Cos’è l’inbound marketing? Guida 2018

Maggio 24, 2018
Redazione
Ti è piaciuto il nostro articolo?

inbound marketing

Se stai cercando di generare più clienti potenziali e chiudere più vendite nel 2018 hai bisogno di questa guida di inbound marketing. Ciò che è chiaro è che nel 2018 la comunicazione più personalizzata e interattiva sta spingendo le vendite e il marketing verso nuove direzioni.

Come consumatori, gli utenti sono stanchi della pubblicità intrusiva e ciò che vogliono è costruire relazioni più vicine con i brand che amano.

Gli utenti fanno ricerche per concretizzare le proprie decisioni di acquisto. Utilizzano Google per ottenere informazioni, cercano consigli di amici o fanno domande nel web prima di decidersi a comprare un prodotto o servizio.

Secondo il CEB, i consumatori arrivano solo al 60% dell’evoluzione del processo di acquisto prima di essere coinvolti da un venditore. Per questo l’inbound marketing è il modo migliore per far crescere la tua attività nel 2018.

Concetti basici dell’inbound marketing

L’inbound marketing è un tipo di marketing digitale focalizzato nell’attirare un pubblico target e aiutarlo attraverso il processo di acquisto. Per farlo si possono utilizzare siti web, motori di ricerca, blogs, social, ecc.

L’inbound marketing ti aiuterà come azienda a incontrare i tuoi clienti potenziali. Per farlo dovrai creare contenuti rilevanti e utili per i tuoi utenti e cercare di interagire con loro a seconda delle loro necessità e dei loro interessi.

Il tuo obiettivo deve essere creare contenuti per risolvere i problemi dei tuoi clienti. In questo modo li attirerai verso il tuo sito, genererai fiducia e otterrai credibilità ottenendo più vendite.

La metodologia dell’inbound marketing

inbound marketing

Queste sono le 4 fasi dell’inbound marketing considerando la relazione che hanno i tuoi clienti potenziali con il brand. Ossia:

  • Prima che ti conoscano
  • Quando ti scoprono
  • Quando si sono trasformati in clienti
Fasi di una strategia inbound
  1. Attrazione: attrai e dirigi i tuoi utenti verso una pagina web con informazioni utili per conoscere le sue necessità
  2. Conversione: questa fase consiste nell’attivare processi e tecniche per trasformare le visite in utenti registrati del tuo database
  3. Educazione: dopo aver convertito, i tuoi utenti ricevono via mail informazioni utili per ognuna delle fasi del processo di acquisto. Per farlo, utilizza tecniche di marketing automation, due in concreto: il lead scoring e il lead nurturing.
  • Il lead scoring fa riferimento al valore che dai alle lead, ossia fino a che punto è possibile sapere quali contatti sono più vicini all’acquisto
  • Dall’altro lato il lead nurturing permette di inviare via mail in maniera automatizzata contenuti personalizzati in funzione della fase del ciclo di acquisto in cui si trovano i tuoi clienti.
  1. Chiusura e fidelizzazione: l’obiettivo qui è che i tuoi clienti siano soddisfatti. Offri loro informazioni utili. Cura le registrazioni e gli utenti che possono trasformarsi in ambassador.

In poche parole, le strategie di inbound trasformano il marketing per fare in modo che le persone acquistino. Per questo è vitale che tu comprenda come i tuoi utenti prendono le loro decisioni di acquisto, che tu possa verificare quali dati ti servono dei tuoi utenti e sviluppare contenuto utile e interessante per essere là nel momento in cui ne hanno bisogno.

Tecniche di Inbound Marketing

Queste sono alcune delle tecniche di inbound marketing che ti possono servire come specialista di marketing.

inbound marketing

1.- Marketing via mail mediante automatizzazione e personalizzazione

Secondo uno studio realizzato da Radicati la mail è usata da oltre 3,7 milioni di persone, pari al 48,6% di tutta la popolazione. Alcuni degli utenti hanno più di una mail (la media è di 1,7 a persona).

Il gran numero di indirizzi mail rende necessario personalizzare e automatizzare il database clienti. In questo modo ti dirigerai al cliente giusto nel momento giusto e con il messaggio adeguato. Farai in modo che la comunicazione con i tuoi clienti sia più facile e efficace.

In definitiva, l’inbound marketing si basa sulla mail. Quindi automatizzare la maggior parte dei dati è il modo migliore di creare un flusso di lavoro efficace.

Nel 2018 sono sempre di più gli specialisti in marketing che utilizzano piattaforme di automatizzazione. Ciò permette di prendere decisioni più strategiche e di creare preventivi specifici e tariffe adeguate.

Crea contenuto di valore che ti sia utile per convertire. Invia newsletters con notizie personalizzate per ogni utente. Più personalizzi le mail più probabilità hai di ottenere risposte e generare clienti potenziali.

2.- L’importanza del SEOinbound marketing

 

Nella strategia di Inbound marketing, il SEO sarà sempre più importante. Un contenuto di qualità con un buon posizionamento sui motori ti aiuterà a posizionarti meglio in maniera organica nelle ricerche. Farà in modo che ti trovino e ti scoprano magari per la prima volta e aiuterà i motori a indicizzare i tuoi contenuti con precisione.

Focalizza i tuoi sforzi SEO nell’aggiornamento tecnico e dei contenuti. Se il rendimento del tuo sito non funziona come vorresti e il tuo contenuto non raggiunge gli obiettivi, il SEO soffrirà, rendendo più difficile ottenere il traffico in entrata che ti serve per svolgere un lavoro ottimale.

3.- Il potere del retargeting

inbound marketing

Il tuo obiettivo deve essere impattare sugli utenti che prima hanno interagito con il tuo brand.

L’obiettivo del retargeting è ricordare ai tuoi utenti interessati ai prodotti che sei ancora lì e che puoi avere un’offerta a loro dedicata. Si fomenta il ricordo per ottenere la conversione finale.

Il retargeting funziona grazie ai cookies che si installano sul browser dell’utente quando visita un determinato sito. Quando entra su altri siti che propongono annunci di campagne terze, vengono mostrati gli annunci dei prodotti che sono stati visionati anteriormente.

Devi destinare i tuoi sforzi verso utenti che conoscono già il tuo brand, perché la probabilità che convertano è molto maggiore.

Così aumenterai il CTR, incrementerai le conversioni e recupererai gli utenti indecisi.

Invita gli utenti a tornare sul tuo sito per fare in modo che convertano.

4.- Influencer marketing

inbound marketing

Man mano che i social soppiantano la pubblicità tradizionale, sono molti i brand che si focalizzano sul contenuto generato dagli utenti e dagli influencers per guadagnarsi l’attenzione dei clienti. Ma al posto di bombardare tutti i social, scegli di investire su canali che funzionano per il tuo brand.

L’uso di influencers può generare 6 volte più traffico e 2 volte più conversioni per qualsiasi brand.

Focalizza la tua strategia su ogni tipo di azione, retweet e nuovo follower che ottieni fino alla fidelizzazione.

5.- Blog: più che semplici parole

inbound marketing

I blog servono per migliorare il tuo posizionamento perché aumentano la tua presenza nelle ricerche di parole chiave rilevanti. Anche perché offrono contenuto per le tue campagne mail e social.

Le aziende con blog generano più opportunità di vendita e il modo migliore per farlo è attraverso contenuti nuovi. Crea contenuti di interesse e aggiornati. Solo così otterrai il traffico che cerchi per il tuo 2018.

Crea la tua buyer person

La tua strategia di inbound marketing non ti servirà a nulla se non hai una visione completa dei tuoi clienti. La maggior parte degli specialisti di marketing commette l’errore di creare contenuto e campagne per possibili clienti al posto dei visitatori del proprio sito. Ma le persone che consumano il tuo contenuto non sono necessariamente le persone che acquisteranno.

Dirigiti a utenti specifici utilizzando i dati di cui disponi:

  • Chi compra i tuoi prodotti?
  • Chi influisce sulle decisioni di acquisto dei tuoi clienti?
  • Quali sono gli interessi dei tuoi lettori o utenti principali?
  • Cosa li spinge realmente verso gli acquisti?

Considera che ogni utente è unico e richiede contenuto personalizzato.

Interattività come servizio

Come puoi fare in modo che le persone interagiscano con il tuo brand, che lo comprendano e si fidino? Questa è una componente centrale dell’Inbound marketing del 2018.

Devi creare contenuto interattivo per connetterti ai tuoi consumatori. L’importante è innovare, essere creativi e trovare soluzioni ai problemi.

Per farlo puoi organizzare seminari web dal vivo, concorsi e chat in tempo reale su eventi social, eventi di marketing, ecc. puoi anche creare giochi, concorsi, ecc. Fai in modo che i tuoi utenti partecipino. Più sforzi fai, più dati otterrai e più il tuo contenuto verrà condiviso.

6.- Vídeo: Contenuto che converte

inbound marketing

Il video marketing si è trasformato in un canale di content marketing importantissimo. È dimostrato che genera conversioni impressionanti, clienti potenziali di qualità e difensori del brand più coinvolti.

Devi creare video di prodotti nelle landing pages e sui social per interagire con i tuoi utenti. In futuro forse avrai bisogno di creare video con la realtà aumentata e virtuale. Si tratta comunque di iniziative di marketing utili per le aziende.

Il numero di brand che usano video nelle loro campagne si avvicina al 100% e i visitatori ne usufruiscono al 95%. Per diffondere il tuo messaggio verso nuovi clienti, il video è la strada da seguire nel 2018.

Annunci per supportare strategie organiche

Da dove puoi ottenere i migliori dati per creare i tuoi annunci? Da coloro che sono atterrati sul tuo sito in maniera organica. L’investimento di paid media sui social è aumentato del 61% nel 2017 e con oltre 2.300 milioni di utenti che utilizzano gli smartphones.

Gli annunci completano gli sforzi organici. Daranno al tuo brand l’impulso che gli serve per fare in modo che il messaggio raggiunga la audience corretta.

Con AdWords puoi spingere le parole chiave. Così avrai più probabilità di generare clienti potenziali. Puoi anche utilizzare i social per aumentare la visibilità dei tuoi contenuti, con cui otterrai più lettori e conversioni.

Anche se gli annunci non devono mai rimpiazzare una strategia organica, devono essere usati per supportare le azioni di digital marketing.

Analisi

inbound marketing

Il successo della tua strategia si può misurare solo se fai il tracciamento adeguato. Quest’anno utilizza i dati come punto di partenza. Revisiona il rendimento dei contenuti, analizza i dati e modifica la tua strategia di conseguenza. I dati e il contenuto vanno di pari passo, quindi se qualcosa non funziona, scartalo.

I report personalizzati, il tracciamento degli obiettivi, delle campagne e la segmentazione su Google Analytics ti permetteranno di informare i team che collaborano con te sul rendimento e la strada da percorrere.

Se copri una tattica più efficace per convertire, applicala da subito. Hai bisogno di aiuto per stabilire una comunicazione diretta, meno intrusiva e più personalizzata con i tuoi clienti? In Antevenio possiamo aiutarti a sviluppare strategie di marketing efficaci e su misura.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies