Email Marketing: il perfetto alleato dell’e-commerce

Aprile 06, 2016
admin
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Negli ultimi anni, sono molte le aziende italiane che hanno deciso di buttarsi a capofitto in quello che è il nuovo mondo dell’ e-commerce. Più che una scelta, possiamo definirla una vera e propria necessità di adattarsi alle nuove dinamiche di un mercato sempre in continua evoluzione.

Immagine6-4

Come possiamo vedere dal grafico, si presuppone che nel 2016 l’e-commerce italiano raggiungerà una quota di 19.100 milioni di Euro, il che, oltre a farci superare il mercato spagnolo, ci avvicinerà a quello francese e tedesco.

Come utilizzare l’email marketing per l’e-commerce?

Molti e-commerce sfruttano il proprio database per invii settimanali di coupon pensando di aver messo in campo una buona strategia di email marketing. L’alleanza tra e-commerce ed email marketing va però oltre questi messaggi.

Qualunque e-commerce può integrare l’email marketing in ognuna di queste 3 fasi:

  1. Generazione di traffico e lead generation utilizzando email promozionali e Landing Page. L’email promozionale è l’elemento più utilizzato da parte di un e-commerce. L’obiettivo fondamentale di questo tipo di email è la generazione di traffico verso un negozio online e la generazione di leads che possano, in futuro, convertirsi in vendite.La chiave in questo caso è il database. E’ essenziale disporre di un elenco di registrati di qualità ai quali offrire i nostri prodotti. Un metodo per ottenerli è utilizzando le Landing Page, integrate con lo strumento d’invio di email per la raccolta di nuovi utenti.Successivamente sarebbe opportuno segmentare il database ed inviare contenuti mirati, studiando il comportamento degli utenti per avere il maggior numero di conversioni in seguito ad una campagna.
  2. Processo di vendita con l’aiuto di tecniche di Cross-Selling e strategie per evitare il “carrello abbandonato”. Sia nella prevendita che nella postvendita è fondamentale inserire elementi di comunicazione con l’utente. Il processo di vendita prevede l’invio di email promozionali per spingere all’acquisto, email automatiche di conferma acquisto, informazioni sulla consegna ed email di postvendita per eventuali attività di upselling.Un elemento fondamentale nel processo di vendita di un e-commerce è sicuramente il recupero del carrello abbandonato, che ci permetterà di incrementare le vendite del 30%. Possiamo inviare diverse email, a partire da 60 minuti dall’abbandono del carrello, per cercare di convincere l’utente a proseguire con l’acquisto.Di grande aiuto in questo senso sarà anche l’attività di cross-selling tra i vari canali di email marketing: per esempio, si potrebbero inviare un sms soltanto agli utenti che hanno aperto una mail promozionale.
  3. Fidelizzazione dei clienti attraverso messaggi automatici e CRM Retargeting.I messaggi automatici sono molto rilevanti per il cliente e, dato che si ha la loro assoluta attenzione, ottengono tassi d’apertura molto alti. Per questa ragione queste email possono essere personalizzate ed utilizzate per ottenere nuovi acquisti. I messaggi automatici posso essere: email di benvenuto, email di “remind”, email di post-vendita, carrello abbandonato, ecc. Una tecnica interessante per l’e-commerce è quella chiamata “Email Retargeting” che consiste nel mostrare pubblicità Display a qualsiasi utente che abbia aperto le nostre comunicazioni. Il processo inizia dall’inserimento di un cookie nella creatività della campagna in modo da darci poi la possibilità di far visualizzare annunci Display che aiuteranno a rinforzare il messaggio ed attirare i clienti su molteplici fronti.

 

Sei interessato ad approfondire l’argomento?

Per saperne di più, MDirector sarà presente mercoledì 13 aprile 2016 all’evento E-commerce in Italia 2016presso la Camera di Commercio di Milano, nelle vesti di sponsor ufficiale.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *