Analizziamo l’A9, l’algoritmo SEO di Amazon

gennaio 10, 2019
Redazione
Ti è piaciuto il nostro articolo?

L’algoritmo SEO di Amazon si evolve continuamente. Il gigante del commercio elettronico continua a incrementare il suo peso sul mercato in un’ampia gamma di categorie di prodotti, un’opportunità che i negozi devono sfruttare.

Negli ultimi tempi le vendite di Amazon si sono trasformate in attività lucrative per le piccole aziende di commercio elettronico. Produttori e venditori dei brand lottano per comprendere i fattori che toccano l’ottimizzazione dei prodotti.

Le persone che visitano questo gigante del dettaglio online spesso hanno un unico obiettivo: acquistare. Il quadro di ricerca, anche noto come motore interno di Amazon, potenzia questi acquisti fornendo suggerimenti dei prodotti più rilevanti. L’algoritmo del motore di ricerca di Amazon, l’A9, garantisce i risultati più rilevanti.

È complicato a volte capire l’algoritmo SEO di Amazon, ciò che fa sì che il quadro di ricerca mostri un prodotto prima di un altro. Ma usando dati sperimentali e osservare correlazioni ripetitive, ci sono alcuni consigli per aumentare il tuo posizionamento su Amazon e vendere di più.

Cos’è l’algoritmo A9 di Amazon?

A9 è l’algoritmo di classificazione dei prodotti organici di Amazon che si compone di fattori diretti e indiretti che utilizzano per far coincidere le ricerche degli utenti con i prodotti che probabilmente acquisterebbero.

Questo algoritmo è quello che decide quali prodotti consigliare usando i dati di migliaia di ricerche che le persone hanno fatto. I consigli si basano in parte sulle preferenze di acquisto del cliente e sugli acquisti anteriori, come su altri fattori.

Secondo uno studio realizzato da CPC Strategy, l’ottimizzazione dell’algoritmo SEO di Amazon è importante perché:

  • Il 70% dei clienti di Amazon non hanno mai superato la prima pagina dei risultati di ricerca.
  • Il 35% dei clienti di Amazon cliccano sul primo prodotto che compare in una pagina di ricerca.
  • I primi tre elementi che si mostrano nei risultati di ricerca rappresentano il 64% dei clics.
  • L’81% dei clics dei brand sono sulla prima pagina dei risultati di ricerca.

La concorrenza, comparendo nelle prime ricerche delle SERPs di Amazon non fa altro che crescere. Per questo capire come funziona l’algoritmo A9 e cosa serve per comparire nelle prime pagine dei risultati del motore di ricerca di Amazon è realmente importante per spingere le vendite e lanciare nuovi prodotti.

Fattori diretti che riguardano l’algoritmo SEO di Amazon

I fattori diretti sono legati alla rilevanza. Puoi influire su questi fattori di classificazione direttamente mediante l’uso strategico di parole chiave rilevanti.

1 – Titolo del prodotto

Probabilmente l’elemento più importante dell’algoritmo SEO di Amazon a cui si riferisce la rilevanza è il titolo del prodotto. La parola chiave più rilevante dovrà apparire nel titolo. Qui ci sono alcuni consigli per ottimizzare il nome del tuo prodotto di Amazon:

  • Includi il nome del brand.
  • Includi una descrizione chiara di cosa fa il tuo prodotto.
  • Menziona un ingrediente specifico o materiale essenziale.
  • Specifica il colore.
  • Specifica la dimensione.
  • Fai riferimento alla quantità.
  • Come segnalato da White Hat SEO, evita di farcire il titolo di parole chiave, dato che pregiudicherà il tuo ranking.

2 – Le tue parole chiave di back end

Sono essenzialmente parole chiave ‘occulte’ che si utilizzano solo nella sezione di back end del tuo account Amazon. La funzione è dire all’algoritmo di Amazon che una lista di prodotti specifica si dirige a una parola chiave specifica.

Le parole chiave back end sembrano meta tag di Google, che dicono a Google di cosa tratta il suo sito, cosa che aiuta il moto re di ricerca a scoprire quando mostrare la pagina a persone che cercano informazioni specifiche.

Ci sono cinque campi che i venditori possono completare con le parole chiave back and. Ogni linea ha un limite di 50 caratteri. Se superi il limite, in sito non indicizza la tua parola back end. Queste sono 5 regole che devi considerare per completare con successo i campi di parole chiave di back end di Amazon:

  • Non ripetere nessuna parola
  • Evitare le virgolette dato che limitano il numero di caratteri
  • Non includere troppe variazioni della stessa parola
  • Includere variazioni nell’ortografia o sinonimi.

3 – Informazioni del brand

Questo campo compare sempre nella pagina del prodotto (subito sopra il titolo) e linka a diversi risultatidi ricerca di prodotti aggiuntivi dello stesso brand. Quando fai una lista dei tuoi prodotti, pensa bene come descrivere il tuo brand.

Il comportamento tipico degli utenti di Amazon è che i clienti cerchino un prodotto in funzione del brand quindi è vitale includere sempre un nome preciso.

4 – Descrizione di prodotto e lista

Entrambi dicono al tuo cliente di più sui prodotti quindi questa è l’opportunità per essere dettagliati e persuasivi. Quindi, dovrai anche includere qui le tue parole chiave più importanti.

Per la descrizione, rendi il copy leggibile, naturale e convincente dal punto di vista delle vendite. È necessario per i clienti, oltre al potere della SEO perché renderà il tuo contenuto rilevante.

Le liste sono facili e rapide da leggere perché si possono scannerizzare. I tuoi utenti la percepiranno in maniera semplice. Informa i tuoi clienti sui benefici dei tuoi prodotti (non solo le caratteristiche) e includi informazioni cruciali come materiali o dimensioni.

Incorpora le tue parole chiave rilevante in questi punti in maniera naturale, per aggiungere valore a ogni parte delle informazioni relative al prodotto. Dai uno sguardo alla concorrenza e assicurati che non includano informazioni più complete delle tue.

Fattori di classificazione di Amazon legati al rendimento

I fattori di rendimento sono più difficili da controllare direttamente perché entrano in gioco caratteristiche aggiuntive che vanno oltre le parole chiave. Anche così è vitale capire che è necessario per l’algoritmo SEO di Amazon.

A.- Prezzo del prodotto

Il prezzo del tuo prodotto incide molto sul tasso di conversione. Se il tuo prezzo su Amazon è competitivo in confronto agli altri siti che vendono questo prodotto o prodotti similari ai tuoi, il tuo tasso di conversione sarà positivo.

Amazon ti punirà con un ranking più basso se metti in relazione troppi prodotti similari quindi non devi uscire dal mercato di Amazon. Confronta con cura cosa fanno i tuoi competitors e stabilisci il tuo prezzo.

B – Immagini del prodotto

I prodotti che presentano immagini di alta qualità hanno un maggior indice di conversione. Lo stesso principio si applica alla tua pagina prodotto di Amazon. Amazon consiglia immagini più grandi nel Seller Centra, scrivendo:

Le immagini devono essere alte e larghe almeno 1000 pixels. Questo requisito di dimensione minima abilita la funzione zoom sul sito. Lo zoom migliora le vendite. La dimensione minima è 500 pixels”.

Includi immagini di alta qualità che abbiano questi requisiti e aiutino a garantire che le liste dei tuoi prodotti non restino alla fine dei risultati di ricerca. Ciò che fa sì che il tasso di conversione sia colpito. Quando i tuoi tassi di conversione aumentano grazie alle ottimizzazioni, le tue classificazioni dei risultati di ricerca su Amazon dovrebbero migliorare.

C – Le reviews di Amazon

Osserva la correlazione nei risultati di ricerca di Amazon e i prodotti con molte recensioni. I prodotti che si trovano nella parte superiore delle parole chiave generalmente hanno più recensioni di quelli in basso nella lista.

Ottenere più recensioni ha un forte impatto sui tassi di clicks e può generare più vendite, cosa che ha un impatto sulla classificazione generale dei prodotti sul sito.

Differenze tra l’algoritmo del motore di ricerca di Google e Amazon

Mentre le persone fanno diverse ricerche su Google, molte delle quali informative, quasi tutte le ricerche di Amazon sono svolte con intenzione di acquisto. Per questo l’algoritmo si riduce a un paio di cose: rilevanza e rendimento.

Se ottimizzi la tua pagina dei prodotti di Amazon per questi due fattori di classificazione, otterrai più conversioni.

1 – Intenzione

Gli obiettivi finali che Amazon e Google cercano di raggiungere sono diversi. Su Amazon in generale c’è una maggiore intenzione di acquisto. La maggior parte degli utenti visita la piattaforma per navigare e comprare un prodotto. Per questo l’algoritmo SEO di Amazon è vincolato specificatamente alla conversione in vendita.

Google ovviamente ha una maggior intenzione di analisi. Risponde essenzialmente alle richieste degli utenti.

2 – Metriche che definiscono la rilevanza

Le metriche che i motori di ricerca che Amazon e Google analizzano, differiscono riguardo a:

  • Amazon definisce la rilevanza come ciò che le persone acquistano dopo aver fatto una ricerca. Quindi si dà peso al comportamento d’acquisto. Ossia, alle conversioni e alla rapidità di vendita.
  • Google definisce la rilevanza il click di un utente dopo aver effettuato una ricerca. Quindi si dà peso al comportamento e al legame, alla quantità di clicks che riceve la pagina, la percentuale di rimbalzo e il tempo di visita.

L’algoritmo SEO di Amazon se ben compreso permette di fare pubblicità su Amazon in maniera organica. Anche se è possibile realizzare una campagna di Amazon ads come quelle che effettuiamo in Antevenio.

Vuoi che ti aiutiamo a vendere di più attraverso il digital marketing?

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies