Cos’è una AMP? | Accelerated Mobile Page

marzo 01, 2018
Ana Moreno
Ti è piaciuto il nostro articolo?

AMP Accelerated Mobile Page

Non sai ancora cosa si auna AMP (Accelerated Mobile Page)? Si tratta di un linguaggio di creazione di siti web derivato dall’HTML e ottimizzato perché i siti si carichino più rapidamente sui dispositivi mobile. AMP è un codice aperto e promosso da Google. Considera che:

  1. È noto che il traffico dai dispositivi mobile è superiore a quello prodotto dai desktop. Ma, in molti casi, le grafiche non si adattano correttamente.
  2. Per quanto riguarda la velocità di caricamento, l’esperienza di navigazione dell’utente peggiora notevolmente quando il caricamento è lento.

AMP nasce con l’obiettivo di migliorare la velocità di caricamento delle pagine web per mobile. Le pagine AMP si programmano con un linguaggio proprio, una variazione dell’HTML chiamata AMP HTML, un nuovo formato aperto con licenza Apache il cui codice è disponibile su GitHub per tutti gli interessati allo sviluppo.

AMP migliora il posizionamento?

AMP Accelerated Mobile Page

Secondo Google, nelle prime prove, AMP ha ridotto il tempo di caricamento dal 15% all’85%.

A dicembre 2015 Google ha segnalato che disporre di una Accelerated Mobile Page sarebbe stato un fattore di posizionamento nei rankings. Dato importante per gli interessati a AMP.

Come previsto, webmasters, responsabili marketing e specialisti SEO hanno cominciato ad analizzare come tutto ciò avrebbe influito sulle pagine mobile. Hanno scoperto che diversi aspetti di Google AMP avrebbero influito sui ranking di ricerca.

Le pagine ottimizzate AMP ottengono migliori ranking e convertono più visitatori delle pagine mbiles. Per questo è importante sapere cos’è l’AMP.

I problemi delle Accelerated Mobile Pages

AMP Accelerated Mobile Page

Certo, le AMP aiutano a caricare le pagine più rapidamente ma hanno anche i loro inconvenienti. Alcuni dei principali problemi sono:

  • Esperienza dell’utente non sufficiente. Bisogna segnalare che le pagine AMP hanno URL molto complicate, diverse dalle pagine normali con lo stesso contenuto. Ciò rende difficile la SEO tradizionale e la possibilità di condividere contenuti da parte degli utenti.
  • È molto chiusa. È molto difficile uscire da una AMP. Entri in un ecosistema che ti obbliga a continuare al suo interno
  • URL di navigazione. Quando si posiziona una AMP su Google, nella SERP si vede la URL della pagina in questione. Ovviamente quando accedi alla pagina, la URL che compare è di Google. Da Google segnalano che si tratta di un errore in fase di risoluzione. Ma al momento si tratta di un problema.
  • Web molto semplice. La pagina AMP è molto semplice visivamente. Si eliminano tutti i tipi di plugins e elementi visualmente attraenti. Ciò rende la pagina più rapida da caricare ma, ovviamente, offre un’esperienza scarsa per l’utente.
  • Pagine extra da generare. Un altro problema è che si genera una nuova pagina per lo stesso contenuto. Quindi hai una pagina mobile, una normale e, se la attivi, anche una AMP. Tre pagine per lo stesso contenuto e si tratta di un problema. Potrebbe essere considerato contenuto duplicato.

Il linguaggio AMP HTML

AMP Accelerated Mobile Page

La tecnologia AMP utilizza, come il resto delle pagine, il linguaggio di programmazione HTML.

Questo linguaggio ha adottato un nome leggermente diverso: AMP HTML e ci sono diverse differenze:

  • Si possono utilizzare solo le etichette HTML permesse o equivalenti. Per esempio l’etichetta per le foto, img, può essere utilizzata con la forma img-amp che permette di pubblicare foto ma non peso minore e velocità di caricamento. Altre etichette, come object o frame, non possono essere utilizzate.
  • L’uso delle risorse Java Script è ristretto alle librerie di AMP HTML.
  • Uso dei caché CDN del progetto, cosa che permette che sia questo tipo di server a ottenere le pagine AMP, confermare che l’implementazione sia corretta e, in caso affermativo, salvi la risposta per l’utente.

Si utilizza nell’uso dei CDN del progetto per fare la cache del contenuto e fornirlo da lì. Inoltre l’implementazione deve seguire norme strette facendo uso di componenti che fanno parte del progetto AMP.

Cos’è una AMP e come funziona

  • Il tuo sito sarà ancora in HTML, come sempre.
  • Le pagine in HTML del tuo sito che hanno una versione AMP dovranno avere un’etichetta nel codice con un attributo ‘amphtml’ che dice a Google dove si trova questa versione.
  • A sua volta, le pagine AMP del tuo sito, dovranno avere un’etichetta con un attributo ‘canonical’ che dice qual è la paina HTML da cui deriva. Così si eviterà che venga considerato contenuto duplicato.
  • Le pagine AMP indipendenti, ovvero che non hanno una versione HTML avranno un ‘canonical’ di default, per essere indicizzate.

Cosa si ottiene con una AMP?

AMP Accelerated Mobile Page

L’obiettivo è migliorare l’esperienza degli utenti. È provato che trascorsi 3 secondi, se una pagina web non compare correttamente sui dispositivi mobile, il 40% degli utenti si annoia e se ne va.

Si tratta precisamente di ciò che vuole evitare la piattaforma AMP. Mette i mezzi tecnici necessari a disposizione dei programmatori o responsabili web perché possano ottimizzare il loro rendimento sui dispositivi mobile soprattutto per quanto riguarda la velocità di caricamento.

Cos’è una AMP e cosa si piò ottenere dal sistema AMP

  • Le pagine che utilizzano la tecnologia AMP si caricano più rapidamente dell’85% rispetto alle pagine convenzionali.
  • La media di caricamento stimato delle pagine AMP non raggiunge il secondo.
  • L’impiego di dati è 10 volte minore e si riduce notevolmente l’impiego della batteria.

Come si identificano?

AMP Accelerated Mobile Page

Queste pagine si identificano perché nelle ricerche realizzate su Google con uno smartphone compare il simbolo di un fulmine accompagnato dalle sigle AMP.

Un altro modo di identificarle è attraverso l’inizio dell’URL a cui vogliamo accedere, in cui compare la sigla AMP.

In linea generale, la tecnologia AMP aumenta il numero delle visite e la permanenza sulle pagine.

Consigli per la creazione di pagine AMP

Il Search Engine Journal propone una serie di consigli per coloro che vogliono creare una pagina AMP:

  • Titolo: uno degli elementi più importanti. Creare un titolo diretto e persuasivo
  • Immagine: cercare o disegnare un’immagine originale e che attiri l’attenzione dell’utente
  • Prime 100 parole. Le prime 100 parole sono fondamentali per descrivere il contenuto della pagina in maniera precisa e fare in modo che l’utente clicchi.

Struttura

Cos’è una AMP e come si struttura

La struttura di una pagina AMP ha i seguenti file:

  • AMP HTML. Un sublinguaggio di HTML con elementi personalizzati che offrono un rendimento superiore e un caricamento istantaneo dei contenuti statici
  • AMP JS. Un framework di Javascript per le pagine mobile che, solitamente, amministra le risorse e il caricamento. Molto importante indicare che in Accelerated Mobile Pages non è permesso altro tipo di Javascript che non sia fornito da AMP JS.
  • AMP CDN. Si tratta di una rete di distribuzione di contenuto opzionale, che conserva le tue pagine AMP, le salva nella cache ottimizzandole automaticamente.
  • AMP Cache. Si tratta di un sistema di distribuzione di contenuto e file basato su proxy per fornire tutti i documenti AMP validi. Questa cache archivia i differenti HTML del sito. Quindi la consegna è più semplice. In questo modo tutti gli archivi vengono caricati dalla stessa origine che usa http 2.0 e consegna in maniera efficiente.

Dopo il lancio di AMP nasce AMP lite e RAISR

AMP Accelerated Mobile Page

Sono le nuove armi di Google per navigare alla massima velocità anche con connessione limitata

L’obiettivo è offrire la migliore esperienza agli utenti mentre navigano su internet con una connessione lenta. Per questo Google ha lanciato una versione più leggera del progetto AMP.

Questa nuova versione chiamata AMP Lite migliora del 45% il consumo dei dati rispetto al suo predecessore. Si comprime gran parte dell’informazione grafica in un formato chiamato WebP, tramite i browser compatibili.

Queste immagini fanno uso di una grande novità lanciata dal motore di ricerca, l’algoritmo RAISR. Questo algoritmo è capace di ridurre il peso dell’immagine del 75%. Anche con una leggera perdita di qualità, quasi impercettibile. Con questi due elementi, Google si pone come primo promotore dell’esperienza dell’utente sui dispositivi mobile.

AMP nasce da una collaborazione tra migliaia di sviluppatori, editori, siti web, piattaforme di distribuzione e aziende tecnologiche. Oltre 1.5B di pagine AMP sono state pubblicate fino ad oggi. E oltre 100 aziende leader nell’analisi ad tech e provider di MS appoggiano il formato AMP.

In definitiva, Accelerated Mobile Pages è un progetto creato per ottimizzare e fare in modo che le pagine mobile siano più rapide. Si tratta di partire da una pagina che è ottimizzata per dispositivi mobile e trasformarla in una pagina ancora più rapida, riducendola ad uno stato basico.

Qualcosa di fondamentale per incrementare in maniera considerevole la lead generation in ambito mobile. In Antevenio Go! siamo specialisti nel Performance Marketing strategico. Siamo focalizzati sui risultati di qualità con obiettivi quantificabili sin dal primo momento.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies