Cos’è un flusso di lavoro o workflow? | Marketing Automation

aprile 25, 2018
Ana Moreno
Ti è piaciuto il nostro articolo?

flusso di lavoro o workflow

Considerando i vantaggi e benefici della marketing automation, è molto probabile che tu stia cercando di configurare un sistema che ti aiuti nel tuo lavoro. Ciò che non sai è che per questo devi definire il tuo workflow. Chiaramente quando saprai cos’è un flusso di lavoro e saprai come crearlo. E da qui definisci il resto della tua strategia.

Ma perché ultimamente è così importante avere conoscenze riguardo al flusso di lavoro?

La marketing automation non si presenta più in forma individuale o indipendente. Un workflow copre tutte le azioni che si lanciano automaticamente in funzione del comportamento degli utenti. E in questo senso la marketing automation aiuta a sviluppare un programma di lead nurturing.

Ossia, sviluppa una connessione con l’obiettivo di portare i leads alla conversione.

Per esempio, quando un cliente potenziale si iscrive alla tua newsletter, hai l’opportunità di inviargli automaticamente una mail con le informazioni che credi opportune.

È facile farsi ammaliare dalla tecnologia della marketing automation. I risultati sono eccellenti, si risparmia tempo e denaro, se sai da dove cominciare.

Di fatto, Ascend2, segnala che la principale barriera per lanciarsi nella marketing automation è la mancanza di strategia, con la complessità della tecnologia. Ovviamente, conoscere cosa sia un flusso di lavoro e applicarlo può essere una delle soluzioni.

Cos’è un flusso di lavoro o workflow esattamente?

flusso di lavoro o workflow

Un flusso di lavoro rappresenta il procedimento che il tuo software di marketing automation dovrà seguire per lanciare email. Esistono diverse possibilità e opzioni.

Per esempio:

  • Quando un utente si iscrive alla tua newsletter, può inviare una mail di benvenuto e conferma (non dimenticare che il double opt-in è vitale per mantenere pulito il tuo database). Inoltre, potresti condividere i migliori articoli del tuo blog.
  • Dall’altro lato, se un utente non visita il tuo sito da due mesi, potresti inviargli una mail proponendo nuovi contenuti che possano interessarlo. Ossia, email di riattivazione degli utenti.
  • Se, invece, si tratta di un utente molto attivo, potresti utilizzare tecniche di fidelizzazione e retention dei clienti offrendo contenuti premium.

Come puoi vedere nell’infografica di Neolane, esistono molte varianti a seconda di dove si muove l’utente. Un flusso di lavoro ti permetterà di organizzare e personalizzare ogni opzione.

Ma se c’è una cosa chiara è che più ricca è la tua strategia di content marketing, migliore sarà la tua strategia di automazione.

Non potrai lanciare campagne di lead nurturing se non hai contenuti sufficienti. Di fatto, per alimentare adeguatamente i clienti potenziali, è importante assicurarti che ricevano diversi contenuti utili, personalizzati e con sufficiente valore. Oltre a controllare la frequenza degli invii.

Al contrario, il tuo workflow sarà molto corto

Perché utilizzare un workflow?

Il responsabile marketing intelligente ha bisogno di risparmiare tempo e risorse e utilizzare strumenti automatizzati che gli permettano di evitare compiti manuali. Per questo deve cercare di capire cosa sia un flusso di lavoro e come crearlo.

I benefici di un flusso di lavoro si basano sul collocare le opportunità di vendite il più vicino possibile all’obiettivo. Ossia, si cerca di accorciare il ciclo di vendita, permettendoti di approfittare dei momenti chiave.

Inoltre l’automazione del marketing ti fornisce l’opportunità di rafforzare il tuo processo di segmentazione dei leads. In questo modo potrai utilizzare strategie che migliorino l’orientamento delle tue campagne. Ma potrai anche semplificare l’esecuzione di progetti complessi, cercando sempre di aumentare le vendite in maniera efficiente.

Considera che per attirare clienti potenziali devi risultare rilevante. E potrai esserlo solo se sai cosa far arrivare ad ogni utente, nel momento giusto.

Workflows a cui ispirarti per le tue future campagne

Ti immagini come saranno i flussi di lavoro degli esempi menzionati anteriormente? Come dar loro forma? Quale sarà la strada migliore per impattare sull’utente e fare in modo che clicchi?

Questi esempi danno vita alle tue idee. Ispirati e assorbi gli aspetti più interessanti e utili per applicarlo poi nella tua attività.

1.- Workflow di benvenuto

flusso di lavoro o workflow

Ora che sai cos’è un flusso di lavoro, comprenderai anche che il canale che più ha beneficiato di questa strategia è la posta elettronica. E anche se sia le strategie di content marketing sia quelle dei social o quelle orientate al posizionamento possono ottenere benefici, la cosa migliore è cominciare da una base solida. L’email.

L’email di benvenuto, in questo caso, è uno dei workflows più utilizzati dato che tutta la strategia è più potente nel momento in cui ci si registra.

Come segnalato anteriormente, è importante che, una volta appreso cosa sia un flusso di lavoro, ti assicuri di non dimenticarti di nulla. In questo caso è vitale lavorare con il double opt-in per evitare account falsi, incompleti, sbagliati o inviare messaggi a un utente che non è un cliente potenziale.

In altre parole:

Per costruire un database è pulito e di qualità

L’esempio di Airbnb è ideale per costruire l’identità dell’utente dal primo contatto. Come sai il sistema di Airbnb prevede che una persona ‘affitti’ la propria casa per un periodo di tempo a viaggiatori. E, come immagini, uno dei fattori più importanti da considerare è la fiducia che generano sia il profilo del visitatore sia quello del proprietario della casa. Per questo la prima mail aiuta l’utente nel suo percorso, chiedendo una foto per il profilo.

Come secondo passo, chiede una verifica dell’informazione. Ciò significa che il profilo di questo utente nel database di Airbnb si completa grazie al suo numero di telefono, la conferma della mail e il vincolo con i social. Un aspetto che aiuterà a raccogliere più informazioni sull’utente.

2.- Attivare leads inattivi

flusso di lavoro o workflow

Cos’è un flusso di lavoro orientato alla riattivazione degli utenti? Il processo deve seguire questi passi:

  1. Identificazione degli utenti.
  2. Comprendere quali sono i motivi che portano all’inattività.
  3. Recuperare l’attenzione.
  4. Offrire un incentivo o un motivo per cui gli utenti debbano tornare ad interagire con il brand.
  5. Favorire le risposte positive e negtive.

Pensa che più riesci ad essere preciso migliori saranno i risultati.

Uno dei trucchi più importanti quando si crea un workflow di riattivazione degli utenti sono gli incentivi. Uno sconto, un regalo, un codice unico e intrasferibile…tutto funziona. Soprattutto i dettagli he dimostrano all’utente che stai pensando a lui e che nessun altro riceverà la medesima promozione.

In questo senso, l’obiettivo non è solo nel contenuto ma anche nel subject che deve riflettere il messaggio chiaramente, in modo che l’utente sia portato ad aprire la mail.

Una volta aperta, puoi giocare con diversi testi e tecniche di persuasione per fare in modo che agisca in qualche modo, come nell’esempio.

3.- Per fare retention e fidelizzare il cliente

flusso di lavoro o workflow

Sai cos’è un flusso di lavoro grazie ai due esempi anteriori. Eccone un terzo. Come faresti retention suui clienti potenziali mediante alla marketing automation e all’email?

Alcuni studi segnalano che è 6 volte più caro ottenere un cliente nuovo che fidelizzare un cliente esistente, quindi un lavoro sulle mail è importante.

Ma pensaci. Qual è il fattore che determina che un cliente scelga te o la tua concorrenza. Il prezzo.

Alla fine, il prezzo è sempre una preoccupazione per gli utenti, quindi una delle tattiche per fare retention consiste nel fornire vantaggi esclusivi.

Agisci al meglio e sviluppa un’offerta appropriata per il cliente giusto al momento adeguato. Un qualcosa a cui l’utente possa accedere perché ti è fedele da tempo. In questo modo rimarrà con te e gli dimostrerai la tua gratitudine per essere rimasto al tuo fianco durante il viaggio.

Come vedi, capire cosa sia un flusso di lavoro per automatizzare il tuo marketing è un passo fondamentale.

Ti piacerebbe lavorare con un ESP che oltre ad assicurare la capacità di delivery delle mail includa un sistema di marketing automation delle mail, SMS e programmatic? È il momento di potenziare le tue strategie e migliorare i tuoi risultati.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies