Le nuove 4P del marketing digitale

agosto 01, 2017
Antevenio Italia
Ti è piaciuto il nostro articolo?
Le nuove 4P del marketing digitale

Il marketing tradizionale era basato sui principi basici inglobati dal concetto delle 4P del marketing, proposte dal professor Jerome McCarthy:

1 – Prodotto

2 – Prezzo

3 – Place (Distribuzione)

4 – Promozione

Durante gli anni, combinare adeguatamente le 4P nel marketing mix ha garantito risultati positivi. Ovviamente, la comparsa delle nuove tecnologie e del marketing digitale ha obbligato a modificare questo concetto.

Esistono numerosi trattati scientifici che hanno cercato di inserire nuovi fattori nell’equazione. Uno di questi è il modello delle 4P del marketing digitale di Idris Mootee in cui si propongono nuove variabili che devono essere considerate nel momento in cui si prende qualsiasi decisione in ambito di digital marketing. Le nuove 4P del marketing digitale sono le seguenti:

1 – Personalizzazione

2 – Partecipazione

3 – Peer to peer Communities

4 – Predictive Modelling

Le 4P del marketing digitale de Idris Mootee

 

Queste nuove 4P del marketing digitale si basano su due realtà che abbiamo vissuto:

1 – da un lato c’è internet, che ha rivoluzionato lo stile di vita delle persone. E, di conseguenza, il modo di vendere e promuoversi delle aziende.

2 – Dall’altro lato ci sono le persone, i clienti, al centro dell’attenzione di ogni campagna.

In realtà non importa se la tua azienda è la migliore. Ossia, immaginati che la tua azienda possa offrire i migliori prodotti o servizi, ad un prezzo competitivo, attraverso una pubblicità virale e un design ottimale.

È possibile che la tua azienda stia agendo in maniera corretta. Ma se agisce internamente senza pensare alle persone, la probabilità di successo sarà ridotta.

Quindi l’importanza delle persone all’interno di un’azienda è fondamentale. E questo è ciò che cercano di dimostrare le nuove 4P del marketing digitale. Sono i clienti che compreranno i prodotti, li utilizzeranno e li apprezzeranno. Per questo devono essere loro il punto di partenza di qualsiasi strategia di marketing.

Partendo da questo punto, Mootee definisce le nuove 4P del marketing digitale. Si tratta dei seguenti fattori da considerare:

1 – Personalizzazione

È ora di dimenticarsi del marketing di massa. I clienti non sono tutti uguali e la stessa promozione non funziona per tutti. I clienti vogliono ricevere annunci, notifiche o pubblicità che corrispondano alle loro necessità e esigenze concrete. Ossia, una pubblicità che soddisfi le necessità degli individui in maniera personalizzata. E non le necessità di tutti.

Creare, disegnare e focalizzarsi su prodotti su misura è indispensabile affinché gli utenti si sentano presi in considerazione. Per questo è importante fare uno sforzo extra con l’obiettivo di trovare, misurare e analizzare i diversi comportamenti della tua audience target.

Messaggi basati sul comportamento degli utenti

Affinché questo compito sia più facile da realizzare, oggigiorno puoi utilizzare diversi strumenti online che ti possono aiutare ad analizzare e studiare il comportamento degli utenti sul tuo sito. Questi strumenti ti possono fornire dati importanti come dove passano più tempo gli utenti, dove cliccano o cosa apprezzano di più.

In questo modo, avrai gli strumenti adatti per verificare come si comportano e cosa pensano gli utenti riguardo ai tuoi prodotti e servizi, per creare poi un marketing su misura.

Alcuni degli esempi più chiari di questa personalizzazione della pubblicità sono offerti da brand come Facebook, Amazon o Target. Queste aziende utilizzano i dati degli utenti per offrire loro qualcosa che sia di loro interesse in funzione del tipo di navigazione effettuata. In questo modo questi brand si basano sul comportamento dei clienti per proporre loro nuovi prodotti.

La personalizzazione è fondamentale per creare annunci o prodotti specifici per ogni settore. Solo così l’utente si sentirà connesso al brand. Perché riceverà unicamente messaggi di suo interesse.

2.- Partecipazione

L’obiettivo principale di questo secondo fattore è integrare i clienti nelle differenti strategie di marketing digitale. È sempre importante sapere se c’è partecipazione da parte dei clienti per sviluppare nuovi prodotti o servizi.

Quindi, è fondamentale creare diverse comunità, sia online sia offline, in cui i clienti possano partecipare e collaborare con il brand.

Detto in altra maniera: devi cercare un modo per far sì che i tuoi clienti abbiano voce all’interno dell’azienda. In questo modo gli utenti hanno uno spazio proprio e possono dare la propria opinione, suggerire miglioramenti o consigliare. Apporteranno valore ai prodotti della compagnia.

Comunità di clienti

Attualmente ci sono varie aziende che promuovono la partecipazione tra i clienti. Per esempio la catena americana Starbucks offre spazi digitali in cui i clienti hanno la possibilità di definire e creare i propri prodotti. È sufficiente mescolare gli ingredienti preferiti per creare la bevanda perfetta.

Diverse altre aziende creano comunità in cui offrono informazioni esclusive per gli utenti che ne fanno parte. Questo piccolo incentivo è sufficiente per far sì che un utente voglia far parte della comunità e partecipare alla vita del brand.

3.- Peer to Peer

La terza P delle 4P del marketing digitale è quella che indica che una persona si fida di più delle opinioni e nei suggerimenti dei propri amici riguardo ad un prodotto o servizio rispetto alla pubblicità istituzionale.

Tutti in realtà ci fidiamo di più di un amico o di un famigliare rispetto ad un messaggio pubblicitario. Nel marketing accade la stessa cosa. Inoltre ora, grazie ai social, le opinioni sono istantanee e vengono fatte in tempo reale.

Questo ha fatto sì che i social si siano trasformati in un’arma molto potente nell’elaborazione di qualunque strategia di marketing digitale. Come possono aiutarti positivamente, un’opinione negativa di un utente riguardo a un tuo prodotto o servizio può creare grandi problemi alla tua azienda.

Per questo motivo è interessante testare il prodotto offline per vedere che tipo di reazione genera. E evitare che un ridotto gradimento digitale dia luogo a commenti negativi.

Metti in comunicazione utenti e prodotti

È importante cominciar a pensare alla socializzazione dei tuoi prodotti o servizi. La socializzazione non si ottiene solo con la presenza sui social. Devi anche fornire le informazioni riguardo all’azienda, offrire diversi metodi di contatto e generare fiducia tra gli utenti.

Alcuni ottimi esempi di questo tipo di socializzazione ci arrivano da aziende come Spotify o Nike. Da una parte Spotify ti permette di sincronizzare le canzoni che un utente ascolta su Facebook e condividerle su Twitter o Tumblr. Dall’altra parte, nel caso di Nike, il brand ha disegnato un bracciale per i corridori che motiva gli utenti affinché raggiungano i propri obiettivi. Alla fine, gli utenti possono condividere i propri risultati con gli amici e gareggiare con loro.

Sono modi originali per mantenere il contatto con gli utenti. E far sì che si sentano motivati e attratti dal brand. Inoltre, permettono di socializzare con nuove persone, costruendo nuove amicizie ed esperienze.

4.- Previsioni su misura

L’ultima P delle 4P del marketing digitale identifica i clienti in funzione di fattori quantitativi. Attualmente esistono molti strumenti di pagamento e monitoraggio. Attraverso di essi potrai misurare diversi dati relativi all’interazione con gli utenti. Solo in questo modo potrai ottenere dati fondamentali riguardo alla tua audience da utilizzare per creare la tua strategia di marketing digitale.

Quindi, trova lo strumento ideale che ti aiuti a misurare e valutare le azioni di marketing come il comportamento dell’utente sul tuo sito. Questi dati ti mostreranno se stai facendo le cose correttamente o se devi agire diversamente. Cosa che ti permetterà di creare azioni di marketing rilevanti in funzione del comportamento e delle necessità dei tuoi utenti.

Previsioni basate sui dati di comportamento

 

Infine, l’ultima delle 4P del marketing digitale prevede che tutte le azioni che realizzi su internet possano essere misurate e analizzate. Tutte varieranno in funzione dei clienti che hai. Ma la cosa più importante è che con i dati ottenuti dal cliente e con la sua interazione con il brand sarai in grado di predire cosa gli interesserà in futuro.

Le previsioni su misura sono interessanti perché si basano sui dati. Ma non sull’informazione grezza di un’audience astratta. Si tratta di dati legati all’esperienza dei tuoi utenti sui tuoi spazi digitali. Cosa che ti dà la possibilità di fare previsioni accurate.

Per esempio, alcuni dati che abbiamo estratto dai lavori realizzati in Antevenio Go! dimostrano che ottimizzando le tue landing pages per passare da 1 lead ogni 7 clicks a 1 lead ogni 6 clicks, riduce il tuo investimento del 16,5%.

Quanto vuoi risparmiare con Antevenio Go!?

 

 

Tu hai problemi, noi te li risolviamo

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito clicca qui ACEPTAR
Aviso de cookies