Cos’è un beacon e quali sono i suoi benefici per il marketing

dicembre 06, 2017
Ana Moreno
Ti è piaciuto il nostro articolo?
Cos’è un beacon e quali sono i suoi benefici per il marketing

Cos’è un beacon

Non sai cosa sia un beacon? Sicuramente ne avrai sentito parlare in diverse occasioni. Se ne parla da quando nel 2011 Apple ha lanciato la tecnologia iBeacon. E anche se sembrava qualcosa di complesso da mettere in pratica, attualmente è uno degli strumenti principali del marketing.

Le funzioni sono legate al tracciamento dei clienti. Ora sono loro a dirti dove sono, cosa fanno e quali sono le loro preferenze. Ma la cosa più sorprendente di tutte è che ci riferiamo al loro comportamento online. I beacons sono una tecnologia che si applica alla vita reale, all’essere umano negli spazi fisici.

Cos’è un beacon?

Cos’è un beacon

Te lo spieghiamo con un esempio. Immagina di trovarti nel reparto bevande di un supermercato e ricevi una notifica: “Nel reparto vini ce n’è uno che si abbina perfettamente al miglior formaggio del 2016. Solo per oggi è in offerta”. Come sa il tuo smartphone che sto studiando lo scaffale dei vini? Ora immagina di trovarti in un centro commerciale dove ci sono decine di negozi. E alcuni sono i tuoi preferiti. Ma immagina che oggi sei al centro commerciale per altri motivi. Pensi che i tuoi brand preferiti potrebbero effettuare qualche azione per portarti a visitare i loro negozi?

Come possono convincerti a comprare qualcosa? E, soprattutto, come possono attirare la tua attenzione se sei lì per comprare le arance? I beacons si occupano di questo. Quando passi nei dintorni di un negozio fanno arrivare al tuo smartphone promozioni targettizzate.

Comprendi ora di che cosa si tratta? I beacon sono dispositivi con un segnale bluetooth che ha la capacità di collegarsi agli smartphone dei clienti per facilitare gli acquisti. La potenza non supera i 50 metri quindi devi trovarti nei paraggi.

Come funzionano i beacons?

Cos’è un beacon

In primo luogo bisogna notare che i sensori sono collocati in zone strategiche della location in cui si vuole interagire con i clienti potenziali. Mediante Bluetooth, sono in grado di inviare segnali in tempo reale agli smartphones. Ovviamente funziona solo se i telefoni hanno il bluetooth attivato.

La tecnologia dei beacon è compatibile con qualsiasi dispositivo. È solo necessario avere un bluetooth 4.0 indipendentemente dallo strumento.

Un altro dei componenti fondamentali per il suo funzionamento sono le app. Le app sono vitali affinché il dispositivo mobile possa leggere il contenuto dei segnali che emettono i beacons.

Ora sai che cos’è un beacon e da cosa è composto. Ricorda che avrai sempre bisogno di un Bluethooth 4.0 e la relativa app. Da lì in poi dipende dai contenuti.

I contenuti dei messaggi che vuoi lanciare ai tuoi clienti potenziali li scegli tu. È il momento giusto per approfittare della creatività e studiare una campagna ad hoc. Un buon consiglio è quello di utilizzare piattaforme che automatizzino l’analisi dei dati per fornire contenuti personalizzati.

I beacon facilitano gli acquisti o sono un’arma di marketing?

La risposta è duplice. Anche se è certo che l’obiettivo primario era quello di aiutare il consumatori, questa tecnologia non può non fare parte del mondo del marketing.

Infatti i beacons sono già stati utilizzati in diversi settori. Ma se pensavi che questa tecnologia servisse solo ai supermercati, ti sbagliavi. A seguire ti mostriamo i principali vantaggi dei beacons, sia per i brand sia per gli utenti:

Benefici per i brand

Cos’è un beacon

Se chiedi ad un responsabile marketing cos’è un beacon probabilmente ti risponderà che è uno strumento utile per sviluppare nuove strategie. Una risposta corretta. Le possibilità e i benefici che questa tecnologia può generare sono ampi. Dipende solo dall’uso che ne farai.

Nel marketing, i beacons possono aiutarti riguardo ai seguenti aspetti:

1.- Creare campagne di marketing di prossimità

I beacons ti permetteranno di raggiungere gli utenti attraverso i loro smartphone. Quindi, a seconda della tua attività e del contesto in cui si trova l’utente, potrai lanciare campagne che portino ad azioni concrete.

Immagina di inserire i beacons in un aeroporto. Puoi invitare gli utenti a scaricare giochi nelle zone di attesa, fornire loro sconti speciali nei punti vendita limitrofi o inviare informazioni utili per il loro volo o la loro destinazione. Fai volare la tua immaginazione e concretizza le tue idee.

2.- Offerte esclusive e ubicazioni specifiche

I segnali dei beacons funzionano nell’arco di 50 metri. Quindi potrai localizzare un utente quando si trova a questa distanza e potrai lanciare campagne considerando questo aspetto.

Per spiegare le campagne ricorda il primo esempio che ti abbiamo fornito, in cui interagivano brand di vino e formaggio all’interno di un supermercato. Potrai lanciare offerte creando necessità quando gli utenti sono pronte per riceverle.

3.- I beacons possono aiutarti riguardo alla sicurezza e alle informazioni

Immagina di trovarti ad un festival e vuoi trovare un negozio, un bar o un punto di incontro. I beacons permettono di geolocalizzare gli utenti senza GPS.

Anche il Cannes Lions International Festival ha implementato questa tecnologia per fornire ai propri visitatori informazioni riguardo alle modifiche di orario delle conferenze o per trovare amici nel circuito. Se stai pensando di organizzare un evento in grande, i beacons potrebbero aiutarti.

4.- Conoscerai meglio gli utenti

Se c’è qualcosa che realmente interessa nel marketing è conoscere tutto riguardo al nostro target. Se grazie ai cookies conosciamo il suo comportamento digitale, perché non andare oltre e scoprire le sue abitudini?

Cosa fanno all’interno di un negozio, cosa richiama l’attenzione in una fiera o quanto tempo gli utenti passano di fronte ad una vetrina guardando determinati prodotti. Puoi sapere tutto ciò che desideri. Ed è perfetto per personalizzare le campagne ed ottenere conversioni.

Benefici per gli utenti

Cos’è un beacon

1.- Informazioni rilevanti in tempo reale

Immagina di camminare all’interno di un negozio e che un commesso ti segua offrendoti i prodotti che stai cercando. E va anche oltre. Immagina che ti stia proponendo soluzioni prima che tu esprima le tue necessità. Senza dimenticare che potrebbe chiamarti per nome, anche se ciò, a prima vista, potrebbe piacerti meno.

Inoltre, grazie al beacon, i punti vendita potrebbero inviarti informazioni in tempo reale riguardo al prodotto che cerchi, al prodotto che hai davanti e al prodotto che stai valutando.

O se, per esempio, sei all’interno di un negozio di abbigliamento e stai guardando un paio di scarpe, potresti ottenere informazioni a riguardo agli abbinamenti. Con l’obiettivo di rendere migliore l’esperienza d’acquisto.

2.- Guida

Immagina questa situazione. Sei in aeroporto e non ti è chiaro dove recarti per fatturare le valigie del tuo prossimo volo. I beacons possono darti la risposta grazie alla loro connessione. Potranno localizzarti, rilevare dove si trovano i desk del tuo volo e guidarti.

3.- Servizio efficiente e pagamenti rapidi

Non sempre hai il tempo per fare gli acquisti. Ed è uno dei motivi per cui ordiniamo via Internet. Ma se hai bisogno di vedere realmente ciò che vuoi acquistare, i beacons potranno migliorare il processo di showrooming.

4.- Offerte e sconti

A volte non prestiamo attenzione alle mail e alle offerte che ci arrivano. Quindi, quando andiamo a comprare un prodotto non sappiamo se in realtà è scontato o se lo sarà a breve.

Uno dei vantaggi del beacon per i consumatori è che potrai conoscere le offerte in tempo reale mentre ti trovi nel luogo adeguato.

5.- Riduzione del tempo di attesa e delle code

Sei uscito dal lavoro per prenderti un caffè da asporto ma hai poco tempo. Puoi ordinarlo online mentre ti avvicini al bar e, una volta entrato, lo troverai pronto per essere prelevato. Sarebbe comodo, vero?

6.- Opt in e opt out

La caratteristica più importante dei beacons riguardo al consumatore è che si tratta di colui che decide se vuole condividere la sua ubicazione o no.

Chiaramente i beacons potranno funzionare solo se hai il bluetooth attivato. Decidi tu se ricevere messaggi oppure no. In questo modo potrai evitare comunicazioni intrusive e i brand sapranno che, se sei connesso, sei realmente interessato.

In definitiva, nonostante siano le aziende ad utilizzare la tecnologia dei beacons, i consumatori sono coloro che traggono i maggiori benefici.

Ma non puoi dimenticare che potrai conoscere meglio i tuoi clienti potenziali e trovarne altri che non pensavi di approcciare. Ma non per questo devi abbandonare il resto delle tecniche di lead generation. L’ideale è renderle complementari.

Vuoi generare più lead che convertano ad un costo minore? In Antevenio Go! disponiamo della tecnologia, dell’esperienza, del metodo e delle risorse necessarie per creare diverse landing pages ottimizzate per ogni gruppo di annunci in Adwords, Social Ads e altri canali. Lavoriamo a risultati.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies