Cos’è un brand lover?

gennaio 24, 2018
Ana Moreno
Ti è piaciuto il nostro articolo?
Cos’è un brand lover?

brand lover

Fino a poco tempo fa i brand utilizzavano la pubblicità con il fine di incitare gli utenti ad acquistare prodotti e servizi. I brand controllavano i clienti, offrendo prodotti o servizi.

La frammentazione dei media attraverso il digitale i social e le applicazioni mobile rende ora più difficile la competizione sul mercato in generale. È il cliente che ha il controllo della situazione.

Ora, il brand deve anche avere una reputazione digitale e rafforzare le sue campagne di comunicazione per migliorare le vendite, ha bisogno che i clienti si trasformino in brand lovers.

Cos’è un brand lover?

Un brandlover o lovemark è quella persona che ha creato un legame con il brand, che condivide i suoi contenuti e che lo difende. Questo tipo di internauta sviluppa un collegamento emozionale con il brand dato che la sua relazione va oltre il processo d’acquisto.

Un brandlover è il miglior ambbassador per un brand sui social.

È constatato che la maggior parte degli utenti cerca consigli e opinioni prima di acquistare e quando trovano un messaggio che loda un certo prodotto o servizio, hanno più possibilità di entrare a far parte della cerchia dei clienti.

Dall’altro lato della bilancia ci sono gli utenti che, per distinti motivi, hanno un’opinione negativa del brand e che dipendono dalla dimensione del brand. Comportamenti come una politica di comunicazione poco trasparente o valori contrari al target sono alcuni dei motivi che possono generare contestatori.

L’onda espansiva è molto maggiore in caso negativo. Per questo, di fronte a delle contestazioni, per evitare una crisi sui social, è bene aver fidelizzato clienti, trasformandoli in brandlovers dato che saranno i migliori difensori del brand in un conflitto ipotetico.

Come identificare i brandlovers di un brand?

Il primo passo è monitorare le conversazioni della tua community e estrarre i dati relativi alle opinioni negative e ai desideri dei consumatori che parlano del tuo brand.

Una volta raccolti questi dati, devi pianificare la tua campagna di comunicazione con una proposta emozionale e comunicarla in modo diretto.

Ciò che fa sì che i contenuti vengano condivisi sono l’allegria, lo humor e la tristezza. Quando generi una di queste tre emozioni, aumenti la probabilità che un tuo contenuto venga condiviso, creando un onda espansiva.

Come far innamorare i consumatori?

  1. Crea una proposta emozionale e comunicala. Definisci il sentiment che vuoi generare nel consumatore ogni volta in cui viene esposto al brand.
  2. Curalo con piccoli e costanti dettagli, devi conquistare il consumatore e fare in modo che ti ami.
  3. Utilizza il fattore sorpresa. Attraverso il divertimento sarà possibile modificare il suo comportamento. Sviluppa tecniche che permettano alle persone di divertirsi con il tuo brand.
  4. Dì sempre la verità e rispetta tutti i consumatori fino all’ultimo dettaglio. Mantieni le promesse.
  5. Lo storytelling genera magia, mistero, risveglia il desiderio di conoscere del consumatore. Lascia sempre la possibilità di scoprire qualcosa.

In definitiva, è una delle tecniche di marketing più efficaci, se la realizzi bene, creerai una brand image e farai in modo che il tuo pubblico si emozioni.

Le persone dimenticheranno le tue parole magari ma non le emozioni che hanno sentito. Quindi, lanciare messaggi diretti al loro cuore è una strategia che può trasformare il tuo brand in una vera icona.

Alcuni dei brand preferiti dai brandlovers

1.- Apple

brand lover

In un brand di culto come Apple, Steve Jobs ha sempre saputo che stava vendendo un modo di essere, creativo e speciale.

Il suo team ha identificato il contenuto più condiviso sul web in un determinato periodo. Poi ha associato ad ognuno degli articoli una emozione specifica come allegria, timore, felicità, sorriso, intrattenimento, empatia, ecc.

Apple non vende solo computers, lettori o telefoni. Ha autentici amanti del brand in tutti i continenti che dipendono dalle novità aziendali, presentate nelle note KeyNotes.

2.- Harley-Davidson

brand lover

L’obiettivo principale delle loro iniziative non è solo il fatturato ma la costruzione di una relazione duratura con il cliente. Questa relazione è fondata sulla retention e sulla fidelizzazione che è la chiave del successo del brand.

Alla fine, ciò che apporta effetti positivi a lungo termine non è l’acquisizione di nuovi clienti ma la generazione di un portafoglio di clienti fissi che retribuiscono l’azienda con investimenti di valore.

Un aspetto che Harley Davidson gestisce in maniera eccellente, chiedendo agli utenti di iscriversi all’Harley owners group, che crea un senso di comunità e un’atmosfera famigliare. I membri di questo gruppo non sono solamente persone a cui piacciono le moto ma sono persone che si uniscono a 360 gradi all’esperienza aziendale.

A completare l’esperienza ci sono il merchandising, le personalizzazioni e gli oltre 7000 accessori speciali.

3.- Star Wars

brand lover

La saga cinematografica che ha attirato diverse generazioni, ha una strategia di marketing multicanale con cui raggiungere il pubblico target. È una strategia che non è valida per tutti ma, a seconda del modello di business prescelto, è possibile attivare azioni per generare brandlovers.

I prodotti hanno beneficiato del grande valore del culto legato alla saga, soprattutto i bambini. Non si tratta solo dell’interesse per i valori nostalgici ma del fatto che Star Wars è andato oltre il film e si è trasformato in un elemento culturale. I bambini di allora sono genitori che condividono l’amore per il brand con i figli.

Cos’è un brandlover e che tipo di emozioni genera

A.- Affetto

  1. Mi diverto con il brand.
  2. Mi sento emozionalmente vicino al brand.
  3. Quando sono con il brand abbiamo il medesimo stato d’animo.
  4. C’è qualcosa di magico nella mia relazione con il brand.

B.- Passione

  1. Se non esistesse il brand, morirei.
  2. Penso al brand frequentemente durante il giorno.
  3. A volte non controllo i pensieri, è un’ossessione.
  4. Se mi allontanassi dal brand mi mancherebbe.
  5. Se il brand scomparisse, non ne potrei trovare uno simile.

Brandlovers nella tua strategia di marketing

brand lover

L’uso di questa strategia ha una grande efficacia nella fidelizzazione del consumatore perché potrai fare in modo che acquisti il prodotto o il servizio in un momento concreto o:

  • Che voglia comprare tutti i nuovi prodotti o accessori che vengono presentati (concetto relazionale).
  • Che consigli il brand ad amici e parenti (buzz marketing).
  • Che lo difenda sui social o offline dagli attacchi di altri clienti.

Ma si tratta anche di una strategia complicata da utilizzare. Siamo in un’epoca in cui i clienti sono sempre più infedeli a causa della concorrenza nelle diverse categorie di prodotti. Per questo sapere cos’è un brandlover ti aiuterà a scegliere adeguatamente. Ma se il tuo brand ottiene, grazie alla pubblicità dei nuovi prodotti, al design e alle caratteristiche, un senso di appartenenza, dominerai una nicchia di mercato potente.

5 fattori rilevanti per i brandlovers

1.- I consumatori non vedono differenze

L’identità del brand aiuta ma non è l’unico elemento che porta un consumatore a scegliere un brand. e soprattutto non è l’aspetto decisivo. Ci sono diversi trademarks ed è facile cadere nel generico. Quindi i consumatori cercano stimoli diversi.

2.- Cercano elementi miseriosi

Può succedere che i brand perdano attrattiva col passare del tempo, che diventino comuni. Ciò fa sì che il consumatore presti più attenzione a un brand circondato da un alone di mistero.

I brand hanno bisogno di strategie nuove e speciali che attraggano il consumatore.

3.-  Vogliono sognare

I consumatori voglio no sognare. Vogliono che i brand preferiti suggeriscano qualcosa che va oltre il prodotto che vendono.

4.- Vogliono vivere emozioni

Gli esseri umani non si muovono per impulsi razionali ma per sentimenti.

I consumatori si fanno trasportare dai sentimenti quando prendono decisioni di acquisto e vogliono che i brand generino emozioni. La loro relazione si basa sui sentimenti.

5.- Hanno bisogno di essere rispettati

La relazione che si stabilisce tra i brand e i consumatori e che spinge i primi a trasformarsi in lovemarks è legata al rispetto.

I consumatori non vogliono relazioni unidirezionali e nemmeno che i brand si comportino come piccoli feudatari. Vogliono rispetto. Per rispetto si intende trasparenza, innovazione, semplificazione e integrazione.

In definitiva, un brandlover è indispensabile per il tuo brand.

Vuoi ottenere più visibilità per il tuo brand utilizzando contenuto di qualità sui siti e i social? Prova Coobis, una piattaforma di content marketing con cui potrai gestire tutto il processo delle tue campagne grazie ad un’interfaccia intuitiva.

Tag:

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies