbia effettuato l’invio a meno persone.

2.- Avrai un migliore ritorno dell’investimento delle tue campagne via mail

Misurare il ritorno dell’investimento (ROI) delle tue campagne via mail

Misurare il ritorno dell’investimento (ROI) delle tue campagne marketing via mail è abbastanza semplice. È il costo di invio della campagna diviso per il numero di persone che hanno effettuato l’azione desiderata

Se la invii a una lista di utenti basandoti sul permission marketing otterrai un ROI più alto. Ipotizza che ti costi 100€ inviare una campagna a una lista di 10.000 persone. E il tuo obiettivo è farle arrivare al tuo sito.

Con il permission marketing approssimativamente 4000 di esse (40%) apriranno la mail. E approssimativamente 800 (20%) faranno click per arrivare sul tuo sito. Ovviamente se non ti basi su strategie di permission marketing i tuoi risultati cambieranno. Approssimativamente 200 (%) apriranno la tua mail e 20 (0,2%) faranno click verso il tuo sito. Otterrai un ROI abbastanza diverso.

3.- Non distruggerai il tuo tasso di deliverability

Quando invii mail di campagne a persone di cui non hai il permesso, la quantità di utenti che ricevono la tua mail nella cartella spam aumenta.

Ciò non è positivo per la tua campagna. Ogni volta che invii una campagna via mail ai tuoi utenti, i grandi fornitori di mail come Gmail, Outlook e Yahoo Mail verificano come interagiscono i tuoi utenti con le mail.

Se si accorgono che molte persone segnano i tuoi messaggi come mail non desiderata automaticamente cominceranno a inviare la tua campagna direttamente in spam. Uscire dalla lista nera richiede molti sforzi. È meglio non finirci.

Quindi, per assicurarti che le tue future campagne arrivino nella posta in entrata dei tuoi utenti, la soluzione è il permission marketing. Solo così potrai inviare campagne e avere un buon tasso di deliverability.

Doble opt-in

A volte succede che le aziende abbiano già un grande database a cui inviare le comunicazioni ma, ovviamente, il tasso di conversione è basso. Ciò succede spesso. Come quando una parte degli utenti ha mail obsolete che non usa o ha perso l’interesse nelle tue proposte.

È allora che diventa vitale per le aziende generare nuove strategie di lead generation e eliminare gli indirizzi inattivi. Ti consigliamo anche di prevedere iscrizioni in double opt-in.

Questo tipo di iscrizione si basa su un doppio consenso. Questo metodo di iscrizione richiede che l’utente riempia e invii il form e che confermi il suo consenso. Ciò suppone una maggiore garanzia del fatto che l’utente sia interessato a ricevere le tue mail.

Costruisci una strategia di Permission Marketing

Il permission marketing avvicina gli utenti interessati al tuo brand. Implementare strategie di permission marketing ti aiuterà a aumentare le conversioni utilizzando meglio il budget. Ma qual è uno dei principali benefici del permission marketing? Tutto comincia dalla visibilità del brand.

Lavorare il SEO sui motori di ricerca e attivare tecniche SEM ti aiuterà a migliorare il tuo posizionamento sui motori. È essenziale affinché i clienti potenziali considerino di darti il loro permesso per contattarli. Quindi devi lavorare diverse tecniche di marketing in maniera congiunta.

Seguente passo, attirare clienti

Una volta che hai ottenuto la sufficiente visibilità sei pronto perché i clienti potenziali vedano il tuo contenuto e il tuo sito. Devono interagire con te e con il tuo brand.

Qui è dove il contenuto ha la sua importanza. Devi creare un tipo di contenuto che risulti interessante per i clienti. Ciò che i clienti potenziali leggono deve essere informativo. Contenuto interessante e rilevante. Il contenuto del tuo sito web deve invogliare i clienti a iscriversi.

Costruisci fiducia

Questo passo è essenziale e complicato. È vitale generare fiducia offrendo prodotti/servizi di qualità e supporto immediato. È il modo per ottenere clienti fedeli per sempre. Clienti che siano disposti a fare qualsiasi cosa per te.

Ovviamente puoi farlo solo se prima hai compiuto i passi precedenti. L’obiettivo principale è offrire una buona esperienza all’utente. Il futuro del permission marketing si basa sul contattare i clienti che ti interessano. La personalizzazione è il modo migliore per farlo.

L’importante è preoccuparsi realmente per i tuoi clienti e avere un team che li curi. Qui entra in gioco il potere della comunicazione. L’interazione con gli utenti è una delle strade più potenti per fare in modo che gli utenti si sentano considerati.

Utilizza parte del tuo personale per creare una buona strategia di content marketing basata su un’esperienza dell’utente indimenticabile. Il permission marketing può essere una tattica rivoluzionaria per la tua attività.

Lasciati consigliare da esperti nel permission marketing e nelle strategie di performance marketing per rendere la tua campagna un successo. In Antevenio creiamo un’esperienza focalizzata sul tuo brand al 100%.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies