Guida per scegliere i migliori hashtags

agosto 09, 2017
Antevenio Italia
Ti è piaciuto il nostro articolo?
Guida per scegliere i migliori hashtags

Negli ultimi anni sono molti i termini che sono stati inseriti nel dizionario del digital marketing. La maggior parte di essi è sconosciuta a chi non fa parte di questo mondo. Ma uno in particolare è noto a tutti. Tutti conoscono la parola hasthag. Da qui nasce la necessità di una guida per selezionare i migliori hashtags che permetta alle tue campagne di ottenere il dovuto successo.

Un hashtag è semplicemente un concetto che include una keyword preceduta dal simbolo cancelletto (#). Gli hashtag sono nati con Twitter. Ma ora si sono trasformati in un must anche per gli altri social. Chiaramente i brand devono fare uso dei migliori hasthags se vogliono che le loro strategie portino risultati interessanti.

Cosa rende gli hashtags così potenti?

Quando gli hashtags sono nati, Chris Messina, un dipendente di Google, si rese conto del valore che avrebbero avuto negli anni successivi. Quindi scrisse un articolo in cui spiegava che il concetto di canale, inglobato dagli hashtags, avrebbe soddisfatto molte delle necessità delle discussioni di gruppo.

E fu così. Soprattutto in Twitter, la rete che ha lanciato gli hashtags. L’autore mise in mostra anche la facilità di utilizzo e l’accessibilità. Un decennio dopo, i migliori hashtags sono gli alleati perfetti dei brand. Possono aiutarti ad ottenere più visibilità, aumentare la tua reach e aiutarti a creare campagne di successo.

Inoltre si tratta di un sistema molto utile per restare nel top of mind degli utenti, per creare conversazioni e dibattiti riguardo a temi come questi:

La chiave è utilizzarli con coscienza e moderazione, sempre che creino valore. Fare un uso eccessivo di hashtags può causre l’effetto contrario a quello che si vuole ottenere. A seconda dei social, l’uso degli hashtags può variare.

A seguire abbiamo riassunto i migliori utilizzi per i diversi social. Così potrai scegliere i migliori hashtags per ottenere i risultati che cerchi.

Guida per utilizzare i migliori hashtags su Twitter

L’uso di Twitter è ridotto senza l’utilizzo degli hashtags. I tweets che includono  hashtags ottengono il doppio di engagement rispetto a quelli che non li includono. Il doppio di retweets, clicks e di risposte.

Per questo, considerando il potenziale di questa tecnica, devi includerla ogni volta in cui utilizzi questa piattaforma come canale per lanciare le tue strategie.

Ma devi ricordarti di non eccedere nell’uso. La quantità consigliabile di hashtags per tweet è tra uno e due. Nel caso in cui tu decida di utilizzarne di più, l’engagement scenderà al 17%. Con uno o due, invece, l’engagement sarà maggiore, arrivando al 21%. Inoltre, la probabilità di retweet del  tuo messaggio con uno o due hashtags è del 55%.

Un hashtag in Twitter mette in relazione conversazioni di diversi utenti su un medesimo tema. Per questo, se gli utenti di Twitter parlano del medesimo tema utilizzando un hashtag specifico, i loro tweets compariranno. E il miglior modo per ottenere visibilità per il tuo brand è considerare gli hasthags che fanno parte del Trending Topic (TT) o che ottengono un gran traffico di contenuti.

Seguire i concetti che sono all’ordine del giorno è una delle strategie più potenti per utilizzare i migliori hashtags e ti porteranno oltre la tua rete di contatti.

Come trovare gli hashtags che fanno parlare di più?

La prima opzione per trovarli è controllare la colonna dei Trending Topics. La lista cambia a seconda dei temi. Quindi potrai verificare a quale hashtag unirti in ogni momento. Inoltre, puoi cambiare il tuo stato geografico per sapere di che cosa si parla fuori dalla tua area geografica. Forse ci sono altri temi che possono interessarti o che possano essere legati al tuo brand.

Un’altra alternativa è utilizzare strumenti per identificare i migliori hashtags. Possono sempre essere buoni alleati nello sviluppo di strategie. Questi sono alcuni degli strumenti più utili:

1.- Hashtags.org

Questo strumento ti fornirà ogni tipo di statistica riguardo agli hashtags più utilizzati nelle ultime 24 ore. Quindi può essere particolarmente utile per la tua strategia, perché non ti mostra solo gli hashtags più popolari. Ti segnala inoltre che tipo di utenti li utilizzano. In questo modo potrai trovare con più facilità il tuo pubblico target e trovare i migliori hashtag per raggiungerlo.

2.- Rite Tag

 

RiteTag ti permette di analizzare un hashtag ed avere tutte le informazioni riguardo alla reach e alla popolarità. In questo modo, attraverso i colori, ti segnala quali sono quelli che funzionano meglio. Questo strumento ti sarà molto utile nel caso in cui tu abbia dubbi su cosa scegliere.

Come scegliere i migliori hashtags su Facebook?

L’uso degli hashtags su Facebook è stato implementato da un paio d’anni. E, al contrario di Twitter, su questa piattaforma, all’inizio non funzionano molto bene. Come indica l’infografica, agli inizi i contenuti che non includevano hashtags erano più potenti e virali di quelli che li contenevano. Esattamente un 1,30% più virali in confronto al 0,80% delle pubblicazioni che li includevano.

Man mano che è passato il tempo, gli hashtags sono diventati popolari su Facebook. Come su Twitter la chiave è non eccedere. In questo modo otterrai più interazione e engagement con gli utenti.

Perché utilizzare gli hashtags su Facebook?

1 – Per generare conversazioni riguardo a un evento. Questa strategia può essere molto utile se stai preparando un evento per far conoscere un nuovo prodotto o servizio del tuo brand. Puoi aiutare gli utenti perché possano accedere facilmente alle conversazioni ed ottenere feedback da loro.

2 – Utilizza hashtags per divulgare report o statistiche. Così potrai condividere con tutti gli utenti i report, le statistiche e le opinioni riguardo al tema trattato.

3 – Ti aiuteranno ad ottenere più reach. Più i tuoi utenti utilizzano i tuoi hashtags più otterrai visibilità. I tuio contenuti raggiungeranno persone che non ti seguono ancora e avrai modo di farti conoscere meglio.

4 – Crea un hashtag per il tuo brand. Uno dei migliori utilizzi degli hashtags su Facebook e su qualsiasi social è crearne uno per il tuo brand. Incita i tuoi utenti ad utilizzarlo. Ti aiuterà a creare engagement e rafforzare la tua brand image.

Come creare un hashtag per il tuo brand

Comincia la ricerca dell’hashtag perfetto per il tuo brand creando una lista delle keywords che definiscono meglio la tua attività. Inoltre, cerca le parole chiave di interesse pubblico sui social. Ti consigliamo di cominciare su Twitter dato che, come hai visto, è la piattaforma più importante per gli hastags.

Puoi aiutarti con i diversi strumenti che ti abbiamo proposto per verficare quali sono gli hashtags più potenti, quali generano più traffico o quali utenti gli utilizzano.

Inoltre per crearli puoi anche utilizzare il tuo sito, verificando le keywords più comuni.

Controlla la concorrenza. Verifica i suoi hashtags. Se sono stati creati dai tuoi competitors o se sono hashtags generici. Sapere come si comportano ti aiuterà a differenziarti. Un altro dei nostri consigli è verificare cosa fanno i migliori influencers. Se utilizzano un determinato hashtag c’è un motivo.

Per aiutarti a scegliere i migliori hashtags puoi utilizzare uno strumento che ti aiuterà a trovare quello perfetto per il tuo brand: Tagboard.

Questo strumento ti permette di vedere tutte le conversazioni che si generano attorno al tuo hashtag su Facebook, Twitter e sugli altri social. Una volta selezionato l’hashtag da utilizzare, avrai accesso a un pannello che ti mostrerà, in tempo reale, le pubblicazioni in cui compare.

In questo modo potrai avere un tracciamento ottimo e verificare se gli hashtag selezionati funzionano.

Come utilizzare gli hashtag su Instagram

Gli hashtags sono uno degli elementi di maggior importanza su Instagram dove accade qualcosa di curioso: la percentuale di interazione è superiore quanti più hashtags vengono utilizzati in un messagigo. I post con 11 hashtags o più ottengono il 79,5% di interazione per ogni 1000 followers.

Gli hashtags aiutano gli utenti di Instagram a scoprire nuovi contenuti e nuovi account da seguire. Quindi, l’uso corretto degli hashtags metterà in contatto il tuo brand con l’audience corretta. Secondo uno studio di Simply Measure, le pubblicazioni con almeno 1 hashtags  procurano un 12,6% in più di interanzione di quelle senza hashtags.

Come scegliere gli hashtags corretti per Instagram

Tutto dipende dall’ambito in cui si muove il tuo brand. Per esempio, immagina di essere il Community Manager di un’agenzia di Viaggi. C’è una grande quantità di hashtags popolari su Instagram riguardo a questo tema:

Utilizza gli hashtags nelle tue pubblicazioni con la quantità che desideri e probabilmente otterrai più likes di quelli che pensi. Ma se ciò che vuoi è incrementare le interazioni e ottenere followers di qualità dovrai utilizzare hashtags più specifici. Tutto dipenderà dagli hashtags che il tuo target ricerca.

Ti offriamo i seguenti consigli per utilizzarli al meglio:

1 – Verifica quali hashtags utilizzano i tuoi competitors. È possibile che tu possa trovarne di nuovi per includerli nel tuo repertorio o puoi trovare alternative per differenziarti.

2 – Dai uno sguardo agli influencers quando puoi. Sono personaggi credibili nel mondo dei social e puoi utilizzare le loro strategie per ottenere notorietà.

3 – Considera gli hashtags relazionati. Verifica le pubblicazioni che contengono hashtags che ti hanno portato buoni risultati. Verifica se esistono tendenze relazionate che puoi includere nelle pubblicazioni future.

4 – utilizza la funzione ricerca. Inserisci la tua keyword nella barra di ricerca e seleziona il pulsante ‘tags’. Il social ti fornirà una lista degli hashtags che includono la parola chiave e la quantità di pubblicazioni che li hanno utilizzati.

Quando si tratta di scegliere hashtags per Instagram, la regola d’oro è: utilizza unicamente hashtags che siano rilevanti per il tuo brand o audience obiettivo. Lo consiglia anche la Guida completa degli Hashtags per aziende di Hootsuite.

Dall’altro lato, devi considerare che esistono hashtags che ti aiuteranno ad ottenere più followers. C’è una lista dei più utilizzati su Instagram che ti aiuteranno a ottenere visibilità. Tra di essi #Love è uno dei più popolari.

Il tuo brand ha qualcosa a che fare con questo hashtag? Non raggiungerai l’audience corretta se utilizzi gli hashtags più generici e popolari. Devi cercare quelli che definiscono meglio il tuo settore.

Gli hashtags su Google+

Google+ include hashtags in forma automatica in base ai contenuti. E non solo puoi utilizzare gli hashtags per inserire commenti  ma poi anche fare la ricerca per etichette.

Uno degli aspetti più interessanti di questo canale per qualsiasi responsabile di digital marketing è che include un elemento che gli altri social non hanno: gli hashtags relazionati. In questo modo potrai verificare quali sono le etichette più utilizzate riguardo ai temi che fanno parte della tua strategia.

A livello generare, non dimenticare che per trovare i migliori hashtags è necessario un lavoro di pianificazione. Ma se vuoi far sì che le tue strategie ottengano visibilità, aumentando la reach e creando campagne di successo, dovrai cominciare verificando quali sono i migliori passi da seguire su ogni social. La seguente infografica può farti comprendere il vero potere degli hastag:

Infine, un altro aspetto che devi considerare è che scegliere i migliori hashtags è una delle condizioni essenziali per amplificare i propri messaggi sulle piattaforme di content marketing come Coobis, in grado di mettere in relazione i brand con i media.

Tu hai problemi, noi te li risolviamo

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies