I 12 migliori tool di analytics per il marketing online

maggio 19, 2017
admin
Ti è piaciuto il nostro articolo?
I 12 migliori tool di analytics per il marketing online

Tool per analytics

Ciò che non si misura non si può migliorare. Il vantaggio del mondo digitale è che tutto è misurabile. Sono nati centinaia di strumenti che analizzano una moltitudine di dati riguardo ad ogni spazio e ogni rete digitale che possa esistere.

Ovviamente, al di sopra di ogni tool ce n’è uno che emerge: Google Analytics, la piattaforma web gratuita (anche se esiste una versione a pagamento) che Google offre da quando ha acquisito Urchin.

L’installazione di base di Google Analytics consiste in un piccolo frammento di codice Javascript che deve essere collocato all’interno del tuo sito web.

Google Analytics offre dati in tempo reale e dispone di diverse opzioni per definire obiettivi, filtri e report relativi a diverse metriche.

Nel 2014 Google ha lanciato la versione Universal Analytics con l’obiettivo di offrire informazioni dettagliate sugli utenti, mettendo in relazione le sessioni attivate da diversi dispositivi (pc, tablet, smartphone, ecc…) con gli utenti unici e il traffico generato dai social.

Tool nativi di analisi sui social

Senza dubbio, i due principali social, Twitter e Facebook, si stanno aggiornando riguardo alla misurazione dei dati generati al loro interno.

Twitter Analytics è lo strumento ufficiale e gratuito di Twitter per analizzare le statistiche dei tuoi tweets. Tra i dati che offre si trovano le impressions, le interazioni, i tassi di interazione, i dati sui followers, i clicks o RTs.

Fino ad oggi, questa informazione non era disponibile su Twitter e quindi era necessario utilizzare altri strumenti come Twitonomy, un’applicazione che analizza un account di Twitter e genera dati in forma visuale, riguardo ai tweets, le risposte, le menzioni o gli hashtags. Permette anche di cercare e filtrare i dati degli utenti seguiti o che ti seguono.

Dal suo canto, FacebookInsights è uno strumento molto potente per chi vuole monitorare l’interazione con i propri fans. Con FacebookInsights gli amministratori delle pagine possono consultare risultati riguardo al rendimento della pagina, verificare le inserzioni che risultano più interessanti o i dati riguardo a quando si collega il pubblico, insieme ad altri dati interessanti.

Anche Pinterest dispone del suo strumento di metriche, Pinterest Analytics, solo per i brand che hanno attivato una pagina su questo social e hanno modo di verificare i risultati delle loro azioni e migliorare la propria presenza sul social.

E se hai un blog creato con WordPress, WordPress.com Stats è una buona alternativa. In questo momento hai modo di utilizzare questo sistema di statistiche offerto da WordPress.com attraverso qualsiasi installazione di WordPress grazie al plugin JetPack.

Tra i social principali solo Instagram continua a dipendere da applicazioni esterne per mostrare le proprie statistiche. In questo caso, uno degli strumenti più utilizzati è Iconsquare, con cui potrai verificare il numero totale di likes che hanno ricevuto le tue foto, quali sono le più interessanti per il tuo pubblico o i grafici di crescita dei fans.

Ci sono poi due piattaforme innovative sul mercato. Stiamo parlando di Pirendo e SocialBro.

Pirendo ti mostra ciò che si dice riguardo al tuo brand, ai tuoi competitors o al tuo settore di riferimento oltre a permetterti di conoscere utenti potenzialmente interessati al tuo prodotto. Con Pirendo potrai capire chi sono i tuoi interlocutori, verificare la reach dei tuoi messaggi e analizzare la presenza sui social dei tuoi concorrenti, attraverso un grafico.

SocialBro è uno strumento molto potente per l’analisi di comunità su Twitter. SocialBro recupera le informazioni di tutti i tuoi followers e le organizza in forma visiva. A partire da questi dati, lo strumento genera diversi punti base: numero di followers attivi, dati demografici, relazioni tra followers o statistiche sui tweets con identificazione delle migliori ore di pubblicazione.

Strumenti con dati aggregati riguardo ai diversi social.

Molte aziende hanno bisogno di dati aggregati riguardo ai diversi canali digitali e preferiscono ottenerli attraverso un unico strumento. Esistono centinaia di alternative, tra le quali Simply Measured, piattaforma che offre alcuni report gratuiti per analizzare i profili e le pagine dei diversi social: Facebook, Instagram, Twitter, Google+, YouTube, ecc…

Uno degli strumenti di analisi con più pedigrée è Alexa, che fornisce informazioni riguardo alla quantità di visite che riceve un sito e lo classifica in un ranking. Alexa raccoglie informazioni riguardo agli utenti che hanno installato Alexa Toolbar, cosa che permette di generare statistiche riguardo alle visite, ai link e di verificare il ranking di ogni sito.

Infine OWA (Open Web Analytics) è un’alternativa a Google Analytics che ha la caratteristica di essere open source. Si tratta di un’opzione eccellente per quelle aziende che vogliono mantenere tutti i dati sotto un unico dominio, dato che è uno strumento web in house, ovvero, può essere installato sul proprio server.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies